Disdetta assicurazione capofamiglia: modelli e indicazioni

Formati     © Moduli.it
DOC   disdetta polizza danni stipulata dopo il 15 Agosto 2009
PDF
DOC   disdetta polizza danni stipulata prima del 15 Agosto 2009
PDF
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Modelli con cui è possibile comunicare alla propria compagnia la disdetta polizza danni: polizza infortuni, polizza casa, rc capofamiglia, ma anche ad esempio l’assicurazione auto incendio e furto dell'auto nel caso in cui tali coperture aggiuntive non siano state stipulate insieme alla polizza rc auto.

Disdetta polizza danni: quando può essere comunicata

Le polizze danni a differenza delle polizze rc auto, possono essere pluriennali e a tacito rinnovo. Questo significa che alla scadenza il contratto si rinnovano automaticamente per un altro anno (principio del silenzio/assenso), a meno che l'assicurato non comunichi la disdetta rispetto alla scadenza annuale.

Questo come principio generale. Va detto, infatti, che il decreto Bersani prima, convertito dalla Legge 2 Aprile 2007, n. 40, e la Legge 99/2009 poi, hanno introdotto alcune differenzazioni in tema di disdetta delle polizze danni pluriennali.

Così per le polizze

  • stipulate prima del 15 agosto 2009, il contraente può comunicare la disdetta di anno in anno, con un preavviso di 60 giorni rispetto alla scadenza annuale; 
  • stipulate a partire dal 15 agosto 2009 (data di entrata in vigore della Legge 99/2009), il cliente non può comunicare la disdetta solo a partire dal sesto anno in poi, concedendo un preavviso di 60 giorni e con effetto dalla fine dell’annualità nel corso della quale esercita tale facoltà (art. 1899 c.c.).
E' questo spiega perché in questa scheda sono presenti due distinti modelli di disdetta.

Attenzione: se la compagnia propone una polizza danni pluriennale, è tenuta ad applicare una riduzione del premio rispetto a quello previsto per un’analoga polizza di durata annuale. Lo sconto deve essere chiaramente indicato in polizza e deve essere data evidenza che non è possibile esercitare il diritto di recesso per i primi cinque anni.

Come inviare la lettera di disdetta polizza danni

Prima di compilare uno dei due modelli presenti in questa scheda, è opportuno leggere con attenzione le Condizioni Generali di Assicurazione, così da accertarsi sui tempi di invio della comunicazione di recesso.

Quindi dopo aver rilevato la data della prima scadenza annuale a cui far riferimento, si può procedere con la compilazione.

Oltre ai dati del contraente è fondamentale riportare

  • il tipo di polizza (rc capofamiglia, casa, infortuni, sanitarie, ecc.)
  • il numero di polizza;
  • i recapiti (telefono ed e-mail) a cui essere contattati per eventuali comunicazioni.

A questo punto è possibile spedire il tutto all'indirizzo dell'intermediario con il quale è stata stipulata la polizza.

Chiaramente in questi casi è opportuno ricorrere a modalità che siano in grado di certificare l'invio e la ricezione della comunicazione di recesso, in sintesi:

  • raccomandata con avviso di ricevimento;
  • posta elettronica certificata.

In quest'ultimo caso è necessario non solo che la compagnia abbia messo a disposizione quella specifica PEC per comunicazioni di questo tipo, ma anche che il contraente abbia a sua volta la disponibilità di una casella di posta certificata.

Tags:  polizza assicurativa

Documenti correlati
 
Social
 
Utilità