Dichiarazione di cessione armi ereditate per mortis causa

Descrizione

Dichiarazione con la quale gli eredi rinunciano alle armi ereditate per la morte del loro predetto defunto e dante causa e cedono le stesse ad una terza persona.

Prima di compilare e consegnare il modulo rinuncia armi ereditate è importante che erede e cessionario/acquirente, ossia colui che riceve le armi di proprietà del defunto, si rechino presso l’ufficio preposto a ricevere la denuncia o l’ufficio armi della Questura. Lo scopo è di escludere eventuali problematiche legate al tipo e al numero di armi detenute, alla loro custodia, alle modalità di trasporto e così via.

La dichiarazione di cessione armi ereditate per mortis causa deve innanzitutto riportare i dati anagrafici e i recapiti di tutti gli eredi, i dati anagrafici della persona deceduta e il luogo e la data del decesso. Subito dopo sul modulo va riportata l’espressa dichiarazione di rinuncia all'eredità delle armi regolarmente denunciate presso la Questura, il Commissariato di zona oppure il Comando Stazione Carabinieri (specificare di quale città) e contestualmente la volontà di cedere le stesse ad un soggetto di cui si riportano tutti gli estremi (nominativo, data e luogo di nascita, indirizzo di residenza).

Chiaramente il cessionario/acquirente deve essere munito di regolare porto d’armi o risultare in possesso di uno specifico nulla osta per acquisto armi in corso di validità.

Sul modulo per rinuncia eredità armi vanno altresì specificate nel dettaglio le armi che si cedono: tipo, marca, modello, calibro, matricola. Gli eredi devono anche dichiarare se hanno rinvenuto altre armi o munizioni appartenute al defunto e se hanno rinvenuto o meno la denuncia di detenzione armi del defunto.

La dichiarazione di cessione armi ereditate per mortis causa  deve essere firmata in duplice copia dall’erede o dagli eredi e da tutti gli acquirenti/cessionari per accettazione.

Il cessionario/acquirente a sua volta deve denunciare il possesso delle armi ricevute all’ufficio di Pubblica Sicurezza territorialmente competente. A tal fine deve presentare, entro le successive 72 ore:

  • il proprio porto d’armi in corso di validità o l’originale del nulla osta acquisto armi; se il porto d’armi è stato rilasciato per uso caccia, deve anche presentare la ricevuta di pagamento delle tasse di concessioni governative per l’annualità in corso;
  • una copia del modulo per rinuncia eredità armi;
  • la fotocopia dei documenti di identità in corso di validità dell’erede/i cedente;
  • la propria denuncia di detenzione, se già in possesso di altre armi la denuncia di detenzione armi del/della defunto/a, se rinvenuta.

Con lo stesso modulo rinuncia armi ereditate, compilato sempre a cura degli eredi, è possibile cedere le armi alla Questura per la rottamazione. In questo caso per il trasporto e la riconsegna delle armi da rottamare occorre accordarsi preventivamente con l’ufficio della Questura.

Tags:  successione porto d'armi eredità

Formati     © Moduli.it
DOC
Documenti correlati
 
Social
 
 
 
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Utilità