Disservizi telefonici: come chiedere l'indennizzo automatico

http://www.sxc.hu/photo/46936

Nell'ottica di assicurare una maggiore tutela alle ragioni dei consumatori, l'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha introdotto per talune tipologie di disservizio, quali il ritardo nell'attivazione dei servizi richiesti, l'ingiustificata sospensione o cessazione amministrativa dei servizi o l'omessa o ritardata portabilità del numero, l'obbligo da parte della compagnia di corresponsione di un indennizzo.

L'importante novità sta nel fatto che tale indennizzo dovrà essere corrisposto in maniera automatica, mediante accredito nella prima fattura utile, a seguito di una semplice segnalazione del disservizio da parte dell'utente.

Dunque dopo l'energia elettrica e il gas, dal 2012 anche nel settore della telefonia gli utenti potranno vedersi riconoscere il diritto agli indennizzi senza essere costretti a ricorrere alla conciliazione, al giudice di pace o alla giustizia ordinaria.

Questo il fac simile di segnalazione del disservizio che l'utente dovrà inviare al proprio gestore con la relativa richiesta di indennizzo.

Precedentemente gli indennizzi erano basati su quelli determinati autonomamente dalle singole compagnie, con la conseguenza che l'indennizzo riconosciuto per lo stesso disservizio poteva essere differente a seconda dell'operatore coinvolto e che, in alcuni casi, la somma riconosciuta risultasse inadeguata rispetto all'effettivo pregiudizio subito dall'utente.

Invece il nuovo Regolamento varato dall'Agcom in esecuzione della Delibera 124/10/Cons. introduce - in relazione a diverse fattispecie di disservizio - un criterio minimo di calcolo da applicare per la determinazione dell'indennizzo dovuto. Riportiamo una tabella esemplificativa delle misure di indennizzo introdotte:

Fattispecie

Indennizzo

omessa o ritardata attivazione del
servizio

euro 7,50 per ogni giorno di ritardo; 2,00 per cambio operatore senza interruzione;
per servizi accessori ½ del canone specifico o 1 euro

sospensione o cessazione del
servizio

euro 7,50 per ogni giorno di sospensione, per servizi accessori ½ del canone specifico o 1 euro

malfunzionamento del servizio

euro 5,00 per ogni giorno di interruzione

omessa o ritardata portabilità del numero

euro 5,00 per ogni giorno di ritardo; 2,5 per utenze mobili

attivazione o disattivazione non richiesta della prestazione di carrier selection o carrier pre-selection

euro 2,50 per ogni giorno di attivazione o disattivazione

attivazione di servizi o profili tariffari non richiesti

euro 5,00 per ogni giorno di attivazione

perdita della numerazione per causa imputabile all’operatore

euro 100,00 per ogni anno di precedente utilizzo del numero

omessa o errata indicazione negli elenchi telefonici pubblici

euro 200,00 per ogni anno di disservizio

mancata o ritardata risposta ai reclami

Euro 1,00 per ogni giorno di ritardo

Per le utenze affari alcuni indennizzi raddoppiano, altri addirittura quadruplicano, mentre se il servizio interessato è accessorio alcuni indennizzi si riducono.

Per gli inadempimenti e i disservizi diversi da quelli elencati si applica l'indennizzo previsto per i casi similari. Se ciò non è possibile allora si applica, come indennizzo giornaliero, la metà del canone mensile stabilito per il servizio oggetto dell'inadempienza o del disservizio.

Infine gli indennizzi non sono dovuti se viene riscontrato un utilizzo anomalo (o non conforme al contratto) del servizio da parte del cliente.

Documenti correlati



50554 - Antonio
10/10/2017
Ciao a tutti, volevo sapere se posso mandare disdetta per cessare la linea wind senza pagare penali, avendo la linea totalmente non funzionante ne voce ne dati da 8 giorni

50512 - Redazione
04/10/2017
Fabrizio, certo che ha diritto ad un indennizzo.

50500 - F. Giuliano
04/10/2017
Sono circa 15 giorni che il nostro telefono (06 90...26) e' isolato. Chiediamo rimborso per il perdurare del disservizio!

50495 - Fabrizio
03/10/2017
Da Giovedì 28/11 la mia linea privata Wind (absolute adsl) non funziona, né telefono, né adsl. Ho aperto immediatamente il guasto, rispondono diversi operatori che non hanno risposte, e dicono che ci sono problemi tecnici da risolvere. Nessuno mi contatta, ormai è quasi una settimana di buio. Ho diritto ad un risarcimento?

50395 - Redazione
25/09/2017
Anna Maria, assolutamente si ... per sospensione del servizio.

50372 - Anna Maria C.
25/09/2017
Dal 20/09/2017 la TIM ha sospeso la mia connessione ad internet pur essendo a credito di 2 giga e un credito residuo di € 20,63. Gli operatori del call center hanno riconfigurato per ben tre volte la linea senza successo. Certamente cambierò operatore ma gradirei sapere se ho diritto a qualche indennizzo. GRAZIE per l'eventuale riscontro.

50328 - Redazione
19/09/2017
Valentina, il fatto che la situazione si sia risolta positivamente, non significa che l'azienda non possa richiedere l'indennizzo per il ritardo subito nell'attivazione; se riesce a dimostrare e soprattutto a quantificare il danno, il soggetto in questione potrà anche pretendere un maggior risarcimento.

50322 - Valentina V.
19/09/2017
Buongiorno, a luglio abbiamo sottoscritto un nuovo contratto Business con Vodafone per rete fissa e cellulare. Il numero di cellulare in questione doveva passare da wind a vodafone. In data 11/08 la scheda wind smette di funzionare mentre la scheda vodafone che ci hanno rilasciato non ha servizio. Si scopre che il numero di cellulare era stato abbinato per sbaglio ad una sim della Station invece che alla sim dati. Dopo una serie di segnalazioni il problema viene risolto in data 05/09 quindi con quasi mese di ritardo, periodo nel quale il mio collega era senza linea telefonica. Volevo sapere se ci spetta il rimborso e se possiamo chiederlo ora anche se la situazione è risolta. Grazie

50273 - Gerardo
15/09/2017
Buonasera, sono un abbonato alla fibra vodafone 100mb e telefonia, la sera del 21/08/2017 mi sono accorto che non funzionava né internet né telefonia, siccome era già capitato e non potendo telefonare il giorno 22/08/2017 ho provveduto ad inoltrare una segnalazione, ma anche un reclamo dovuto al fatto che ero abbonato da appena 9 mesi e questo problema lo avevo avuto altre 4 volte per le quali rimanevo isolato per 2 o 3 giorni. Il giorno 24/08/2017 la vodafone mi invia un messaggio con la presa in carico della segnalazione ma ben 2 giorni dopo, in data 24/08/2017. Il giorno 27/08/2017; a seguito del sopralluogo del tecnico a casa, riscontrano che la vodafone station era guasta e mi informano che mi avrebbero spedito una nuova station. Il 31/08/2017 arriva la nuova, si fa per dire perché si vedeva che era usata, ma povero me non era funzionante. Tra segnalazioni e reclami vari il giorno 6/9/2017 il tecnico della TIM, vista la mancanza di problemi della linea, ritorna a fare il sopralluogo presso la mia abitazione e oltre a confermarmi che la vodafone station non era nuova, mi conferma che anche quest'altra vodafone station era guasta, quindi si mette nuovamente in contatto con la vodafone e stabiliscono che si doveva procedere alla nuova sostituzione della vodafone station. Partono altri reclami ma nulla più. Sulla my page nel progressivo della segnalazione il giorno 11/09/2017 viene annotato che erano sorti dei problemi e che mi avrebbero inviato una nuova vodafone station. Il giorno 13/09/2017 mi viene recapitata la nuova vodafone station e fortunatamente una funzionante, anche se non si sa per quanto. Volevo avere conferma di aver diritto al risarcimento e volevo sapere da quale delle date parte la decorrenza (visto che sembri si calcoli a giorni). grazie della cortese risposta arrivederci

50105 - Redazione
29/08/2017
Maria, ha diritto all'indennizzo senza alcun dubbio.

Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata