Come chiedere il risarcimento danni al centro estetico

centro estetico, risarcimento danni centro estetico

Tra cere bollenti, trattamenti laser o a luce pulsata, tatuaggi estetici, somministrazioni di creme dal principio attivo potenziato, terapie d’urto, massaggi e ricostruzioni, il centro estetico è un luogo in cui si deve fare molta attenzione al tipo di servizio che si richiede e soprattutto che si riceve. Sarebbe opportuno, per i consumatori, affidarsi alle cure di professionisti esperti nel settore, che operano nel rispetto delle normative vigenti; al contempo è molto importante conoscere a fondo sé stessi nonché documentarsi su macchinari e trattamenti ai quali si intende sottoporsi. In questo articolo ci rivolgiamo ai soggetti che fruiscono, in modo continuativo o una tantum, dei servizi offerti da estetiste e centri estetici, poiché qualora subissero un danno, avrebbero il diritto di chiedere il risarcimento.

Il procedimento è facilissimo: basta scaricare gratuitamente da Moduli.it questo modulo di reclamo verso il centro estetico che contiene anche l’esplicita richiesta di risarcimento danni, quindi compilarlo a dovere ed inviarlo al centro estetico tramite posta raccomandata.

Risarcimento danni centro estetico: cosa pretendere dalla struttura

Dal momento in cui si varca la soglia, il centro deve garantire la massima professionalità da parte di tutti gli operatori e non solo del responsabile, in quanto, qualora un cliente dovesse subire un grave disservizio che si traduce in un danno fisico e morale, a pagarne le conseguenze dal punto di vista civile e penale sarebbero l’operatore che ha eseguito il trattamento e il titolare dell’esercizio.

A fronte di un disservizio subito, il cliente può rappresentare la situazione al centro estetico, dichiarando che il danno subito è la diretta conseguenza di una inadempienza professionale. A tal proposito si può chiedere il rimborso dell’importo pagato per il trattamento e, qualora sia possibile, il ripristino delle condizioni fisiche che il cliente aveva prima di ricevere il disservizio.

Far valere i propri diritti è possibile grazie a questo modulo di reclamo e risarcimento danni fisici e morali che va spedito al centro estetico tramite raccomandata con ricevuta di ritorno. Siamo sicuri che la richiesta non passerà inosservata, ma nel caso in cui al reclamo non segua alcuna risposta, oppure ne giunga una nient’affatto soddisfacente, si può scegliere se intraprendere o meno le vie legali. A questo proposito ti consigliamo di rivolgerti al Giudice di Pace, al fine di risolvere la controversia a costi più bassi ed in tempi più rapidi rispetto al ricorso ordinario. Puoi esperire il ricorso al Giudice mediante questo fac simile e seguire le indicazioni riportate nell’articolo “Come fare ricorso al Giudice di Pace”.

Risarcimento danni morali: in che modo si determina la responsabilità del centro

Chiaramente, prima di coinvolgere la giustizia, è bene accertarsi che il danno sia totalmente imputabile al centro estetico. A questo proposito si deve provare:
- che il trattamento o la somministrazione sia stata effettivamente svolta da un operatore del centro estetico;
- che l’esito del servizio acquistato sia stato negativo;
- che sussista una correlazione diretta tra il trattamento acquistato e il danno riportato.

In questi casi è importantissimo conservare la ricevuta di pagamento, in quanto vale come prova del fatto che ci si è recati presso quel centro estetico in quel determinato giorno e si è ricevuto quel preciso trattamento.

Infine, sempre dalla ricevuta si può dedurre anche l’importo esatto che è stato corrisposto all’esercizio e per il quale si chiede il rimborso.

Risarcimento danni e pubblicità ingannevoli

Non è una novità: ciò che conta, in ambito estetico, sono i risultati. A “mostrarli” la maggior parte delle volte sono i cartelloni pubblicitari affissi in prossimità del centro estetico, i depliant offerti dalle estetiste e dalle aziende produttrici dei macchinari che svolgono i trattamenti. Tuttavia, nessuno ti assicura i risultati riportati in fotografia, poiché la reazione ai trattamenti, di qualsiasi tipo, è estremamente personale e varia rispetto ad un’infinità di fattori.

Quando stipuli un contratto con il centro estetico, fondamentalmente, ti affidi al personale, senza avere alcuna prova del risultato, ecco perché è importantissimo saper riconoscere le pratiche commerciali scorrette, soprattutto quelle che riguardano le pubblicità ingannevoli o aggressive. Ricorda che, in quanto consumatore, puoi far valere i tuoi diritti segnalando tali pratiche all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato tramite questo modulo di denuncia. Tutte le indicazioni sullo svolgimento della pratica, invece, sono menzionate nell’articolo “Come denunciare le pubblicità ingannevoli ed aggressive”.

Documenti correlati
Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata