Contratto locazione turistica PDF

Formati     © Moduli.it
DOC
PDF
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Descrizione

Fac simile contratto di affitto di immobile per finalità turistica. Qualora la locazione turistica abbia durata inferiore ai 30 giorni non sussiste obbligo di registrazione del contratto.

Contratto locazione turistica: cos'è 

Ci riferiamo ad un particolare tipo di contratto che disciplina l'utilizzo di immobili ad uso abitativo per finalità essenzialmente turistiche (art. 53 Codice del turismo).

In pratica chi ha un edificio e vuole affittarlo ai turisti per un certo periodo di tempo, deve compilare questo fac simile contratto di locazione turistica e farlo firmare ai propri ospiti all'arrivo.

Le finalità turistica deve essere espressamente indicata nel contratto.

Durata del contratto di locazione turistica

La durata del contratto è lasciata alla decisione delle parti, ma devono comunque sussistere le esigenze abitative temporanee per l’unica finalità turistica. 

Parliamo, comunque, di un contratto con durata limitata nel tempo: un weekend, una settimana, un mese. Fino a 30 giorni, trattandosi di una locazione breve, non sissiste alcun obbligo alla registrazione (contratto di locazione breve modello).

Qualora, invece, la durata sia superiore ai 30 giorni, il proprietario deve provvedere alla registrazione del contratto entro i 30 giorni dalla stipula, oltre che al pagamento dell'imposta di registro (2% del canone pattuito per importi non inferiori a 67 euro), a meno che non abbia optato per la cedolare secca.

Il proprietario è tenuto anche a comunicare alla Questura - entro le 24 ore successive all'arrivo - tutte le informazioni sugli ospiti (https://alloggiatiweb.poliziadistato.it).

Alla scadenza il contratto cessa automaticamente di produrre i suoi effetti, dunque non è necessario comunicare la disdetta.

Contratto di locazione turistica modello word: cosa specificare 

Nel contratto vanno innanzitutto indicati i dati anagrafici delle parti (locatore e conduttore), l'indirizzo e i dati catastali dell'immobile.

Quindi è molto importante specificare nella locazione turistica se il canone comprende o meno voci di spesa come la tassa di soggiorno, la pulizia finale, il noleggio di lenzuola e asciugamani, ecc. Generalmente sono escluse dal canone le spese relative alle utenze (luce, acqua, gas, Internet), da considerarsi a carico del conduttore e da corrispondersi anticipatamente sulla base di un importo forfettario.

Sempre con riferimento al canone è importante indicare se è previsto il versamento di una caparra ed eventualmente in che misura e soprattutto precisare se si tratta di una caparra penitenziale o confirmatoria. A tal proposito ricordiamo che se viene versata una caparra penitenziale, il conduttore che recede dal contratto perde quanto versato, ma il locatore non può richiedergli nessun risarcimento danni.

Diversamente se il conduttore versa un anticipo a titolo di caparra confirmatoria e recede dal contratto, non solo perde la somma versata, ma si espone anche alla richiesta di risarcimento dei danni subiti e provati dal locatore. In una simile situazione quest'ultimo potrebbe anche pretendere il pagamento integrale del canone pattuito.

Normalmente è previsto anche il versamento di una somma a titolo di deposito cauzionale, da restituire al termine della locazione previa verifica dello stato dell’immobile e degli arredi.

Per quanto concerne divieti ed obblighi, il conduttore non può sublocare o concedere a terzi, anche in via precaria e/o temporanea, il godimento dell’immobile, pena la risoluzione del contratto.

Ha l'obbligo, inoltre, di conservare e custodire l’immobile con la dovuta diligenza, provvedendo alla ordinaria manutenzione, impegnandosi a non modificare né trasformare l’immobile.

Tags:  casa vacanze locazione affitto vacanze

Foto
Free-Photos su Pixabay
Documenti correlati
 
Social
 
Utilità