Chiudere conto Hello Bank: modello, procedura e tempistica

Formati
PDF
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Modulo PDF con cui l'intestatario può richiedere la chiusura del conto Hello Bank, la banca online del Gruppo BNP Paribas.

Chiudere conto Hello Bank: cosa fare dei servizi collegati

Quando si decide di chiudere un conto corrente, occorre sempre tener presente quanti e quali sono i servizi ad esso associati: accredito stipendio, pagamento utenze, addebito rata del prestito, ecc. Se non si forniscono indicazioni a riguardo si potrebbe andare incontro a spiacevoli conseguenze: solleciti per bollette non pagate, diffide per canoni di leasing non corrisposti e via discorrendo.

Quindi quando ci si appresta ad eseguire una simile operazione è sempre bene specificare se si intende chiedere la revoca o il trasferimento dei prodotti/servizi collegati al conto.

Il modulo scaricabile da questa scheda e predisposto dall'istituto bancario, a tal riguardo consente di fornire disposizioni con riferimento a:

  • carte di credito
  • prestiti e/o mutui
  • telepass/viacard
  • fidi accordati in conto corrente
  • avalli/fideiussioni
  • altro

Il correntista, in particolare, può decidere per

  • la revoca
  • il trasferimento su altro conto Hello Bank
  • il trasferimento su altra banca.

Qualora il correntista chieda di revocare le carte di pagamento, Telepass, canali diretti e fido di conto corrente, tali prodotti/servizi saranno disabilitati e pertanto non più utilizzabili dal momento in cui la banca prenderà in carico la chiusura del conto corrente. 

Se la richiesta di revoca riguarda, invece, prestiti e/o mutui, c'è da dire che la loro estinzione comporta la necessità di restituire l’eventuale debito residuo risultante alla data di chiusura.

In caso di trasferimento, il conto deve essere intestato almeno ad uno dei soggetti che chiede l’estinzione del conto corrente ovvero ad altro soggetto che abbia conferito la facoltà di disporre sul predetto conto di regolamento (procura, ecc.).

Chiusura conto Hello Bank: cosa fare degli assegni?

Il correntista può dichiarare attraverso il modulo:

  • di non avere assegni in circolazione e di aver distrutto personalmente quelli non restituiti (indicare i numeri degli assegni in suo possesso);
  • di avere uno o più assegni in circolazione, dunque prossimi all’incasso. Anche in questo caso deve indicare importo e numero di ciascuno di essi.

In materia di assegni il correntista deve tener presente che nel caso in cui venisse presentato all’incasso un assegno tratto da un conto corrente estinto, verrebbe automaticamente effettuata la segnalazione alla Centrale Allarme Interbancaria (CAI) per “emissione di assegno in mancanza di autorizzazione”.

Le conseguenze sarebbe pesantissime: sanzione amministrativa da 516,45 a 12.394,96 euro, divieto di emettere assegni bancari e postali per una durata non inferiore a 2 anni e non superiore a 5 anni, interdizione dall'esercizio di un'attività professionale o imprenditoriale, incapacità di contrattare con la pubblica amministrazione, ecc.

Ricordiamo altresì che nel caso in cui il sottoscritto non abbia presentato formale denuncia di smarrimento dell’assegno, non sarebbe possibile dare corso alla procedura di ammortamento o di duplicazione (nel caso di assegno emesso con la clausola non trasferibile) del titolo smarrito.

Cos'altro indicare nel modulo chiusura conto Hello Bank 

Oltre alle informazioni di cui ai paragrafi precedenti è quanto mai importante fornire attraverso il modulo le disposizioni necessarie 

  • al trasferimento o meno del deposito titoli. A tal riguardo il correntista può decidere se
    - richiedere la variazione del conto corrente di regolamento del proprio deposito titoli su un altro conto corrente BNL o conto Hello bank di cui fornisce Iban e intestazione;
    - chiudere il conto deposito titoli dopo aver provveduto alla vendita degli strumenti finanziari o dopo aver disposto il loro trasferimento su altra banca. 
  • all'eventuale accredito o addebito del saldo residuo. In questo caso il correntista dovrà limitarsi a specificare Iban e intestatario del conto (anche di altra banca). Si fa presente che il saldo a debito potrebbe determinarsi anche in un momento successivo alla presentazione della richiesta di chiusura conto, in conseguenza di spese non ancora contabilizzate (come per esempio, Telepass, Viacard, spese invio e/c, bolli, ecc.) di cui il richiedente autorizza il loro addebito.

Tempi di estinzione del conto corrente

Questi i tempi massimi di chiusura del conto una volta che la banca ha ricevuto la richiesta dal cliente completa di tutti i dati necessari:

  • 20 giorni lavorativi in presenza del solo conto corrente;
  • 30 giorni lavorativi in presenza del bancomat;
  • 50 giorni lavorativi in presenza di servizi di pagamento collegati con esclusione della carta di credito dei servizi Viacard/ Telepass e dossier titoli;
  • 40 giorni lavorativi in presenza del dossier titoli con esclusione della carta di credito e dei servizi Viacard/Telepass;
  • 50 giorni lavorativi in presenza di carta di credito e/o servizi Viacard/Telepass;
  • 50 giorni lavorativi in presenza di Avalli e Fideiussioni.

Tali tempistiche valgono soltanto nel caso in cui il saldo da liquidare sia positivo ovvero, in caso di saldo negativo, qualora il richiedente abbia dato alla banca specifica disposizione di addebito presso BNL o banca corrispondente.

Il perfezionamento della richiesta sarà sospeso qualora, dopo la presentazione della stessa, sopravvengano degli elementi ostativi alla chiusura del conto corrente quali pignoramenti, sequestri, successioni, ecc.

Se, ad esempio, per la chiusura del conto Hello Bank si dovessero superare ampiamente i termini indicati senza un'apparente motivazione o nel caso in cui venissero addebitati dei costi non dovuti, è possibile far sentire le proprie ragioni attraverso la procedura di reclamo BNL.

Tags:  conto corrente banche

Documenti correlati
 
Social
 
Utilità