`

Disservizi pay tv: come reclamare

Molti dei nostri lettori sono clienti delle più rinomate pay tv. Come lo sappiamo? È semplice: ogni giorno ci arrivano moltissimi quesiti ed altrettanti commenti da parte di chi, dopo aver letto i nostri articoli, ci chiede un consiglio o ci rende semplicemente partecipe della sua personale esperienza. Le difficoltà più ricorrenti solitamente sono legate all'assenza di segnale, al malfunzionamento del decoder o della smart card, ad importi non corretti riportati in fattura, al recesso dal contratto e così via. In tutti questi casi suggeriamo di formalizzare un reclamo pay tv che evidenzi in maniera chiara il tipo di disservizio riscontrato e conceda un termine per la risoluzione dello stesso.

Disservizi pay tv: come contattare il servizio clienti

Le pay tv, sempre più attente alla soddisfazione dei propri clienti, forniscono servizi molto utili per affrontare qualsiasi problematica o risolvere controversie con i propri abbonati. Sky ad esempio mette a disposizione dei percorsi guidati (https://assistenza.sky.it) che consentono di risolvere in totale autonomia le principali problematiche incontrate dagli utenti: problemi con la visione, con il telecomando, con la smart card, con la fatturazione ecc.

Se la problematica non risulta già codificata o se la soluzione proprosta con riferimento al tuo specifico caso non funziona, puoi utilizzare un form specifico con cui esporre il tuo personale problema con la garanzia - da parte di Sky - di ottenere una risposta entro le successive 24 ore.

Anche Dazn ha allestito una specifica sezione (www.dazn.com/it-IT/help) di supporto a tutti quei clienti che lamentano disservizi vari, come problemi di buffering / caricamento video, difficoltà di accesso alla piattaforma e via discorrendo. Una pagina più o meno simile ha allesti Netflix: https://help.netflix.com/it.

Chi ha poca dimestichezza con la risoluzione online dei problemi e preferisce parlare con un operatore, può semplicemente mettersi in contatto con il servizio clienti delle singole pay tv.

Nel caso di Sky, tanto per fare un esempio, il Servizio Clienti risponde 7 giorni su 7, dalle 8:30 alle 22:30 al numero 199.100.400. Il costo massimo della chiamata senza scatti alla risposta è di 0,15€ cent/min. iva inclusa. I costi delle chiamate da cellulare dipendono dall’operatore utilizzato. I clienti Sky da più di 10 anni con extra hanno a dispozione un numero ad hoc, lo 02 82 82 82.  In questo caso il costo della chiamata varia in base alle tariffe dell’operatore telefonico utilizzato.

Nel caso di Dazn più che utilizzare il telefono (il numero +44 (0)20 3372 0600 ha sede in Inghilterra), potrebbe essere utile il ricorso ad uno dei tanti canali online messi a disposizione dall'azienda: chat, email, sito ufficiale e social network.

Netflix, invece, risponde al numero 800.130.364 dalle 10.00 alle 22.00. In alternativa è possibile utilizzare il servizio di chat.

Reclamo pay tv: quando e come farlo

Se, pur utilizzando i servizi sopra descritti, non si viene a capo del problema, non resta che formalizzare il disservizio alla pay tv con la quale è stato sottoscritto il contratto attraverso un reclamo scritto. Come detto la segnalazione può riguardare un problema di fatturazione, il malfunzionamento del decoder o degli apparecchi elettronici forniti dall’azienda stessa, l’attivazione di prodotti e servizi non richiesti, un ritardo nell’attivazione dell’abbonamento o nella dismissione del servizio, un errore nell'applicazione degli sconti e così via.

Il reclamo deve pervenire in azienda in forma scritta, tramite lettera raccomandata con ricevuta di ritorno o posta elettronica certificata (PEC). In alternativa si può far ricorso all'apposita funzione resa disponibile sul sito ufficiale dell'azienda. Sul tema sono disponibili su questo portale modelli ed informazioni di vario tipo. Ne citiamo alcuni:

Cosa fare se la controversia non si risolve

Se il cliente non ottiene risposta (l'azienda generalmente ha 30 giorni dal ricevimento della comunicazione per fornire un riscontro alla lementela) oppure se la soluzione proposta non lo soddisfa, può tentare di trovare una soluzione attraverso il servizio di Conciliazione Co.Re.Com (Comitato Regionale per le Comunicazioni) presente nella propria regione di residenza.

Ma non è tutto. Qualora il cliente avesse sottoscritto il contratto di abbonamento tramite il sito, potrebbe risolvere la controversia affidandosi alla piattaforma ODR (http://ec.europa.eu/consumers/odr).

Se nessuno di questi strumenti favorisce una soluzione al problema, il cliente può:

  1. effettuare una segnalazione AgCom , ossia chiedere all'Authority di intervenire direttamente nei confronti della pay tv adottando un provvedimento di definizione della controversia;
  2. ricorrere all'autorità giudiziaria.
Se per i disservizi subiti o per altri motivi il cliente non fosse più interessato all'abbonamento, non resterebbe che comunicare la disdetta pay tv.

Se neppure in questo modo risolvi la questione, non resta che rivolgerti al Giudice di Pace. Nell’articolo “Come fare ricorso al Giudice di Pace” ti indichiamo come svolgere la procedura.

Documenti correlati


50409 - Nando
26/09/2017
Sono a casa assieme ai miei figli a guardare la partita di Champions del Napoli. É una vergogna che il signor Roberto, pseudo telecronista, non abbia speso una sola parola in favore del Napoli, non solo vincente ma anche in totale controllo della partita. Criticare su ogni azione non fará di te un uomo giusto LATRIN

49084 - Francesco
18/04/2017
Salve io sono un abbonato Mediaset premium da circa 6 anni con due abbonamenti, uno di casa è uno del mio bar. Spendo più di 2000€ annui per avere l'esclusiva "sopratutto al bar". Mi sento preso in giro e derubato nel vedere tutte le partite in chiaro su canale 5.

47108 - Redazione
25/10/2016
Trifone, si certo che può farlo. Per quanto riguarda Sky le consigliamo di leggere questo articolo, mentre per Mediaset le segnaliamo quest'altro.

47075 - TRIFONE V.
24/10/2016
Sono abbonato sia a sky che a premium. Vorrei tenermi solo sport e calcio e disdire tutti gli altri generi. Posso farlo? Se si come? Grazie e saluti.


Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio