Reclamo per mancata chiusura conto corrente: modello Word

Formati     © Moduli.it
DOC
PDF
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Fac simile con cui è possibile richiedere l’indennizzo nel caso di ritardo nel trasferimento conto corrente. La richiesta va indirizzata all’istituto che si è reso inadempiente (cioè quello responsabile del ritardo).

Reclamo per mancata chiusura conto corrente: quando farlo

A tal riguardo si ricorda che, come stabilito dall'articolo 126 quinquiesdecies del Testo Unico Bancario (TUB), il trasferimento del conto corrente deve avvenire senza costi ed entro un tempo massimo di 12 giorni lavorativi. In caso di ritardi nel trasferimento il cliente ha diritto ad un indennizzo nella misura di 40 euro maggiorato per ciascun giorno di ritardo di un ulteriore importo commisurato alla disponibilità esistente sul vecchio conto (articolo 126-septiesdecies, comma 2, del TUB).

In particolare la maggiorazione si calcola applicando al saldo disponibile il tasso-soglia anti-usura massimo del trimestre di riferimento e moltiplicando la somma così ottenuta per il numero di giorni di ritardo divisi per 365. Così se il saldo disponibile è di 12.000 euro al momento della richiesta di portabilità, il tasso-soglia anti-usura pari al 25,12% e il ritardo è di 8 giorni, l'indennizzo sarebbe pari: a 81,42 euro, così calcolati: 40 euro + [(tasso-soglia x saldo) x (giorni ritardo : 365)], ossia: 40 + [(0,2512 x 12.000) x (8 : 365)] = 106,06 euro.

Il pagamento dell’indennizzo per ritardo nel trasferimento del conto corrente dovrà avvenire in favore del consumatore entro 30 giorni dal ricevimento del presente modulo e senza che sia necessaria la costituzione in mora. In caso contrario il cliente potrà tutelare i propri diritti in tutte le sedi più opportune.

Cosa fare se la banca si rifiuta di pagare l'indennizzo

Se la banca si rifiuta di corrispondere l'indennizzo, il cliente ha la possibilità di reclamare nei confronti dell'istituto. Questo il

Se poi l'esito della controversia non lo soddisfa, ha la facoltà di rivolgersi ai sistemi di risoluzione alternativa delle controversie, tra cui l'Arbitro Bancario Finanziario (ABF) o all'autorità giudiziaria.

In generale ricorda se il cliente ritiene che la banca non abbia rispettato gli obblighi e i doveri previsti dalla legge oppure che abbia tenuto dei comportamenti scorretti puoi segnalarlo alla Banca d'Italia presentando un esposto. Questo il

Tags:  conto corrente banche

Foto
Free-Photos su Pixabay
Documenti correlati
 
Utilità