Rinnovo patente: ecco come procedere

rinnovo patente, rinnovo patente di guida

Stai rientrando a casa dopo una lunga giornata di lavoro, quando vieni fermato dalla Polizia ad un posto di blocco. Sei tranquillo perchè sei certo di non aver superato i limiti di velocità, di non essere passato col rosso e di non aver fatto sorpassi azzardati. In più i documenti da tenere in auto, quelli obbligatori per intenderci (certificato assicurazione, libretto di circolazione, ecc.), sono come al solito riposti nel vano portaoggetti: li hai controllati proprio qualche giorno prima in occasione dell'ultima revisione. All'intimazione dell'agente esibisci patente e libretto e resti in attesa dei controlli di rito. Poi quella frase che ti lascia letteralmente di sasso: "Signore la sua patente è scaduta!". La tua incredulità si trasforma in certezza in pochi secondi: in effetti la data di scadenza riportata sulla patente è quella del 20 Febbraio 2018, più di un mese fa. Sei un tipo scrupoloso, diligente, preciso, eppure questa volta il rinnovo patente ti è sfuggito.

In quel momento purtroppo non puoi far nulla per evitare la contravvenzione e il ritiro della patente. Questo significa che nei giorni a seguire dovrai ritagliarti del tempo per espletare la fastidiosa incombenza legata al rinnovo patente. Come dici non sai da dove iniziare? Niente paura, in questo articolo ti guideremo passo dopo passo in questa delicata operazione.

Patente scaduta multa

Multa e sanzioni accessorie sono previste non solo in caso di guida senza patente, ma anche in caso di mancato rinnovo patente o se preferisci di guida con patente scaduta. L'art. 126 del CdS, infatti, stabilisce una sanzione amministrativa che va da 155 euro a 624 euro, a cui si aggiunge la sanzione accessoria del ritiro della patente. Da questo momento hai 10 giorni di tempo per portare a termine le pratiche di rinnovo patente e recarti presso l'autorità che ti ha elevato la multa per riavere indietro il documento. Se lasci trascorrere i 10 giorni, la tua patente sarà trasmessa alla Prefettura del territorio in cui è avvenuta la violazione: in questo caso potrai ritirarla solo esibendo il nuovo certificato medico di idoneità alla guida.

A differenza di quanto accade per la guida senza patente e per altri tipi di violazioni al codice della strada (guida con cellulare, passaggio con semaforo rossoguida su corsia preferenziale, eccesso velocità, ecc.), chi non procede al rinnovo patente non subisce alcuna decurtazione dei punti.

Patente scaduta oltre 3 anni

Abbiamo detto che in caso di mancato rinnovo patente si applicano le sanzioni previste dal Codice della Strada. Poco importa se la patente è scaduta da un giorno, un mese o un anno. Tuttavia se la patente fosse scaduta da oltre 3 anni, la Motorizzazione potrebbe (non è previsto un obbligo in tal senso) disporre la revisione della patente. Cosa significa questo? Che la Motorizzazione, al fine di accertarsi se sussistono ancora i requisiti fisici o psichici e l’idoneità teorico-pratica alla guida, potrebbe importi la ripetizione degli esami. Capisci che questa è una eventualità da evitare ad ogni costo, dal momento che un percorso di questo tipo ti esporrebbe ad una notevole perdita di tempo e ad un esborso supplementare di denaro. Senza dimenticare lo scoglio rappresentato dall'esame di teoria, un vero incubo per molti neo-patentati.

Se non vuoi correre certi rischi, ti invitiamo a scaricarti "iPatente", l'applicazione gratuita e ufficiale della Motorizzazione Civile che ti consente, tra le altre cose, di conoscere il saldo punti e la scadenza di validità della tua patente di guida. L'applicazione è disponibile sia su Apple Store che su Google Play.

Patente scaduta assicurazione

Probabilmente starai ancora imprecando per la multa presa, soldi che avresti potuto risparmiarti se fossi stato un po' più accorto. Eppure ti garantiamo che le conseguenze legate ad un mancato rinnovo patente potrebbero essere ben più pesanti. A cosa ci riferiamo esattamente? Alla possibilità che circolando con patente scaduta tu possa essere coinvolto in un incidente stradale

Devi sapere, infatti, che in un caso del genere la compagnia assicurativa garantisce si la copertura assicurativa, dunque paga i danni al danneggiato, ma poi si rivale sull'assicurato con patente scaduta. Tradotto significa che la compagnia ti chiederà di pagare di tasca tua i danni provocati a mezzi e persone. Cifre che potrebbero ammontare a poche migliaia di euro, nel caso in cui si trattasse di un banale tamponamento, ma che potrebbero anche lievitare fino a diverse centinaia di migliaia di euro nel caso in cui i soggetti coinvolti nel sinistro fossero rimasti feriti.

Rinnovo patente ogni quanti anni

La patente di guida deve essere rinnovata a scadenze diverse a seconda della categoria posseduta e dell’età del conducente, a meno che non ci siano fattori che mettano in dubbio la capacità di guida dell'automobilista: azzeramento dei punti, patente scaduta dal oltre 3 anni, patologie che possano interferire con l'idoneità alla guida come cardiopatie, diabete con complicanze, epilessia ecc.

Eccezioni a parte, ricorda che devi procedere al rinnovo patente A o B:

  • ogni 10 anni fino ai 50 anni di età;
  • ogni 5 anni nel caso di età compresa tra 50 e 70 anni;
  • ogni 3 anni nel caso di età compresa tra 70 e 80 anni;
  • ogni 2 anni dagli 81 anni in poi.

La data di rinnovo patente coincide poi con la data del tuo compleanno, un’iniziativa questa che ha lo scopo di facilitare la memorizzazione di questa importante scadenza. Ma attenzione: per le patenti rilasciate prima del 9 febbraio 2012, vale la data di scadenza riportata sul documento, almeno fino al primo rinnovo; solo da questo momento si applica la "regola del compleanno".

Per fare un esempio torniamo al tuo caso e supponiamo che tu festeggi il compleanno il 10 Ottobre. Abbiamo detto che la tua patente è scaduta il 20 Febbraio 2018. Questo significa che nel momento in cui avrai proceduto al rinnovo patente, sul tuo documento sarà apposta come data di scadenza il 10 Ottobre 2028.

Rinnovo patente tagliando adesivo

Dal 1° Gennaio 2014 sono in vigore le nuove procedure per il rinnovo patente. La principale novità ha riguardato l'abolizione del classico talloncino adesivo di rinnovo che il Ministero spediva per posta a casa dell'automobilista e che doveva essere poi applicato sulla patente di guida. Oggi ad ogni rinnovo corrisponde l’emissione di una nuova patente con dati e foto aggiornati. Si tratta in particolare di una tessera plastificata, conforme al nuovo formato europeo e stampato attraverso nuove modalità laser con criteri antifalsificazione.

La nuova patente viene spedita mediante posta assicurata direttamente all'indirizzo dell'automobilista, con costi (6,86 euro) addebitati a quest'ultimo. Il rinnovo patente è una procedura che puoi eseguire ovunque, dunque non necessariamente nel tuo luogo di residenza.

Rinnovo patente prima della scadenza

Se vuoi evitare i rischi legati al mancato rinnovo patente, il suggerimento che ti diamo è di procedere con congruo anticipo: in questo modo avrai la certezza di non incappare in sanzioni o peggio di non subire le tragiche conseguenze derivanti dal coinvolgimento in un incidente stradale. A tal proposito devi sapere che puoi procedere al rinnovo patente a partire dal quarto mese precedente la scadenza, in altre parole se la tua patente scade a Ottobre, puoi attivarti per il rinnovo già dal mese di Giugno.

La procedura prevista per il rinnovo patente prima della scadenza è identica a quella prevista per il rinnovo patente scaduta.

Rinnovo patente visita medica

Le strade per effettuare il rinnovo patente sono diverse. Sicuramente la soluzione più agevole e veloce consiste nell'affidarsi a un’autoscuola abilitata o ad una agenzia di pratiche auto. Accollandosi un costo in più, potrai affidarti alla competenza e alla professionalità di chi fa questo lavoro da tanti anni senza correre il rischio di essere sballottato da un ufficio all'altro. Autoscuole ed agenzie, infatti, sono in grado di provvedere alla predisposizione della documentazione necessaria per il rinnovo, di organizzare la visita medica e più in generale di soddisfare qualunque tua necessità. L'alternativa è il "fai da te": in questo caso dovrai rivolgerti al più vicino ambulatorio della ASL per prenotare una visita medica (o in alternativa cercare un medico abilitato), predisporre i bollettini e pagarli all'ufficio postale e via discorrendo. Qualora scegliessi questa seconda opzione siamo certi che le indicazioni contenute in questo articolo risulteranno comunque molto preziose.

Qualunque sia la modalità scelta è obbligatorio, ai fini del rinnovo patente, sottoporsi ad una visita per l'accertamento dei requisiti fisici e psichici di idoneità alla guida. Chiaramente occorre rivolgersi a dei medici abilitati e in particolare si può scegliere tra:

  • medici delle Asl, medici militari, medici appartenenti ai servizi sanitari delle Ferrovie dello Stato, medici della Polizia di Stato o dei Vigili del fuoco ed altri. Per ricercare i medici abilitati puoi andare sul Portale dell'Automobilista, esattamente su questa pagina www.ilportaledellautomobilista.it/web/portale-automobilista/servizi-online-ricerca-medici-certificatori e cliccare sul pulsante "Ricerca per comune". Se deciderai di rivolgerti all'autoscuola o all'agenzia di pratiche auto, non dovrai occuparti di nulla dal momento che penseranno a tutto loro: in tal caso non dovrai far altro che recarti presso l'autoscuola o l'agenzia nel giorno e all'ora concordati e sottoporti alla visita di un medico convenzionato;
  • alle Commissioni mediche locali (CML), costituite presso le unità sanitarie di ogni capoluogo di provincia.

Per chi è affetto da particolari patologie (ad es. il diabete) la visita è effettuata dai medici specialisti (ad es. nell'area della diabetologia).

Al momento della visita medica per rinnovo patente porta con te:

  • fotocopia fronte retro di un valido documento d’identità;
  • fotocopia fronte retro della patente scaduta e della tessera sanitaria;
  • occhiali e/o lenti a contatto se sei affetto da limitazioni visive correggibili con lenti;
  • ricevuta del pagamento dei diritti sanitari;
  • attestazione del versamento di 10,20 euro su conto corrente intestato al ministero dei Trasporti (il c/c 9001 è disponibile precompilato presso gli uffici postali);
  • attestazione del versamento di 16 euro sul c/c 4028 a titolo imposta di bollo. Il bollettino precompilato è reperibile direttamente alle Poste;
  • due foto formato tessera recenti.

Il medico, una volta effettuata la classica visita medica e certificata l'idoneità al rinnovo, invierà la comunicazione all’Ufficio centrale operativo del Dipartimento per i trasporti attraverso il Portale dell'Automobilista, dunque direttamente via web.

A tal riguardo il Ministero della Salute ha individuato esattamente i contenuti della relazione della visita medica per il rinnovo di validità della patente di guida. Questo il modello di relazione della visita medica per rinnovo patente di guida

Riceverai quindi dal dottore una ricevuta completa dei tuoi dati anagrafici e attestante l’inizio della procedura di rinnovo patente. Tale ricevuta, che ha una validità massima di 60 giorni, fungerà da patente provvisoria, in attesa di ricevere a casa la nuova patente di guida. Attenzione: questa ricevuta, tuttavia, non consente la guida all’estero.

Rinnovo patente costo

Come già anticipato, ai fini del rinnovo patente è necessario innanzitutto provvedere al pagamento dei due bollettini, per una spesa complessiva di 26,20 euro. A questi si aggiungono i costi della visita medica che variano in base alla struttura sanitaria che effettua la prestazione. Se ti rivolgi alla Asl, ad esempio, i diritti sanitari oscillano tra i 20 e i 50 euro.

Potresti conseguire un risparmio qualora richiedessi un appuntamento alle strutture territoriali della Direzione Sanità delle Ferrovie dello Stato. Il costo previsto in questo caso è di 35 euro. A questo indirizzo www.rfi.it/rfi/SERVIZI-E-MERCATO/Servizi-sanitari/Servizi-per-le-persone/sanità-persone trovi le strutture aperte al pubblico. Al momento dell’accesso alla struttura dovrai portare al seguito:

  • una fotografia formato tessera (40x33 mm);
  • il bancomat, la carta prepagata o la carta di credito per effettuare senza costi aggiuntivi il pagamento di euro 35,00 (per patente A e B) o di € 55,00 (per patente C, D, E, K );
  • l’attestazione di versamento di euro 10,20 sul conto corrente postale n. 9001;
  • l’attestazione di versamento di euro 16,00 sul conto corrente postale n. 4028.

Spendi addirittura qualcosa in meno se richiedi una visita ai medici appartenenti al ruolo del Ministero della Salute in servizio presso gli Uffici di Sanità Marittima Aerea e di Frontiera (USMAF e relative Unità territoriali, questo l’elenco). In questo caso il costo è di 30,00 euro da versare sul conto corrente intestato all’USMAF che effettua la prestazione. Nel caso specifico, per la richiesta della visita medica, al momento dell'arrivo nell'ambulatorio USMAF occorrerà compilare, alla presenza del Medico o del personale tecnico, questo specifico modulo.

Un'altra opzione è rappresentata dagli studi medici in cui siano presenti medici autorizzati dalla motorizzazione. L'elenco puoi reperirlo direttamente a questo indirizzo: www.ilportaledellautomobilista.it/web/portale-automobilista/servizi-online-ricerca-medici-certificatori. Anche in questo caso la cifra dovrebbe aggirarsi tra i 30 e i 40 euro.

Ricapitolando: bollettini (26,20 euro), visita medica (da 20 a 50 euro a seconda della struttura a cui ti rivolgi), fototessera (5/10 euro), contributo spese di spedizione della patente 6,80 euro).

Se, invece, ti affidi ad una autoscuola o ad una agenzia di pratiche auto, dovrai pagare un importo omnicomprensivo dei diritti in favore del Ministero, dell'imposta di bollo, della visita medica, del contributo spedizione e del servizio prestato (resta fuori solo il costo per le fototessere). Volendo fornire delle cifre, possiamo dire che tale costo oscilla tra gli 80 e i 120 euro.

Mancata consegna rinnovo patente

Dalla conclusione della visita medica dovresti ricevere la nuova patente nell'arco di 15-20 giorni al massimo. Superato questo termine, se non l'hai ancora ricevuto, ti consigliamo di contattare il numero verde 800.979416 che ti fornirà ogni informazione riguardante la spedizione. Il servizio è disponibile h.24 e 7 giorni su 7 con risponditore automatico e dalle 8:30 alle 14:00 e dalle 14:30 alle 17:30 dal lunedì al venerdì per parlare con un operatore.

In alternativa puoi chiedere il numero dell’assicurata con la quale è stata spedita la patente contattando direttamente il Ministero dei Trasporti. Questo il numero da comporre: 800.232323. Anche in questo caso si tratta di un numero gratuito che risponde al cittadino dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 14.00 e dalle 14.30 alle 17.30, con un operatore. Allo stesso numero puoi rivolgerti per chiedere la creazione e l’invio di una nuova patente, nel caso in cui non sia stato possibile consegnarti la patente (destinatario assente, irreperibile, sconosciuto, ecc.).

Documenti correlati



51829 - GIUSEPPE
30/03/2018
Ho 71 anni una settimana prima della scadenza della patente, mi reco dal medico di famiglia che certifica le mie patologie: diabete e fibrillazione atriale, vado dall'oculista, vado dallo specialista diabetologo, mi fornisco di tale documentazione e mi reco al distretto sanitario del comune vicino (5km). Mi mandano all'ufficio asl del comune a 15 km. Consegno la documentazione e mi informano che sarei stato chiamato da una commissione provinciale. La patente scade. Dopo venti giorni mi chiamano a visita. Devo andare con il taxi, mi reco in tale ufficio provinciale di mercoledì per presentare la documentazione e vengo informato che gli uffici aprono solo il martedì. Chi ha le patologie non solo deve gestirle ma viene oberato da ulteriori iter burocratici che ne appesantiscono il carico. I medici della commissione sono diversi o più qualificati di quelli del distretto o dell'altro ufficio per decidere se le mie patologie non interferiscono con le capacità di guida? Non solo, mantenere commissioni e indennizzarle quanto costa? Grazie per lo spazio e per lo sfogo.

48670 - Hassan
08/03/2017
Quanti giorni prima della scadenza della patente B Speciale posso fare la domanda di rinnovo? Quanto tempo ci vuole per ricevere a casa la nuova patente di guida? Grazie.

46117 - Armando Troisi
04/07/2016
Per lavoro mi sono trasferito all'estero, lasciando la mía patente di guida a casa dove abitavo in affitto. Le persone che sono rimaste non ci sono più e ho paura di aver smarrito la patente. Cosa fare? La patente è già scaduta. Cosa fare?

45614 - Redazione
14/05/2016
Mahmoud, quando risulta necessario aggiornare i dati sulla patente, occorre rivolgersi all'Ufficio della Motorizzazione Civile presentando una domanda redatta su apposito modello denominato TT2112 e allegando una serie di documento, quali: patente in originale in visione e una fotocopia completa della stessa (fronte e retro), due fotografie di cui una autenticata, carta di identità e codice fiscale, due fotografie di cui una autenticata: occorre anche procedere ad effettuare dei versamenti utilizzando dei bollettini in distribuzione presso gli Uffici dell'UMC e gli Uffici Postali.

45607 - Mahmoud
14/05/2016
Per motivi dovuti al luogo di nascita in paese estero l'Agenzia delle entrate mi ha modificato il codice fiscale. La mia patente è ancora valida fino al 11.2019. Cosa bisogna fare per correggere il C.F. vecchio memorizzato presso la motorizzazione civile ai tempi del rilascio della patente? Grazie e cordialità.

45028 - Redazione
08/04/2016
Mario, con il certificato che si è fatto rilasciare e che avrà cura di portare sempre al seguito, non correrà alcun rischio. Al rinnovo della patente dovrà semplicemente aver cura che le sue raccomandazioni circa l'apposizione del secondo nome sulla patente siano rispettate.

45025 - Ottorino Mario F.
08/04/2016
Sono titolare della patente auto Categ.B, rinnovata in data 23.12.2013 e scadente il 23.12.2018 ma con un problema, da sempre dalla data del rilascio Ottobre 1968, riporta il solo 1° nome anche se ad ogni rinnovo ho sempre presentato la documentazione riportante 2 nomi. Ora giorni fa mi è stato contestato il fatto che la patente riporta 1 solo nome mentre il libretto di circolazione dell'auto riporta i 2 nomi come sulla Carta d'Identità. Chiedendo ad una Scuola Guida mi è stato suggerito di attendere il prossimo rinnovo per fare aggiungere il 2° nome che risulta in anagrafe e nel frattempo mi sono fatto rilasciare dal comune di nascita un Certificato attestante le mie esatte generalità, che la persona nata il............ nel comune di.............. con 1 solo nome è la stessa persona nata il............. nel comune di...........- Sapete Voi indicarmi a cosa vado incontro e cosa devo fare per aggiungere il 2° nome sulla nuova patente che mi sarà rinnovata e rilasciata nel dicembre 2018? Attendo una risposta gradita e nel frattempo ringrazio e porgo distinti saluti.

45024 - Redazione
08/04/2016
Giacomo, in effetti non ci vuole tanto. Il problema sta solo nel fatto che riceviamo mediamente ogni giorno più di duecento richieste dai nostri utenti e, offrendo un servizio totalmente gratuito, la nostra redazione non riesce purtroppo a rispondere a tutti. Tornando alla questione si precisa che i codici causali non sono obbligatori, dunque questa sezione del bollettino può essere anche lasciata in bianco.

45017 - Giacomo Lamette
08/04/2016
Scusate, ma se vedete che molti commenti riguardano la richiesta di quale codice causale mettere sul bollettino 9001 e 4028 perché non li inserite direttamente nell'articolo? Diamine, ci vuole tanto per andare incontro all'utenza?

44809 - Stefano
25/03/2016
Ci sono due bollettini da compilare: 9001 e 4028, per entrambi va indicato il codice causale. Per il primo è 002, per il secondo è lo stesso? Dato che siamo in italia, non vorrei che il codice causale cambiasse a seconda del numero del bollettino!

Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata