Assicurazione mutuo, quando chiedere il rimborso

assicurazione mutuo, costo assicurazione mutuo

Nel momento in cui contrai un mutuo per l'acquisto della tua nuova casa, la banca - come prassi - associa al contratto un’assicurazione mutuo che ti consente di estinguere il finanziamento in caso di decesso, perdita del lavoro, invalidità permanente o al manifestarsi di eventi quali incendio, distruzione o danneggiamento dell’immobile. Una spesa in più, dunque, che si aggiunge al costo della rata. Ma vediamo quali tipi di polizze mutuo ci sono e a che cosa prestare particolare attenzione per non farsi aggirare dalle banche.

Assicurazione mutuo: quali sono

Ci sono svariate tipologie di assicurazione mutuo. C'è quella contro "l'incendio e lo scoppio", obbligatoria per tutti dal momento che con la perdita dell'immobile per un eventuale incendio o distruzione, il cliente sospende il pagamento del rate, con la conseguenza che il mutuo viene rimborsato dalla compagnia assicurativa. Il costo di questa polizza è già ricompreso nel costo totale del mutuo, puoi verificarlo facilmente danno uno sguardo alla voce “Isc” o costi del mutuo presente nei documenti che ti ha rilasciato la banca. 

Poi vi è la cosiddetta “temporanea caso morte” (TCM), un prodotto assicurativo che consente di garantire l’estinzione del mutuo in seguito alla morte dell’assicurato. Si tratta di fatto di una tipologia di assicurazione mutuo che, seppure non obbligatoria, risulta particolarmente adatta a chi intende tutelare la propria famiglia attraverso la garanzia di un capitale sufficiente all’estinzione del mutuo in caso di decesso prematuro.

Un'altra tipologia di assicurazione mutuo è quella ad esempio che garantisce il mutuatario da una eventuale perdita del lavoro. Anche questa come la precedente è facoltativa, ma possono comunque essere richieste dalla banca come aggiuntive per motivi di maggiore tutela.

Costo assicurazione mutuo

Il costo di una assicurazione mutuo varia in funzione di molteplici variabili: ad esempio dell’età e del sesso del richiedente, del suo stato di salute (occorre compilare un questionario medico), del lavoro svolto (fare il commercialista o il paracadutista non è la stessa cosa). Ad incidere è anche la durata del mutuo, nel senso che tanto più lungo è il piano di ammortamento, tanto più tanto più alto è il costo della polizza.

Assicurazione mutuo: i comportamenti delle banche

Va detto che la banca non può obbligarti a sottoscrivere una polizza assicurativa sulla vita di cui è ella stessa venditrice e beneficiaria, ponendola come condizione per la conclusione del contratto di mutuo. Se la ritiene necessaria, deve sottoporre alla tua attenzione almeno due preventivi di assicurazione mutuo risalenti a due differenti gruppi assicurativi.

Addirittura potresti essere tu stesso a cercarti una assicurazione mutuo sul mercato (hai 10 giorni di tempo per farlo), rivolgendoti ad una qualsiasi altra compagnia assicurativa, magari quella in cui hai già stipulato altri contratti (es. la polizza auto, la polizza per la tua pensione, ecc.), al fine di ottenere un risparmio in termini di costo del premio. Bada bene: nel momento in cui la banca accetta l’assicurazione mutuo che gli hai proposto, poi non può variare le condizioni precedentemente offerte per l’erogazione del finanziamento. Leggi in proposito l’articolo “Assicurazioni sui mutui: stop agli abusi!”.

Assicurazione mutuo: estinzione anticipata

L’assicurazione mutuo ha una durata generalmente pari a quella del finanziamento ed un premio che può essere pagato in un’unica soluzione, al momento della stipula, oppure in forma dilazionata insieme alle rate del mutuo. Ma cosa accade se, avendo pagato la polizza in un’unica soluzione, ad un certo punto decidi si estinguere anticipatamente il mutuo? In questo caso hai il diritto di farti restituire la parte di premio pagato relativo al periodo residuo rispetto alla scadenza originaria. Questo il fac simile di rimborso della polizza assicurativa mutuo che puoi utilizzare.

A volte accade però che la banca si opponga alla restituzione del premio già versato, magari appellandosi ad una precisa clausola prevista in contratto, secondo la quale l’assicurazione mutuo resterebbe in vita anche con l’estinzione anticipata o comunque non sarebbe rimborsabile. In realtà così non è e se c’è effettivamente una clausola che prevede che la polizza collegata al mutuo resti in vigore anche dopo l'estinzione anticipata del finanziamento essa è da ritenersi nulla.

Se dunque la banca fa orecchie da mercante, trascorsi 30 giorni dalla richiesta, ti consigliamo di inoltrare un reclamo scritto all’istituto. Se neppure in questo modo riesci a risolvere la questione allora non ti resta che rivolgerti all’Arbitro Bancario Finanziario (“Problemi con la tua banca? Rivolgiti all'Arbitro Bancario e Finanziario”).

Se la polizza ti è stata venduta da una compagnia assicurativa, esponi il reclamo all’IVASS (questo il modello da utilizzare)

Assicurazione mutuo: surroga

Nel caso in cui tu abbia deciso di surrogare il mutuo, ossia di sostituire il tuo mutuo con un altro offerto da un’altra banca, (leggi “Surroga del mutuo, ecco perchè conviene”), hai una duplice possibilità:

a) trasferire l’assicurazione mutuo presso la banca subentrante. Si dice in questi casi che la polizza ti segue, senza costi aggiuntivi e senza che debba essere istruita una nuova pratica;
b) disdire la polizza e ottenere il rimborso del premio non goduto. Anche in questo caso puoi utilizzare questo fac simile di rimborso della polizza assicurativa mutuo.

Le imprese possono trattenere dall’importo dovuto le spese amministrative effettivamente sostenute per l’emissione del contratto e per il rimborso del premio, a condizione che le stesse siano indicate nella proposta, nella polizza ovvero nel modulo di adesione alla copertura assicurativa. In ogni caso tali spese non devono essere tali da costituire un limite alla portabilità dei mutui/finanziamenti ovvero un onere ingiustificato in caso di rimborso.

Documenti correlati



49458 - Redazione
25/05/2017
Francesco, il suo mutuo è rimasto lo stesso, ha solo rinegoziato alcune condizioni. Dunque non può chiedere il rimborso parziale o totale del premio.

49452 - S. Francesco
24/05/2017
Buongiorno, ho un mutuo in essere, rinegoziato da poco. Vorrei mantenere il mutuo con la stessa banca e ricevere il premio non goduto in quanto l'assicurazione, che prima mi serviva, ora non mi serve più. Credo di avere tale facoltà, che ovviamente mi viene negata da banca e assicurazione. Ho ragione a pretendere il premio non goduto o per farlo devo necessariamente fare surroga con altra banca? Grazie

49398 - Redazione
19/05/2017
Manuel, non c'è un tempo definito per legge, ma 60 giorni riteniamo sia un tempo sufficiente per regolarizzare il rimborso. Le consigliamo di inoltrare un sollecito scritto, così da porre le basi per un eventuale ricorso all'Arbitro Bancario Finanziario nel caso in cui la banca non si attivasse in tal senso.

49395 - Redazione
19/05/2017
Alfonso, inoltri una richiesta scritta.

49389 - Manuel
18/05/2017
Buonasera, ho fatto la surroga del mutuo in data 15.3.2017. In quell'occasione, come previsto anche da regolamento del prodotto acquistato, ho estinto anticipatamente anche la polizza multirischi collegata al mutuo, chiedendone il rimborso del premio non goduto. Ad oggi, dopo poco più di 60gg però, non ho ancora ricevuto il rimborso. Aggiungo che la polizza era una mia e una a nome di mia moglie, e all'apertura di questo mutuo, la banca ci aveva concesso un finanziamento per l'acquisto delle 2 polizze, che ho provveduto ad estinguere anch'esso sul capitale residuo, il 15.3.2017. Esiste un tempo massimo previsto per il rimborso di questo tipo a cui la compagnia assicurativa si deve attenere? È normale quindi che trascorsi oltre 60 gg non abbia ancora ricevuto la somma di denaro spettante? Grazie mille, cordiali saluti

49378 - Alfonso
17/05/2017
Ho estinto il 13 marzo 2017 un finanziamento stipulato il 9 dicembre 2016, la banca mi ha detto che l'assicurazione deve rimborsarmi la polizza..... ad ora niente.

49044 - Silvia
17/04/2017
Salve vorrei in consiglio su come comportarmi, avevo un mutuo presso ING Direct con relativa polizza assicurativa correlata stipulata con CNP assicurazioni. Lo scorso 27 febbraio abbiamo fatto la surroga del mutuo presso un'altra banca. Dopo una decina di giorni ho inviato la lettera per riavere il premio non goduto allegando una dichiarazione della banca ING che indicava al 27.02 un debito residuo pari a 0. Non avendo risposta ho ricontattato CNP che mi richiede ulteriore documentazione ovvero una quietanza di pagamento del debito residuo da parte della nuova banca nei confronti di ING e un piano di ammortamento pari a 0. Purtroppo ING continua a dirmi che non rilasciano questo tipo di documentazione perché per loro è sufficiente dichiarare un residuo pari a 0 e che non producono piani di ammortamento modificati con residuo pari a 0 anticipato. Cosa mi suggerite di fare?

48971 - Silvia
08/04/2017
Salve ho fatto circa 40 gg fa l'atto notarile per una surroga del mutuo, oggi sarei intenzionata a disdire la polizza vita correlata al mutuo e firmata nello stesso giorno; questo perché fatti vari preventivi fuori dalla banca, mi sono reso conto che il prodotto che abbiamo non e' vantaggioso, ma ho paura che questa azione possa avere ripercussioni sul tasso del mutuo. Credete possa essere possibile che la banca mi faccia questo tipo di rivalsa?

48753 - ivana
17/03/2017
Buongiorno, 5 anni fa ho acquistato un appartamento al 50% con il mio ex compagno. Abbiamo aperto un mutuo ed insieme a questo una polizza sulla vita, Ora io cederó la mia quota al mio ex perciò ho intenzione di disdire la polizza. Ho diritto a ritirare i soldi versati fin ora?

48598 - Redazione
02/03/2017
Mauro, nel caso specifico l'informazione è corretta.

Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata