Esempi di valutazione del personale: modello editabile

Formati
DOC   fac simile (a)
PDF   fac simile (b)
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Da questa scheda si possono scaricare alcuni esempi di valutazione del personale. Si tratta più propriamente di schede con cui il valutatore può esprimere una giudizio sulle prestazioni del singolo lavoratore, sulle competenze tecniche acquisite, sugli obiettivi raggiunti e via discorrendo. Chiaramente può esserci l'esigenza di perfezionare ed adattare la scheda di valutazione del personale al contesto specifico.

A cosa serve una scheda valutazione del personale

La scheda di valutazione del personale ha l'obiettivo di mettere a confronto i risultati raggiunti dal singolo lavoratore, le conoscenze, le competenze e le abilità acquisite, i comportamenti assunti con gli obiettivi fissati dall'azienda.

Valutare le competenze di un lavoratore significa misurare le sue prestazioni, ma anche capire se questi dispone dei profili di competenza necessari per ricoprire quell'incarico specifico. Inoltre la valutazione del personale aiuta a costruire percorsi di carriera che siano coerenti con il percorso fatto dai singoli lavoratori.

Il processo di valutazione del personale viene generalmente condotto una volta all'anno e si articola attraverso una serie di fasi predefinite:

  • fissazione degli obiettivi strategici aziendali;
  • colloqui informativo finalizzato all'assegnazione degli obiettivi individuali;
  • monitoraggio intermedio, per verificare l'andamento della performance;
  • colloquio finale con valutazione delle prestazioni individuali;
  • rendicontazione dei risultati di performance.

Cosa riportare nella scheda di valutazione delle prestazioni

Le informazioni da inserire nella scheda variano in funzione degli aspetti che si intendono valutare: le prestazioni, la personalità, i comportamenti, le competenze acquisite e via discorrendo.

Così attraverso una scheda di valutazione del personale è possibile esprimere un giudizio su diverse aree comportamentali del singolo lavoratore come ad esempio:

  • l'attenzione alle esigenze dell'utenza, ossia la capacità di cogliere i bisogni degli utenti e adoperarsi per soddisfarli, anche attraverso la loro segnalazione ai superiori;
  • la soluzione dei problemi, vale a dire la capacità di focalizzare le cause di un problema e proporre soluzioni efficaci;
  • l'accuratezza e precisione nell'eseguire i compiti assegnati;
  • la flessibilità, vale a dire la disponibilità a modificare i propri schemi e/o orari di lavoro in relazione alle esigenze della struttura;
  • le relazioni con il gruppo di lavoro, ossia la capacità di collaborare in modo costruttivo interpretando e provvedendo alle esigenze del gruppo di lavoro;
  • l'orientamento al risultato, cioè la capacità di conseguire gli obiettivi previsti dal piano di lavoro con iniziativa e autonomia riuscendo a coinvolgere utenti e colleghi;
  • ecc.
Per ognuno di questi aspetti il valutatore può esprimere una valutazione da 1 a 5: 1=SCARSO; 2=INSUFFICIENTE. 3=ADEGUATO; 4=BUONO; 5=OTTIMO.

Come si vede gli elementi che possono figurare in una scheda di valutazione del personale sono tanti. Ciò detto ci sono alcune informazioni che non possono mai mancare:

  • generalità sulla persona sottoposta a valutazione (nome/cognome, matricola, ruolo e mansioni, ecc.);
  • dati identificativi del valutatore;
  • data della valutazione;
  • spazio per eventuali note e/o proposte di azioni di miglioramento (Es. Interventi formativi come formazione in aula, autoformazione, affiancamento, ecc).

Tags:  lavoro

Foto
Free-Photos su Pixabay
Documenti correlati
 
Social
 
Utilità