Trasporto ferroviario, ecco il modulo per segnalare i disservizi all'Authority

reclamo per disservizi trasporto ferroviario , reclamo ritardo treno

Il tuo treno è stato soppresso e non ne sei stato informato? Ritieni che non siano stati rispettati gli obblighi relativi a disabili e persone a mobilità ridotta? Il personale ferroviario si è rifiutato di caricare la tua bici sul treno benché il servizio lo prevedesse? Ritieni di non essere stato adeguatamente informato sugli indennizzi e i risarcimenti dovuti in caso di ritardo, coincidenze perse e soppressioni? Il treno su cui hai viaggiato aveva l'impianto di riscaldamento guasto? Le carrozze, e in particolare i servizi igienici, erano sporchi?

Grazie ad un nuovo regolamento sulla tutela dei passeggeri nel trasporto ferroviario (d.lgs. n.70/2014), entrato in vigore lo scorso anno, oggi hai uno strumento in più per salvaguardare i tuoi diritti. Puoi, infatti, denunciare i disservizi subìti all'Autorità di Regolazione dei Trasporti (ART), un nuovo Organismo che tra le tante funzioni ha appunto quella di stabilire le condizioni minime di qualità dei servizi di trasporto nazionali e locali.

Su segnalazione dei cittadini, l'Authority per i trasporti può attivare delle ispezioni, adottare provvedimenti temporanei di natura cautelare, infliggere sanzioni pecuniarie alle imprese che non osservino i criteri stabiliti su tariffe, pedaggi, prezzi e canoni o violino altre norme.

Come inoltrare il reclamo

Il reclamo deve essere proposto compilando questo specifico modello predisposto dall'Authority. Una volta compilato, il reclamo deve essere presentat:

  • a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno all’indirizzo Autorità di Regolazione dei Trasporti (ART) - Via Nizza n.230 - 10126 Torino;
  • via posta elettronica certificata (pec) al seguente indirizzo:pec@pec.autorita-trasporti.it.

In alternativa è possobile utilizzare la procedura online attraverso il sistema telematico SiTe.

Il passeggero può presentare il reclamo da solo o per il tramite un’associazione di consumatori.

Condizione necessaria per inoltrare la denuncia all’Authority, è che sia già stato presentato un reclamo all'impresa ferroviaria (Trenitalia, Italo, etc.), al gestore della stazione o al venditore di biglietti e che tale reclamo sia caduto nel vuoto (dopo 30 giorni senza risposta o 3 mesi nei casi giustificati).

Cosa fa l'Authority

L'Authority, ricevuta la denuncia, può effettuare delle verifiche, chiedere informazioni e documenti integrativi ai vari soggetti coinvolti e perfino disporre delle ispezioni. Quindi notifica all'impresa ferroviaria un atto contenente una sommaria esposizione dei fatti, l'indicazione della violazione contestata, l'importo della sanzione che potrebbe essere irrogata, l'ufficio ove presentare eventuali memorie difensive o giustificazioni.

L'impresa destinataria ha 30 giorni di tempo per inviare le proprie deduzioni scritte e chiedere eventualmente l'audizione personale in merito agli addebiti contestati.

Il termine massimo entro il quale l'Authority deve adottare il provvedimento sanzionatorio o disporre l'archiviazione del procedimento, è di 120 giorni decorrenti dalla data della notificazione della contestazione.

Documenti correlati



Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio