Domiciliazione bolletta TIM: modelli e istruzioni

Formati     © Moduli.it
PDF   modulo richiesta domiciliazione bancaria/postale Tim (privati)
PDF   modulo richiesta domiciliazione bancaria Tim su Iban estero (privati)
PDF   modulo domiciliazione bancaria Tim business
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

In questa scheda abbiamo reso disponibili le diverse versioni del modulo domiciliazione bancaria TIM, rispettivamente per clienti residenziali e business.

Come pagare le bollette TIM

Varie le modalità di pagamento messe a disposizione da TIM:

  • tramite il bollettino premarcato allegato alla fattura cartacea;
  • tramite il servizio Paga fatture presente l'area MyTim. In questo caso occorre essere in possesso di una carta di credito dei circuiti VISA, MASTERCARD o AMERICAN EXPRESS;
  • tramite i circuiti Lottomatica Servizi e Sisal. In questo caso basta recarsi con il bollettino postale premarcato presso un qualsiasi punto vendita autorizzato sul territorio nazionale;
  • recandosi in un qualsiasi punto vendita PUNTOLIS (www.lispay.it) o Mooney (www.mooney.it) autorizzato
  • compilando un bollettino postale in bianco. In questo caso il versamento va effettuato su Conto Corrente postale n.ro 28027001  intestato a TELECOM ITALIA S.p.A. Via Gaetano Negri 1 - 20123 MILANO;
  • tramite bonifico bancario in favore di “BANCA INTESA SPA – Iban  IT92 C030 6905 0911 0000 0004 583”. Indicare nella causale di versamento il numero dell’utenza, la denominazione sociale o nome e cognome del titolare del contratto ed il bimestre di riferimento;
  • recandosi presso un qualsiasi punto vendita TIM abilitato, con Bancomat e/o Carta di Credito (non si pagano commissioni);
  • attraverso la sezione dedicata ai bollettini dell'App Satispay;
  • tramite gli sportelli BANCOMAT delle banche convenzionate;
  • con CBill disponibile con il servizio di Internet Banking.

Domiciliazione bancaria TIM: perché attivarla

I motivi per cui vale la pena attivare la domiciliazione bolletta TIM sono diversi:

  • non si corre il rischio di ritrovarsi con la linea sospesa per la presenza di fatture insolute. Con la domiciliazione, infatti, il pagamento viene effettuato automaticamente il giorno della scadenza fattura;
  • non si è costretti a recarsi alle poste o alle ricevitorie Lottomatica, con conseguente risparmio di tempo e costi;
  • è possibile controllare i pagamenti ed eventualmente richiedere la sospensione o il riaccredito del pagamento in caso di contestazione;
  • si può godere di eventuali bonus concessi da TIM in relazione a particolari offerte;
  • non occorre versare l'anticipo conversazioni (se già versato viene rimborsato direttamente in fattura).

Con la domiciliazione TIM si evita di pagare interessi

Abbiamo detto che con la domiciliazione bancaria TIM si evita il rischio di ritrovarsi con fatture insolute. Nel merito occorre ricordare che le Condizioni Generali di Abbonamento prevedono l'applicazione di una indennità di ritardato pagamento per quelle bollette pagate oltre il termine di scadenza. In particolare la percentuale da applicare sull'importo indicato in fattura cresce con l'aumentare dei giorni di ritardo nel pagamento:

  • 2% se il pagamento viene effettuato dal 1°al 15° giorno solare successivo alla data di scadenza;
  • 4% se il pagamento viene effettuato dal 16°al 30° giorno solare successivo alla data di scadenza;
  • 6% se il pagamento viene effettuato dopo il 30° giorno solare successivo alla data di scadenza.

Come richiedere la domiciliazione bollette TIM

Anche in questo caso le modalità offerte alla clientela sono diverse:

  • attraverso l'App MyTIM;
  • tramite l'Area Clienti MyTIM (sezione Fatture-Domiciliazione);
  • presso i nostri negozi TIM;
  • tramite il Servizio Clienti (187, 119 o 191).

L'alternativa consiste nel compilare i moduli presenti in questa scheda ed inviarli con le seguenti modalità:

  • tramite email all'indirizzo documenti187@telecomitalia.it per i clienti privati;
  • tramite PEC all'indirizzo telecomitalia@pec.telecomitalia.it per i clienti business.

Ricordiamo che , in ottemperanza al Regolamento UE n. 260/2012, è possibile richiedere il pagamento della fattura anche tramite la domiciliazione presso banche UE appartenenti all'area SEPA. A tal fine occorre utilizzare l'apposito modello presente in questa scheda.

In tutti i casi occorre prendere nota del codice Iban del conto corrente ed del codice bic (in caso di banca estera di area SEPA).

Per far si che la richiesta vada a buon fine è necessario che tutti i campi contrassegnati con l'asterisco siano compilati e che il modulo sia sottoscritto dal titolare del conto corrente sul quale viene richiesto l’addebito della fattura TIM o da soggetto delegato ad operare sul conto corrente.

E’ necessario inoltre allegare al modulo copia di un documento di riconoscimento valido del sottoscrittore della richiesta di domiciliazione.

Chiaramente la domiciliazione può essere revocata in qualsiasi momento. Questo il modello da compilare per la

Tags:  bolletta telefonica conto corrente

Documenti correlati
 
Utilità