Modulo U1 INPS: dove e come richiederlo

Formati
PDF
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Descrizione

Il modulo U1 (ex E301) è un documento che attesta i periodi di assicurazione maturati in un certo stato membro da una persona che intende richiedere la prestazione di disoccupazione in un altro stato membro.

Modello U1: a cosa serve

Andrea che da sempre ha lavorato in Italia, oggi risulta disoccupato. Tuttavia anziché chiedere la NASpI all'Inps, vuole rivolgere la domanda di disoccupazione all'istituto di previdenza francese, stato in cui intende trasferirsi. Per poter far questo è necessario che l'Inps gli rilasci un documento che precisi una serie di informazioni, tra cui i periodi di attività lavorativa svolta e, dunque, i periodi di contribuzione maturati nel proprio paese.

Dunque il formulario U1 rappresenta l’unico documento utile che Andrea può presentare per la certificazione dei periodi di assicurazione, occupazione e di attività autonoma compiuti in un determinato Stato (nell'esempio in Italia).

Ottenuto il modello U1 dall'Inps, Andrea non deve far altro che presentarlo, unitamente alla domanda di prestazione di disoccupazione, presso l’ufficio del lavoro o l’ente assicurativo dello Stato in cui chiede la prestazione di disoccupazione (la Francia appunto).

Al riguardo si precisa che, nel compilare il documento in questione, gli uffici Inps dovranno indicare:

  • dati personali dell’interessato;
  • periodi di assicurazione e periodi equivalenti (attività subordinata, attività lavorativa autonoma);
  • periodi di attività subordinata e di attività autonoma che non costituiscono periodi di assicurazione;
  • dati relativi alla retribuzione/al reddito (da attività subordinata e attività autonoma);
  • motivo della cessazione dell’occupazione (licenziamento, esubero, ecc.);
  • altri pagamenti ricevuti dall’interessato;
  • prestazioni di disoccupazione percepite dall’interessato;
  • diritto alle prestazioni di disoccupazione;
  • istituzione che compila il formulario.

Per quanto concerne le informazioni relative alla retribuzione, se queste non sono immediatamente disponibili al momento della domanda, l’istituzione che cura la redazione di questo documento (nell'esempio l'Inps) non compila questa parte e fornisce successivamente, ove richiesto, tali informazioni. Periodo di riferimento per la determinazione della retribuzione, a partire dalla fine dell’ultimo periodo di occupazione/assicurazione, andando a ritroso:

  • Austria, Spagna: ultimi sei mesi;
  • Repubblica ceca: ultima occupazione;
  • Estonia, Francia, Ungheria, Paesi Bassi, Romania: ultimi 12 mesi;
  • Bulgaria: ultimi 15 mesi;
  • Germania, Slovacchia, ultimi 24 mesi;
  • Polonia: redditi da lavoro subordinato e lavoro autonomo che non costituiscono periodi di assicurazione;
  • Cipro, Malta, Regno Unito: non è necessario compilare il riquadro.

Il modello U2 PDF, invece, serve ai fini della conservazione del diritto alle prestazioni di disoccupazione, qualora Andrea - percettore della NASpI - si recasse in Francia alla ricerca di lavoro.

Infine se si verificano delle circostanze che possono modificare il diritto di Andrea a percepire l'indennità di disoccupazione, l'istituzione francese deve informare l'Inps e la persona interessata attraverso la compilazione e l'invio del modello U3.

Tags:  disoccupazione

Foto
Pixabay
Documenti correlati
 
Utilità