Disdetta Telecom Business: modulo, costi e recapiti

Formati
PDF   Modulo richiesta cessazione contratto Tim Business
DOC   modulo disdetta Tim Business
PDF   Modello per restituzione apparecchiature
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Da questa scheda è possibile scaricare due modello, rispettivamente in formato WORD e PDF, con cui il rappresentante legale di un'impresa può comunicare la disdetta TIM Business. E' altresì scaricabile il modulo per la restituzione delle apparecchiature concesse da Tim in comodato d'uso. Sempre in questa scheda sono presenti, infine, informazioni sulla procedura da seguire e sui costi dell'operazione.

Quando comunicare la disdetta Tim Business

Una simile comunicazione va inoltrata dall'azienda o dal professionista quando c'è l'intenzione di cessare definitivamente il servizio, magari perché si è deciso di cedere a terzi l'azienda o di chiudere definitivamente l'attività.

Se invece la volontà è semplicemente quella di passare ad altro operatore, sarà sufficiente mettersi in contatto con il servizio clienti del nuovo gestore telefonico e aderire all'offerta fornendo tutti i propri dati personali, incluso il codice di migrazione riportato in fattura.

Modulo disdetta Tim Business

La disdetta del contratto può essere comunicata in qualunque momento (basta concedere un preavviso di 15 giorni), attraverso una semplice comunicazione scritta da inviare a Telecom Italia. A tal fine il Rappresentante Legale o il Titolare dell'azienda può utilizzare il fac simile disponibile in questa scheda. Una volta completata e sottoscritta la lettera può essere trasmessa:

  • a mezzo raccomandata A/R all’indirizzo
    - Casella postale N. 456 – 00054 Fiumicino (RM) per le utenze di rete fissa
    - Casella postale N. 333 – 00054 Fiumicino (RM) nel caso di utenze di rete mobile
  • a mezzo fax al numero gratuito:
    - 800.423.131 per clienti di rete mobile
    - 800.000.191 per clienti di rete fissa

Nella comunicazione di recesso è necessario indicare il contratto e/o l’offerta/opzione da cui si intende recedere e allegare

  • copia del documento di identità del Rappresentante Legale o del Titolare del contratto;
  • fotocopia del tesserino del codice fiscale;
  • certificato di iscrizione presso il Registro delle Imprese (istituito presso la CCIA), in alternativa, Certificato di vigenza rilasciato dalla Sezione Società Commerciali del Tribunale civile e Penale, entrambi rilasciati da non oltre sei mesi.

Disdetta Tim Business tramite PEC

Visto che gran parte di aziende e professionisti dispongono di una PEC, per loro c'è la possibilità di comunicare la disdetta anche attraverso questa modalità. Nella fattispecie la comunicazione va inoltrata

  • all’indirizzo telecomitalia@pec.telecomitalia.it dai Professionisti e dai clienti con Partita IVA
  • agli indirizzi in uso per le consuete comunicazioni dalle medie e grandi aziende.

Disdetta Tim Business online

Per chi volesse procedere direttamente online, questi i riferimenti 

  • area clienti del sito timbusiness.it (www.timbusiness.it/login/bLogin.html), per professionisti e clienti con Partita IVA;
  • area clienti myBusiness (www.mybusiness.it), per le medie e grandi aziende.

Ricordiamo da ultimo che il recesso dal contratto può essere comunicato anche attraverso

  • il servizio clienti 191 per Professionisti e clienti con Partita IVA
  • i punti vendita TIM abilitati (qui https://www.tim.it/negozi-tim l’elenco).

Disdetta Tim Business: costi

In caso di recesso dal contratto occorre verificare con attenzione quali sono i costi a cui si va incontro. In generale è previsto il pagamento di:

COSTO DI ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO

Si tratta di un costo che viene addebitato solo quando non si rispetta la durata minima contrattuale. Ad esempio per l'attivazione di TIM SENZA LIMITI FIBRA è previsto un costo di 300,00€, rateizzato in 24 rate mensili da 12,50€/mese. E' chiaro che se il contratto dovesse essere interrotto prima del termine dei 24 mesi, il cliente sarebbe tenuto a pagare la differenza.

COSTO DI DISATTIVAZIONE DEL SERVIZIO

Nel caso specifico è prevista una

  • Commissione in caso di cessazione linea
    - di 28,84 € per Offerta Linea Fissa
    - di 19,51 € per Offerta FWA (banda larga wireless)
  • Commissione in caso di passaggio verso altro Operatore
    - di 19,51 € per Offerta Linea Fissa
    - 0,00 € per Offerta FWA (banda larga wireless)

COSTO DI RECESSO

Il costo si riferisce ai servizi/prodotti forniti con l'Offerta. Ad esempio il Router TIM WIFI (opzionale) è disponibile in vendita abbinata all'offerta TIM SENZA LIMITI FIBRA al costo di 240,00 €, rateizzabile in 48 rate mensili da 5,00 € (in alternativa il cliente può dotarsi autonomamente dell’apparato). In caso di recesso prima del termine il cliente può decidere di mantenere attiva la rateizzazione prevista fino alla scadenza del piano di rateizzazione oppure di pagare le rate residue del piano in un’unica soluzione. Questa decisione va specificata nella comunicazione di recesso.

CANONI DI ABBONAMENTO RESIDUI

Si tratta di quei canoni che il cliente è tenuto a pagare fino a quando il servizio non viene effettivamente dismesso. In proposito si ricorda che il recesso dovrà avvenire entro 30 giorni dal momento in cui l’operatore ha ricevuto la richiesta.

PENALE PER MANCATA RICONSEGNA APPARATI

Se il router, come nel caso dell'Offerta FWA, è fornito in comodato d'uso gratuito, in caso di recesso dal contratto, il cliente è tenuto a restituirlo a TIM insieme alla Carta SIM dati, entro 30 giorni dalla data di comunicazione. Questo l'indirizzo di spedizione: Telecom Italia S.p.A. c/o Geodis Logistics Magazzino Reverse A22 Piazzale Giorgio Ambrosoli snc, 27015 Landriano (PV).

Da questa scheda è scaricabile il modulo per la riconsegna degli apparati.

In alternativa, il cliente può esercitare l’opzione d’acquisto dell’Apparato FWA alle seguenti condizioni economiche, fermo restando l’obbligo del Cliente di restituire a TIM la Carta SIM Dati:

  • 120 € in caso di cessazione e mancata restituzione prodotto entro il primo anno;
  • 80 € in caso di cessazione e mancata restituzione entro il secondo anno;
  • 40 € in caso di cessazione e mancata restituzione entro il terzo anno;
  • 10 € in caso di cessazione e mancata restituzione dal 4° anno in poi.

Se non si restituirà il router (e/o la carta Sim), nè si procederà al suo acquisto, Tim addebiterà in fattura degli ulteriori costi.

Tutti questi costi non vanno sostenuti dal cliente se

  • questi esercita il “diritto di ripensamento”;
  • Telecom ha apportato unilateralmente delle modifiche al contratto;
  • si riscontra un inadempimento o un disservizio da parte di Telecom.

Tags:  disdetta telefonica

Documenti correlati
 
Social
 
Utilità