Abusi bancari: come difendersi

Formati
PDF
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Di fronte ad un comportamento scorretto tenuto dalla propria banca, il cittadino può presentare un esposto o inviare una segnalazione alla Banca d'Italia.

Abusi bancari: come difendersi

Il cittadino è convinto che la propria banca abbia commesso una grave scorrettezza nei propri confronti: addebito di spese impreviste, ritardata concessione del fido, mancato invio di comunicazioni, investimenti su titoli ad alto rischio, presenza di eventuali informazioni inesatte negli archivi della Centrale di allarme interbancaria (CAI) o della Centrale dei Rischi (CR) e via discorrendo. 

In situazioni del genere il cittadino è bene che si rivolga in prima istanza all'Ufficio Reclami della stessa banca. Chiaramente è sempre consigliabile presentare un reclamo scritto da inviare tramite raccomandata a.r., PEC ovvero consegnare allo sportello dove è intrattenuto il rapporto. Dal nostro portale si possono scaricare modelli generici e specifici:

L'Uffico reclami ha 30 giorni per fornire una risposta, se oggetto del reclamo è un servizio bancario, ovvero 90 giorni per i reclami aventi ad oggetto i servizi di investimento.

Se il cliente non riceve risposta o non si ritiene soddisfatto, può rivolgersi all'Arbitro Bancario Finanziario o al Conciliatore Bancario e Finanziario.

Ricordiamo che la conciliazione consiste nel tentativo di far pervenire le parti ad un accordo su una controversia, in tempi e con costi contenuti; questa procedura si caratterizza per l’intervento di una persona neutrale (il conciliatore) che assiste le parti per favorire una loro intesa.

Se la controversia riguarda servizi e attività di investimento, il cliente può rivolgersi all'Arbitro per le Controversie Finanziarie, mentre se la problematica attiene alla materia assicurativa, il cliente deve proporre ricorso all'IVASS.

In ultima istanza il cliente può anche rivolgersi al giudice ordinario.

Come denunciare comportamento scorretto alla Banca d'Italia

In questo quadro il cliente può anche decidere di fare un esposto alla Banca d'Italia, consapevole tuttavia che questa iniziativa non lo aiuterà a risolvere il problema personale che ha con la banca. L'esposto non è neppure uno strumento per chiedere una consulenza o un parere.

In altri termini l'esposto serve alla Banca d'Italia per esercitare il suo potere di vigilanza e in definitiva per assicurare una maggiore e più efficace tutela diritti dei cittadini.

Il modo più semplice e rapido per presentare un esposto alla Banca d'Italia è ricorrere alla piattaforma "Servizi Online".

Il cittadino lo si può fare autonomamente, dunque senza l'assistenza di un legale o di un professionista.

In alternativa, può presentare l'esposto tramite

In questo caso l'esposto deve essere presentato o inviato alla Filiale della Banca d'Italia insediata nel territorio dove la banca ha la direzione generale. Per maggiori informazioni è possibile contattare il Numero verde 800-196969.

Se invece è il dipendente o collaboratore dell'istituto che intende segnalare violazioni normative o irregolarità di natura gestionale riscontrate presso la banca, è necessario servirsi della funzione "Invia una segnalazione" presente sempre all'interno della piattaforma "Servizi Online".

Tags:  conto corrente banche

Foto
Pixabay
Documenti correlati
 
Utilità