Disdetta Netflix

netflix, netflix italia

L’arrivo di Netflix in Italia ha da poco spento la sua prima candelina, festeggiando tra la soddisfazione dei moltissimi utenti che hanno scelto di abbonarsi al colosso statunitense, talvolta disdicendo altri servizi a pagamento come Sky Online, Premium Online o Infinity. Ma cos’ha Netflix Italia che le piattaforme multimediali di Sky e Mediaset Premium non hanno? Probabilmente è un mix di fattori, proporzionato tra servizi offerti e costi di accesso alla visione dei contenuti dopo il classico periodo di prova, che Netflix estende ad un mese. In questo articolo evidenzieremo i punti di forza di Netflix e i diversi modi con cui chiedere la disdetta dell’abbonamento.

Cos’è NetFlix Tv

Netflix è un’azienda nata sulla fine degli anni ’90 in California con l’obiettivo di noleggiare film e serie televisive; con la nascita delle nuove tecnologie, la società è riuscita ad espandersi e raggiungere il successo che attualmente vanta in tutti i paesi, o meglio in quelle aree geografiche in cui è possibile godere dei suoi servizi. Ad oggi, l’azienda è presente negli Stati Uniti e nell’America Latina, in Canada e nel Regno Unito, nei paesi dell’area europea come Francia, Germania, Danimarca, Svezia, Norvegia, Finlandia, Austria, Paesi Bassi, Irlanda, Svizzera, Belgio, Lussemburgo, Spagna e Italia. Spostandoci ad est, invece, il 2015 ha visto l’approdo di Netflix in Giappone, Australia e Nuova Zelanda.

Ma quali sono i servizi offerti dalla piattaforma? È presto detto: con Netflix è possibile guardare film, serie tv e programmi televisivi in streaming, senza dover istallare una parabola o sottoscrivere i vincoli contrattuali di un normale abbonamento alla pay tv satellitare. Per usufruire dei contenuti Netflix è necessario possedere una connessione internet a banda larga, uno dei dispositivi abilitati al servizio (come smart tv, pc, Mac, tablet e I Pad, Game consolle, lettori blu-ray, decoder, set-top-box e device di streaming) e un abbonamento a Netflix, che gli utenti possono scegliere in base alle proprie preferenze e ai costi.

Chi vuole sottoscrivere un contratto di abbonamento a Netflix non deve far altro che visitare il sito ufficiale e cliccare su "Abbonati gratis per un mese". Seguirà la registrazione dei dati dell’utente e l’inserimento del numero di carta di credito, prepagata o Paypal sulla quale l’azienda addebiterà le spese fatturate a partire dal primo rinnovo dopo il mese di prova gratuita. Una volta aver creato il Netflix account, l’utente potrà accedere alla sua area riservata e gestire il proprio abbonamento in poche e semplici mosse.

Netflix: disdetta abbonamento

Qualora il cliente Netflix capisse che l’abbonamento sottoscritto non lo soddisfa o riscontrasse dei problemi con la connessione o ancora non riuscisse a godere della visione dei contenuti per motivi di natura personale, sarà possibile chiedere la disdetta del contratto Netflix in maniera del tutto gratuita, dunque senza dover corrispondere alcun costo di disattivazione, come invece spesso accade con le disdette telefoniche o delle normali pay tv satellitari.

La procedura è semplicissima: non occorre inviare fax o raccomandate, non ci sono tempistiche entro le quali agire, occorre solo che l’utente acceda all’area riservata del sito ufficiale utilizzando le credenziali con le quali si è registrato. Una volta entrato nell’account personale basterà cliccare sul proprio nome visualizzato in alto a destra e selezionare proprio account, quindi cliccare su Disdici l’abbonamento.

Stando a quanto riportato nelle Condizioni Generali di Utilizzo, se l’utente disdice il proprio abbonamento, Netflix provvederà a chiudere l’account al termine del periodo di fatturazione corrente. Ad esempio se il rinnovo avviene il 15 ottobre, sarà possibile guardare Netflix fino al 15 novembre. Se l’utente non ricorda in quale giorno ha sottoscritto il contratto e dunque il giorno dell’effettiva disattivazione del servizio, può verificarlo cliccando su Il tuo profilo > Visualizza le informazioni per la fatturazione. Una volta disattivato il rinnovo automatico dell’abbonamento, questo non si rinnoverà più, a meno che non venga chiesta la riattivazione.

Quando l’utente effettua la disdetta Netflix deve sincerarsi che la procedura sia andata a buon fine, per questo basta aprire la propria casella di posta elettronica e accertarsi che sia arrivata l’email di Netflix, nella quale si comunica la disattivazione dell’abbonamento. È possibile effettuare la procedura che abbiamo appena descritto anche nel caso in cui l’utente stia usufruendo dei servizi Netflix durante il periodo di prova mensile. In questo caso la disdetta Netflix disattiverà l’iscrizione dell’utente di modo che alla scadenza del periodo di prova non venga addebitato alcun costo.

Netflix: disdetta abbonamento da dispositivi Apple

Chi ha sottoscritto l’abbonamento a Netflix tramite Applestore o ITunes dovrà seguire una procedura totalmente diversa, anche in questo caso, però, non saranno addebitati costi per le operazioni di disattivazione e l’utente potrà gestire comodamente l’abbonamento dal proprio dispositivo.

Disdetta da ITunes - Per prima cosa occorre aprire ITunes ed accedere al proprio account personale. Una volta aver visualizzato la schermata iniziale, sarà necessario cliccare sul proprio nome, posto come sempre in alto a destra e selezionare la dicitura Informazioni account, poi inserire il codice di accesso e cliccare su Visualizza account. Da lì sarà possibile aprire la sezione dedicata agli Abbonamenti e cliccare su Gestici > Modifica > Netflix > Disdici abbonamento.

Disdetta da IPhone, IPad, IPod - In questo caso bisogna aprire l’applicazione Impostazioni e poi entrare nella sezione ITunes Store ed App Store, da lì basterà selezionare il proprio ID e cliccare su Visualizza ID Apple per poi inserire il codice di accesso. Si aprirà una nuova schermata, dalla quale selezionare la voce Abbonamenti > Gestisci > Netflix > Disattiva Abbonamento. Dopo aver completato la procedura di disdetta, si consiglia all’utente di controllare la propria casella di posta elettronica: se la disattivazione dell’abbonamento è andata a buon fine, non tarderà ad arrivare la conferma da Netflix.

Netflix non funziona: rivolgiti all'assistenza tecnica

Se riscontri delle problematiche relative all'utilizzo della piattaforma multimediale Netflix oppure alla gestione del tuo account o ancora alla fatturazione dei costi per i servizi acquistati, puoi rivolgerti al Centro Assistenza clienti. Molti fra dubbi e questioni relative al malfunzionamento di Netflix possono essere risolte leggendo la Faq presente sul sito ufficiale, cliccando sulla voce Domande Frequenti posta sulla barra nera in fondo alla Home page oppure nella pagina dedicata all’assistenza tecnica.

Cliccando sulla voce Assistenza Clienti, invece, è possibile scegliere la modalità con cui comunicare con l’azienda. È possibile chiamare il servizio clienti al numero 800 797 634 attivo tutti i giorni dalle ore 10:00 alle ore 22:00, oppure aprire una chat e mettersi in contatto con gli operatori Netflix. Infine, tutte le informazioni relative al contratto di abbonamento, alla fatturazione, ai servizi offerti da Netflix e al proprio account, sono disponibili nelle Condizioni Generali di Utilizzo, alle quali è possibile accedere cliccando sulla relativa voce, posta in fondo alla Home page.

Documenti correlati