Assicurazione mutuo, quando chiedere il rimborso

assicurazione mutuo, costo assicurazione mutuo

Nel momento in cui contrai un mutuo per l'acquisto della tua nuova casa, la banca - come prassi - associa al contratto un’assicurazione mutuo che ti consente di estinguere il finanziamento in caso di decesso, perdita del lavoro, invalidità permanente o al manifestarsi di eventi quali incendio, distruzione o danneggiamento dell’immobile. Una spesa in più, dunque, che si aggiunge al costo della rata. Ma vediamo quali tipi di polizze mutuo ci sono e a che cosa prestare particolare attenzione per non farsi aggirare dalle banche.

Assicurazione mutuo: quali sono

Ci sono svariate tipologie di assicurazione mutuo. C'è quella contro "l'incendio e lo scoppio", obbligatoria per tutti dal momento che con la perdita dell'immobile per un eventuale incendio o distruzione, il cliente sospende il pagamento del rate, con la conseguenza che il mutuo viene rimborsato dalla compagnia assicurativa. Il costo di questa polizza è già ricompreso nel costo totale del mutuo, puoi verificarlo facilmente danno uno sguardo alla voce “Isc” o costi del mutuo presente nei documenti che ti ha rilasciato la banca. 

Poi vi è la cosiddetta “temporanea caso morte” (TCM), un prodotto assicurativo che consente di garantire l’estinzione del mutuo in seguito alla morte dell’assicurato. Si tratta di fatto di una tipologia di assicurazione mutuo che, seppure non obbligatoria, risulta particolarmente adatta a chi intende tutelare la propria famiglia attraverso la garanzia di un capitale sufficiente all’estinzione del mutuo in caso di decesso prematuro.

Un'altra tipologia di assicurazione mutuo è quella ad esempio che garantisce il mutuatario da una eventuale perdita del lavoro. Anche questa come la precedente è facoltativa, ma possono comunque essere richieste dalla banca come aggiuntive per motivi di maggiore tutela.

Costo assicurazione mutuo

Il costo di una assicurazione mutuo varia in funzione di molteplici variabili: ad esempio dell’età e del sesso del richiedente, del suo stato di salute (occorre compilare un questionario medico), del lavoro svolto (fare il commercialista o il paracadutista non è la stessa cosa). Ad incidere è anche la durata del mutuo, nel senso che tanto più lungo è il piano di ammortamento, tanto più tanto più alto è il costo della polizza.

Assicurazione mutuo: i comportamenti delle banche

Va detto che la banca non può obbligarti a sottoscrivere una polizza assicurativa sulla vita di cui è ella stessa venditrice e beneficiaria, ponendola come condizione per la conclusione del contratto di mutuo. Se la ritiene necessaria, deve sottoporre alla tua attenzione almeno due preventivi di assicurazione mutuo risalenti a due differenti gruppi assicurativi.

Addirittura potresti essere tu stesso a cercarti una assicurazione mutuo sul mercato (hai 10 giorni di tempo per farlo), rivolgendoti ad una qualsiasi altra compagnia assicurativa, magari quella in cui hai già stipulato altri contratti (es. la polizza auto, la polizza per la tua pensione, ecc.), al fine di ottenere un risparmio in termini di costo del premio. Bada bene: nel momento in cui la banca accetta l’assicurazione mutuo che gli hai proposto, poi non può variare le condizioni precedentemente offerte per l’erogazione del finanziamento. Leggi in proposito l’articolo “Assicurazioni sui mutui: stop agli abusi!”.

Assicurazione mutuo: estinzione anticipata

L’assicurazione mutuo ha una durata generalmente pari a quella del finanziamento ed un premio che può essere pagato in un’unica soluzione, al momento della stipula, oppure in forma dilazionata insieme alle rate del mutuo. Ma cosa accade se, avendo pagato la polizza in un’unica soluzione, ad un certo punto decidi si estinguere anticipatamente il mutuo? In questo caso hai il diritto di farti restituire la parte di premio pagato relativo al periodo residuo rispetto alla scadenza originaria. Questo il fac simile di rimborso della polizza assicurativa mutuo che puoi utilizzare.

A volte accade però che la banca si opponga alla restituzione del premio già versato, magari appellandosi ad una precisa clausola prevista in contratto, secondo la quale l’assicurazione mutuo resterebbe in vita anche con l’estinzione anticipata o comunque non sarebbe rimborsabile. In realtà così non è e se c’è effettivamente una clausola che prevede che la polizza collegata al mutuo resti in vigore anche dopo l'estinzione anticipata del finanziamento essa è da ritenersi nulla.

Se dunque la banca fa orecchie da mercante, trascorsi 30 giorni dalla richiesta, ti consigliamo di inoltrare un reclamo scritto all’istituto. Se neppure in questo modo riesci a risolvere la questione allora non ti resta che rivolgerti all’Arbitro Bancario Finanziario (“Problemi con la tua banca? Rivolgiti all'Arbitro Bancario e Finanziario”).

Se la polizza ti è stata venduta da una compagnia assicurativa, esponi il reclamo all’IVASS (questo il modello da utilizzare)

Assicurazione mutuo: surroga

Nel caso in cui tu abbia deciso di surrogare il mutuo, ossia di sostituire il tuo mutuo con un altro offerto da un’altra banca, (leggi “Surroga del mutuo, ecco perchè conviene”), hai una duplice possibilità:

a) trasferire l’assicurazione mutuo presso la banca subentrante. Si dice in questi casi che la polizza ti segue, senza costi aggiuntivi e senza che debba essere istruita una nuova pratica;
b) disdire la polizza e ottenere il rimborso del premio non goduto. Anche in questo caso puoi utilizzare questo fac simile di rimborso della polizza assicurativa mutuo.

Le imprese possono trattenere dall’importo dovuto le spese amministrative effettivamente sostenute per l’emissione del contratto e per il rimborso del premio, a condizione che le stesse siano indicate nella proposta, nella polizza ovvero nel modulo di adesione alla copertura assicurativa. In ogni caso tali spese non devono essere tali da costituire un limite alla portabilità dei mutui/finanziamenti ovvero un onere ingiustificato in caso di rimborso.

Documenti correlati



52122 - Redazione
11/05/2018
Mario, temiamo che abbia ragione l'istituto, lei ha già avuto la possibilità di estinguere un debito pregresso pagando meno di quanto avrebbe dovuto.

52116 - Mario
11/05/2018
Buongiorno vorrei fare una domanda .. Ho fatto un mutuo nel 2007 sottoscrivendo una assicurazione di 17mila euro. Nel febabraio 2018 chiudo il mutuo in saldo e stralcio. La banca mi dice che non avrò nessun rimborso delle rate non usufruite. E' giusto oppure ci stanno marciando sopra? Grazie ciao

51857 - alberto
01/04/2018
Salve, avendo stipulato una polizza vita sul mio mutuo in caso di surroga il premio che dovrebbe essermi restituito è il totale intero o vengono escluse le provvigioni? Mi spiego meglio: ho letto sul contratto che il totale della polizza che ho pagato e di 3345 circa di cui il 38% sono provvigioni dell'intermediario. Nello specifico "i costi a carico dell'assicurato compresi nel premio unico sono di euro 1582 ed includono le provvigioni percepite dall'intermediario pari a 1277 euro" premetto che il mutuo è stato effettuato con il banco di napoli e l'assicurazione vita è e sempre intesa sanpaolo. Grazie infinitamente

51398 - Redazione
23/01/2018
Mimmo, infatti non può essere. La banca/assicurazione deve restituirle la parte di premio pagato relativo al periodo residuo rispetto alla scadenza originaria.

51379 - Mimmo
22/01/2018
Buongiorno, sto surrogando il mutuo con altro istituto e volevo chiudere la vecchia polizza morte (pagata in un unica soluzione) adesso mi dicono che siccome ho pagato in un unica soluzione la polizza è bloccata x 10 anni e non posso chiedere il rimborso. Ma può essere? O mi stanno prendendo in giro??

51310 - Lucia
16/01/2018
Buongiorno Devo effettuare una surroga e ho saputo che posso richiedere il rimborso del premio assicurativo (legato al mutuo) non goduto. Ho controllato la documentazione della banca e quella assicurativa. Ho scoperto che, nel corso di 15 anni mi sono state addebitate due assicurazioni: la prima, sulla vita, integrata alla rata di mutuo mensile, di 18, 55 euro (quindi elargiti direttamente alla banca). La seconda annuale (tramite una società assicurativa distinta), legata a danni sul fabbricato, di 184,79. Entrambe mi sono state imposte obbligatoriamente in sede notarile nel 2003 dalla banca. Ho diritto a rimborso? E, se sì, devo inviare due distinte raccomandate? (una all'assicurazione e l'altra alla banca?) Non so come comportarmi. Se potete aiutarmi, grazie di cuore! Lucia

50264 - Redazione
12/09/2017
Fabio, se ha stipulato anche una nuova polizza, allora la vecchia compagnia di assicurazione, ossia quella con cui ha stipulato la polizza in occasione del precedente mutuo, è tenuta a restituirle la quota di premio pagato per il quale non c’è stato alcun godimento della copertura.

50261 - Fabio
12/09/2017
Salve, ho stipulato un mutuo di 103.000,00 euro per acquisto casa più 2200 euro per polizza vita x un totale di MUTUO trentennale DI 105.220,00. Adesso sto effettuando surroga con altra banca dopo 4 anni dalla stipula del vecchio mutuo. Mi chiedo se ho diritto al rimborso della parte restante della polizza vita e della polizza incendio e scoppio, pagata a parte al mutuo... Grazie anticipatamente x la risposta.

50175 - marcello
05/09/2017
Buongiorno avendo fatto la surroga del mutuo, stipulato nel 2015, con un altro istituto quindi con relative polizze sul mutuo e sulla casa, il vecchio istituto mi sta facendo pagare ancora la polizza incendio e scoppio fino a Giugno 2018 poichè annuale. Praticamente sto pagando due polizze incendio e scoppio per lo stesso immobile: tutto cio' e' possibile?

49916 - Redazione
12/07/2017
Alberto, la formula per il calcolo del premio non goduto che la compagnia assicurativa è tenuta a restituire, dovrebbe essere riportata nel fascicolo informativo. Al di là della formula, peraltro decisamente complessa, tenga presente che ai fini del calcolo del rimborso spettante non può fare una semplice proporzione tra l'effettiva durata del vecchio mutuo e quanto effettivamente ha sostenuto in termini di copertura assicurativa. Questo per il semplice fatto che la copertura assicurativa è maggiore nei primi mesi del mutuo, quando il debito da rimborsare alla banca è ancora alto. Man mano che le rate vengono rimborsate, si riduce la quota capitale da restituire e di conseguenza la garanzia richiesta all’assicurazione sarà sempre più bassa. Detto questo, le consigliamo di recarsi in banca o meglio presso la sede della compagnia e chiedere spiegazioni.