`

Ufficio europeo per la lotta antifrode: PDF e istruzioni

La denuncia per frode consente di portare all'attenzione dell'Ufficio europeo per la lotta antifrode (OLAF) casi di frode ai danni del bilancio dell'UE e casi di corruzione e grave inadempimento degli obblighi professionali all'interno delle istituzioni europee.

Denuncia per frode: quando farla

Quando si parla di frode ci si intende riferire ad un comportamento illecito col quale si mira a eludere precise disposizioni di legge al fine di ottenere un vantaggio personale o causare un danno a terzi. Un'irregolarità, dunque, che è la conseguenza non di un errore commesso in buona fede, bensì di un comportamento volontario teso ad abusare della fiducia altrui.

Chiaramente l'OLAF non indaga su ogni possibile caso di frode o grave irregolarità, ma circoscrive la sua azione di controllo in merito al

  • corretto impiego dei fondi pubblici dell'UE;
  • regolare adempimento obblighi professionali da parte dei membri o del personale delle istituzioni e degli organi dell'UE.

Sono, ad esempio, innumerevoli i casi in cui fantomatiche società o professionisti senza scrupoli garantiscono l'accesso a finanziamenti europei previo pagamento di somme forfettarie. In pratica nel momento in cui viene registrato il versamento della somma, anche di poche centinaia di euro, ai malcapitati vengono rilasciate delle credenziali di accesso a un database che consentirebbe, a detta dei truffatori, di richiedere contributi a fondo perduto provenienti direttamente dalla Commissione Europea, anche per attività in essere o già concluse.

Chiaramente il nostro consiglio, prima di firmare qualunque contratto, è quello di acquisire quante più informazioni possibile sulla società o sul professionista. Se la rete offre pochi risultati, consigliamo di rivolgersi ad un Centro Europe Direct oppure a società - come Civica Srl - che vantano una consolidata esperienza e competenza nella progettazione, assistenza tecnica e gestione di progetti finalizzati all'accesso efficace a finanziamenti europei, nazionali e regionali.

Ad ogni modo è bene sapere che

  • ai fondi comunitari si accede solo attraverso la partecipazione a specifici bandi;
  • non esistono fondi europei retroattivi.

Se dalle informazioni acquisite ci si rende conto di aver ricevuto false informazioni, non esitare ad effettuare una denuncia per frode all'OLAF.

Ufficio europeo per la lotta antifrode: quali casi non tratta

L'Ufficio europeo per la lotta antifrode (OLAF) non può indagare su sospetti casi di:

  • frode senza conseguenze finanziarie sui fondi pubblici dell'UE;
  • corruzione in cui non sono coinvolti membri o personale delle istituzioni e degli organi dell'UE.
  • frode informatica (falsi siti di commercio elettronico, truffe con carte di credito o valute virtuali, ecc.). 
  • uso fraudolento del logo dell'UE o del nome delle istituzioni dell'UE

Nei casi di denuncia per frode informatica ci si può rivolgere alla Polizia Postale e delle Comunicazioni, una specialità unità preposta al contrasto delle frodi postali e del crimine informatico. In tutti gli altri casi ci si può rivolgere alla Polizia di Stato o alla Guardia di Finanza

Denuncia per frode online

Cominciamo col dire che la denuncia per frode può essere fatta anche in forma anonima. Per quanto concerne la modalità basta accedere a questa pagina https://fns.olaf.europa.eu/main_it.htm e cliccare sul pulsante "Questionario".

Se invece è già stato compilato un questionario e si intende stabilire un contatto con un investigatore, si può accedere ai messaggi cliccando sul pulsante "Accesso".

E' inutile dire che le informazioni devono essere quanto più possibile precise e circostanziate, allegando eventuali documenti.

L'OLAF nel momento in cui riceve una segnalazione, provvede come prima cosa a verificare se la questione posta rientra nel proprio ambito di competenza e se risponde ai criteri per avviare un'indagine. Le indagini possono comportare colloqui e ispezioni di locali. 

Se chi ha effettuato la denuncia per frode ha indicato una propria casella di posta elettronica, l'OLAF potrà contattarlo per ottenere chiarimenti e/o richiedere ulteriori informazioni.

E' bene precisare comunque che l'OLAF non fornisce in nessun caso informazioni sullo stato di avanzamento dell’indagine. Può invece comunicare i provvedimenti adottati una volta concluse le indagini.

Per informazioni e assistenza è possibile far riferimento 

all'Ufficio OLAF: J30 01/20
Rue Joseph II, 30 B-1049 Brussels (Belgium)
Phone: +32 2 2984480
Fax: +32 2 2998101
E-mail: agnes.horvath@ec.europa.eu

Documenti correlati


26423 - Redazione
23/09/2013
Costantino, certo che può farlo, legga l'articolo per scoprire come.

26422 - costantino massaro
23/09/2013
Non ho potuto fare il poliziotto, ma almeno vorrei sapere se è possibile adottare un vostro cane e come fare.


Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio