Rimborso retribuzione dipendenti donatori midollo osseo

Formati     © Moduli.it
PDF
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Descrizione

Il rimborso per la retribuzione erogata ai dipendenti donatori di midollo osseo spetta al datore di lavoro. Il modulo cartaceo SR60 è stato sostituito dal servizio online. Alla domanda deve essere allegata anche la certificazione sanitaria consegnata dal lavoratore.

Rimborso donatori di midollo osseo: in cosa consiste, a chi spetta

Come detto il rimborso spetta al datore di lavoro privato per le giornate e i permessi occorrenti alla donazione del midollo osseo e usufruiti dal dipendente assicurato all'INPS. Non importa quale sia la qualifica e il settore lavorativo di appartenenza.

Ricordiamo che può effettuare la donazione il cittadino maggiorenne iscritto nel registro nazionale italiano o nei registri regionali o interregionali dei donatori di midollo osseo.

Il lavoratore ha diritto a conservare la normale retribuzione prevista per le giornate impegnate per la donazione (degenza ospedaliera e giorni di convalescenza), chiaramente chiedendo prima il permesso al proprio datore. Questo il

Sarà quindi il datore di lavoro a chiedere all'INPS il rimborso di quanto anticipato al lavoratore. Dal canto suo il lavoratore-donatore deve consegnare al datore di lavoro la certificazione sanitaria rilasciata dalle strutture ospedaliere o dai centri trasfusionali autorizzati.

Le giornate utilizzate per la donazione del midollo osseo sono coperti da contribuzione figurativa.

Tags:  assistenza sanitaria

Foto
Free-Photos su Pixabay
Documenti correlati
 
Utilità