Servizio Uber: come risolvere eventuali problemi

servizio uber, servizio uber in italia

Grandi città italiane come Roma, Milano, Napoli o Firenze ospitano spesso importanti fiere, eventi e festival di ogni genere. La grande affluenza di visitatori, insieme alla gran quantità di turisti che ogni anno popolano le nostre città e ai pendolari, che volenti o nolenti devono comunque riuscire a muoversi in città per andare a lavoro, aggiungono ulteriore brio al traffico e al tran tran quotidiano. In queste situazioni trovare un taxi è davvero difficile: ecco perché Uber rappresenta una vera e propria manna dal cielo. Nell’articolo che gli abbiamo dedicato “Uber: cos’è, quanto costa e come diventare autista” ti illustriamo nei dettagli come funziona il servizio Uber e come può diventare altresì una buona opportunità di guadagno per chi intendesse offrire questo servizio. Invece, in questo, ti spiegheremo come risolvere alcune delle problematiche che possono verificarsi quando si utilizza la APP di Uber.

Uber: servizio clienti

Quando utilizzi il servizio Uber in Italia, come nel resto del mondo, l’interfaccia con cui dialogare e alla quale segnalare tutti gli eventuali problemi è l’applicazione stessa oppure il sito ufficiale www.uber.com/it. Cliccando sulla sezione ASSISTENZA potrai accedere a numerose informazioni circa l’utilizzo dell’applicazione e il funzionamento del servizio trasporto Uber. Cliccando poi su LA TUA GUIDA AD UBER e poi su PROBLEMI CON LE CORSE E RIMBORSI otterrai la faq completa alla quale attingere, di modo da chiarire la problematica ed evitare complicazioni. Selezionando una tra le decine di situazioni “critiche” presenti, è possibile leggere i preziosi consigli dal servizio assistenza Uber ed in caso richiedere l’intervento di un operatore.

In alternativa all’app e al servizio assistenza sul sito ufficiale è altresì possibile segnalare problemi a Uber tramite Twitter. Accedi con il tuo account, collegati al profilo di Uber Support e scrivi un Tweet generico, chiedendo l’intervento del servizio assistenza. Gli operatori ti risponderanno presto, aggiungendoti ai contatti e fornendoti informazioni utili tramite il sistema di messaggistica privata, così da tutelare la tua privacy e chiarire “a tu per tu” la vicenda.

Servizio assistenza Uber: le risposte alle domande più frequenti

Vogliamo semplificarti le cose, riportando in questo articolo alcune delle risposte pubblicate da Uber sul sito ufficiale. Risposte alle domande più comuni, risposte che potrebbero esserti utili, non solo al verificarsi di una problematica, ma a monte, prima ancora di richiedere una corsa. A proposito, nell’articolo che abbiamo scritto, ti illustriamo anche come si svolgono le operazioni principali, come richiedere o prenotare una corsa, cancellarla e così via.

Ma veniamo a noi e concentriamoci sui problemi più comuni, ma soprattutto su come risolverli.

1. Mi è stata addebitata una tariffa di cancellazione. Quando richiedi una corsa, puoi cancellarla gratuitamente fino a 5 minuti dopo. Se passa più tempo, potrai comunque disdire la corsa, ma dovrai pagare una tariffa variabile dalle 10 alle 14 euro. La tariffa di cancellazione è una misura di tutela per l’autista, che rischia di spostarsi da una parte all’altra della città (perdendo tempo e denaro) per poi vedersi disdetta la prenotazione. Tuttavia, nel caso in cui l’autista giungesse a destinazione con oltre 5 minuti di ritardo sul tempo stimato, avresti diritto a cancellare la corsa gratuitamente.

2. Ho dimenticato un oggetto in auto. In questo caso hai due opzioni: contattare Uber oppure metterti in contatto direttamente con l’autista. Chiaramente Uber ti consiglia la seconda opzione, in quanto un dialogo diretto col possessore dell’automobile può permetterti di giungere in meno tempo alla risoluzione del problema. In questo caso puoi selezionare la voce "Contatta il mio autista per un oggetto smarrito" e organizzarti per la restituzione come meglio credi. Se dopo 24 ore non ti è stato ancora possibile raggiungere un compromesso per la restituzione dell’oggetto smarrito, contatta direttamente l’assistenza clienti Uber, che a sua volta intercederà per te con l’autista, facendo il possibile per tutelare la tua posizione.

3. Il mio codice promozionale non ha funzionato. Se è tuo desiderio applicare ad una corsa uno sconto promozionale, devi inserirlo nel sistema telematico prima della corsa o durante la corsa stessa. Chiaramente, ogni codice può essere applicato ad una sola corsa, dunque se hai un buono da 20 euro, ma il costo della corsa è di 15 euro, perderai i 5 euro eccedenti. Altra cosa importante che devi considerare è che i codici promozionali hanno una data di scadenza e una determinata area di utilizzo, dunque devi fare attenzione. Puoi controllare la data di scadenza e altri dettagli relativi ai tuoi codici sconto nella sezione PROMOZIONI dal menu.

4. La corsa è stata presa da qualcun altro. In questo caso, prima di contattare il servizio Uber per un reclamo, è bene controllare che parenti o amici (che hanno accesso al tuo account) non abbiano effettuato la corsa al posto tuo. Verifica il punto di partenza della corsa: se ti è familiare, può essere che il servizio sia stato richiesto da qualcuno con il tuo telefono. Per evitare spiacevoli intromissioni, Uber raccomanda di sostituire la password con regolarità. Se invece la password l'hai dimenticata collegati a questo indirizzo t.uber.com/forgotpassword per recuperarla.

5. Non riesco a richiedere una corsa. Questi i motivi che potrebbero essere alla base di un problema di questo tipo: hai un pagamento in sospeso con Uber, oppure la transazione effettuata con la tua carta di credito è stata rifiutata in occasione di una corsa precedente (l'appa ha mostrato messaggi del tipo "Richiesta non riuscita: Carta rifiutata", "Modalità di pagamento non valida. Aggiorna le impostazioni di pagamento", ecc.). In questo caso Uber consiglia di saldare il debito o di aggiungere una nuova modalità di pagamento. Se il problema persiste anche con la nuova carta, allora potrebbe rendersi necessario contattare la banca o direttamente la società che ha emesso la carta. Puoi saldare l'insoluto anche recandoti sul sito all'indirizzo riders.uber.com.
Ma il motivo potrebbe anche essere dovuto semplicemente al fatto che in quel momento non ci sono autisti Uber disponibili nella zona in cui ti trovi. Ti ricordiamo che Uber non è ancora disponibile in tutte le città italiane; queste le città servite da Uber. Infine è possibile che in fase di registrazione al servizio tu non abbia confermato il tuo indirizzo email o numero di telefono, la qual cosa non ti abilita di fatto all'utilizzo del servizio.

6. Abbiamo fatto la strada sbagliata. L’autista ha percorso un tragitto sbagliato, che ha fatto lievitare la tariffa a causa del traffico o a causa della lunghezza del percorso. E' vero le tariffe di Uber sono calcolate su distanza e tempo di corsa, tuttavia eventi come traffico, incidenti, perturbazioni o lavori in corso possono modificare la tariffa calcolata dalla App senza però che alcuna responsabilità possa essere imputata all'autista. Tuttavia se ritieni che l’aumento della tariffa sia stato causato dal comportamento dell’autista, che ha volontariamente scelto un tragitto più lungo, non esitare a contattare Uber, che provvederà a rivedere l’importo corrisposto. A tal proposito tal senso Uber ti offre la possibilità di segnalare il percorso fatto dall'autista direttamente sul proprio sito. Ti consigliamo di fornire gli indirizzi e gli incroci esatti.

7. L'autista mi ha richiesto il pagamento di un pedaggio o di un parcheggio. Può capitare che l'autista sia tenuto al pagamento di un pedaggio ad esempio per l'utilizzo dell'autostrada, di un ponte o di un tunnel urbano. In questi casi, tuttavia, l'importo del pedaggio viene sommato alla tua tariffa. Se l'autista ti ha chiesto di corrispondere il pedaggio a parte e in contanti, allora hai diritto al rimborso. Ti consigliamo di contattare il servizio assistenza Uber.

8. L'autista ha effettuato una sosta non richiesta. Se l'autista ha effettuato una fermata lungo il tragitto da te non richiesta, magari per pagare un bollettino alle poste o per fare un acquisto al supermercato, ti consigliamo di farlo presente al servizio assistenza, il quale fatte le opportune verifiche potrebbe riconoscerti il rimborso della somma in più che ti è stata addebitata.

9. In generale ho avuto problemi con l'autista: se l'autista non ha avuto un comportamento rispettoso ed educato, ha guidato in maniera distratta e a forte velocità, oltre i limiti consentiti in quel tratto di strada, oppure non ha accettato la tua destinazione, comunicalo tempestivamente al servizio asssistenza. Uber è molto sensibile a questioni che attengono alla sicurezza dei propri utenti e alla qualità dei servizi offerti. Stai pur certo che fornendo tutte le informazioni possibili sull'accaduto, Uber si farà sentire nei confronti del proprio autista.

10. L'auto era sporca e maleodorante. Anche questi aspetti determinano la qualità del servizio, dunque se ritieni che le tue aspettative siano state disattese invia una segnalazione.

11. Mi serve una copia della ricevuta. Puoi controllare in ogni momento la cronologia delle corse sul sito riders.uber.com. Se desideri avere una copia della ricevuta, non dovrai far altro che cliccare su RINVIA, così da ricevere una copia della ricevuta all'indirizzo e-mail collegato al tuo account Uber. Qualora non la visualizzassi tra la POSTA IN ARRIVO, prova nella cartella SPAM o POSTA INDESIDERATA. Per ottenere maggiori informazioni vai su ACCOUNT E PROFILO > ABBONAMENTI SMS e d E-MAIL e seleziona "NON STO RICEVENDO RICEVUTE/E-MAIL/PROMOZIONI".

12. Desidero modificare la mia valutazione per questo autista. L’azienda statunitense offre l’opportunità a tutti i passeggeri di valutare il servizio Uber e l’autista, così da garantire sempre un elevato standard di qualità. La valutazione va da 1 a 5 stelle, in base al tuo livello di soddisfazione. Presta attenzione a questo aspetto, perché è molto importante per Uber. Se vuoi modificare la valutazione che hai dato ti basterà recuperare la ricevuta di viaggio ed aggiornarla.

13. Cambio metodo di pagamento per questa corsa. È possibile modificare la modalità di pagamento di una corsa, sia prima, sia durante la corsa stessa. Se il prezzo relativo alla corsa appena effettuata viene addebitato sul metodo di pagamento errato, allora dovrai contattare l’assistenza, che provvederà ad addebitarlo su una carta differente. Ti ricordiamo che è possibile utilizzare sia carte di credito, sia carte prepagate, sia Paypal.

Infine, ci teniamo a farti presente che nel caso in cui tu utilizzassi un semplice taxi per spostarti in piccole o grandi città italiane, le modalità per segnalare eventuali problemi e disservizi sarebbero altre. Te le illustriamo nell’articolo “Come e quando reclamare contro un conducente di taxi”, all'interno del quale potrai scaricare anche la modulistica utile a formalizzare il reclamo.

Documenti correlati
Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata