Fac simile ricorso multa auto rubata: autotutela, Prefetto e Giudice di Pace

Formati
DOC   fac simile (a)
PDF
DOC   fac simile (b)
PDF
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Descrizione

Fac simile con cui chiedere all'autorità che ha elevato la multa di dichiarare inefficace e/o annullare il verbale di contravvenzione, per il fatto che l’auto è stata oggetto di furto in data antecedente al fatto contestato, come emerge dal verbale di denuncia per furto. Il ricorso multa auto rubata può essere proposto in autotutela, oppure può essere avanzato al   al Prefetto del luogo in cui è stata commessa la violazione o al Giudice di Pace territorialmente competente. 

Ricorso multa auto rubata: come denunciare il furto

Nel momento in cui ci si accorge che la propria auto è stata rubata, occorre provvedere immediatamente alla denuncia. Prima si rende noto alle autorità il furto, meglio ci si potrà difendere nel caso in cui i malviventi commettano illeciti o infrazioni a bordo del veicolo sottratto (passaggio col rosso al semaforo, guida contromano, eccesso di velocità e così via).

Nello specifico occorre recarsi presso il comando di Polizia o Carabinieri più vicino, muniti del numero di targa del veicolo, e sporgere denuncia per furto.

Una volta ottenuta una copia del verbale di denuncia è necessario presentarla all’Ufficio provinciale dell’Aci, dove ha sede il PRA (Pubblico Registro Automobilistico): qui bisogna chiedere che venga registrata la perdita di possesso auto e il rilascio dell’apposito certificato.

Attestando la perdita del veicolo l’Aci sospenderà automaticamente anche il pagamento del bollo auto.

Infine si dovrà avvertire l’assicurazione di quanto accaduto, avendo cura di presentare o trasmettere alla propria agenzia questo modulo di disdetta assicurazione auto per incendio o furto, la copia della denuncia e il certificato di perdita del possesso del veicolo rilasciato dal PRA. 

Ricorso multa auto rubata in autotutela

Dopo aver sporto denuncia occorre scegliere la modalità del ricorso. In questo caso vale la pena rivolgersi direttamente all'autorità che ha accertato l’infrazione proponendo un ricorso multa in autotutela.

Molto spesso, infatti, se il verbale appare palesemente illegittimo o errato si può chiedere all'organo che ha elevato la multa (Polizia Municipale, Carabinieri, ecc.) di annullare in autonomia il verbale, dunque senza bisogno che il trasgressore proponga ricorso al Prefetto o al Giudice di Pace. 

E quello del furto d'auto è uno di quei casi in cui la contravvenzione può considerarsi illegittima, a patto però che la denuncia per furto sia stata effettuata prima della infrazione al CdS contestata dalle forze dell'ordine. 

Ai fini del ricorso basta compilare il modulo presente in questa scheda e allegare copia del documento d’identità, del verbale di contravvenzione, della denuncia ed eventualmente del certificato che attesta la perdita di possesso dell’auto. Quindi consegnare il tutto all'ufficio del comando.

Una procedura tutto sommato semplice che consigliamo in quanto consente di ottenere l'annullamento in tempi brevi, senza particolari formalità e praticamente senza costi.

Ricorso Prefetto multa auto rubata

Se non è possibile procedere con il ricorso in autotutela, ci si dovrà appellare al Prefetto del luogo in cui è stata rilevata l’infrazione.

Il ricorso multa Prefetto può avvenire per il tramite dell’organo accertatore o rivolgendosi direttamente agli uffici della Prefettura.

Occorre inoltrare il fac simile ricorso multa auto rubata entro 60 giorni dalla notifica. Questi deve essere corredato di:

  • una copia del documento d’identità
  • una copia del verbale di contravvenzione
  • una copia della denuncia di furto
  • una copia del certificato rilasciato dal PRA.

La documentazione, se non può essere presentata brevi manu, deve essere spedita a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno.

Multa auto rubata: ricorso al Giudice di Pace

Se il ricorso al Prefetto per qualche motivo viene respinto o se la situazione necessita di una particolare attenzione è possibile rivolgersi al Giudice di Pace.

In questo caso occorre fare ricorso entro 30 giorni dalla data di ricezione del verbale di contravvenzione, inviando il modulo ricorso multa Giudice di pace presso gli uffici ubicati nel Tribunale territorialmente competente.

Anche in questo caso se la documentazione non potesse essere presentata di persona andrebbe spedita tramite posta raccomandata con avviso di ricevimento.

Tags:  contravvenzione

Foto
Free-Photos su Pixabay
Documenti correlati
 
Social
 
Utilità