Accreditamento 5 per mille: modulo PDF 2021

Formati
PDF   Onlus ed Enti del volontariato - Modulo iscrizione 5 per mille 2021
PDF   Istruzioni per la compilazione
PDF   Associazioni sportive dilettantistiche - Modulo iscrizione 5 per mille 2021
PDF   Istruzioni per la compilazione
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Modello da utilizzare per l'accreditamento ai fini dell’accesso al riparto del contributo del 5 per mille 2021 da parte degli enti del volontariato e delle associazioni sportive dilettantistiche riconosciute dal CONI. In pratica con questo modello gli enti e le associazioni interessate chiedono all'Agenzia di Entrare di entrare a far parte di un apposito elenco per il riparto del 5 per 1000.

Cos'è il 5 per mille 2021

Si tratta di una misura con cui i contribuenti possono destinare una quota (5 x 1000) dell’imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) a enti che si occupano di attività di interesse sociale. Chiaramente non si tratta di un ulteriore onere a carico del contribuente, visto che quest'ultimo è tenuto in ogni caso al pagamento delle imposteIn caso di mancata indicazione della destinazione del proprio 5 per mille, questo resterà allo Stato.

Il contribuente può comunicare la propria volontà attraverso la compilazione di un apposito modello destinazione 5 per mille. Ne è previsto uno per ciascun modello di dichiarazione dei redditi (Modello Unico, CU, 730).

Iscrizione 5 per mille: chi deve compilare il modello

Possono compilare e presentare il modello per l'iscrizione al 5 per mille gli enti del volontariato (onlus, organizzazioni non governative, enti ecclesiastici, associazioni di promozione sociale, fondazioni, ecc.) e le associazioni sportive dilettantistiche riconosciute dal CONI. L'importante è che queste ultime, in particolare, svolgano una rilevante attività di interesse sociale, ad esempio avviando alla pratica sportiva giovani di età inferiore a 18 anni, persone anziane o soggetti svantaggiati dal punto di vista fisico, psichico, economico o sociale.

E' bene sottolineare che con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 23 luglio 2020 è stato eliminato il doppio adempimento, domanda di iscrizione e successiva dichiarazione sostitutiva, prevedendo un’autocertificazione del possesso dei requisiti contestuale all’istanza di accreditamento.

Quali dati riportare sulla domanda  

Il modello per l'iscrizione al 5 per mille si compone di:

  • un riquadro su cui vanno riportati i dati dell'ente (codice fiscale, denominazione, indirizzo...);
  • due sezioni riservate rispettivamente a "Onlus ed enti del volontariato" e alla "Associazioni sportive dilettantistiche";
  • un riquadro contenente i dati del rappresentante legale;
  • un riquadro per i recapiti dell’ente (posta elettronica, telefono e fax);
  • un riquadro la cui compilazione è riservata all’intermediario abilitato alla presentazione telematica delle dichiarazioni.

In attesa che diventi operativo il Registro Unico Nazionale del Terzo Settore, gli enti del volontariato dovranno presentare l'istanza direttamente all'Agenzia delle Entrate. La domanda di iscrizione 5 per mille deve essere presentata esclusivamente per via telematica, direttamente dai soggetti interessati – abilitati ai servizi Entratel o Fisconline – o tramite gli intermediari abilitati alla trasmissione telematica delle dichiarazioni. 

Attenzione: gli enti che sono presenti nell’elenco permanente degli enti del volontariato 2021 non sono tenuti a presentare l’istanza di accreditamento al 5 per mille per il 2021. Lo stesso dicasi per le associazioni sportive dilettantistiche che sono presenti nell’elenco permanente 2021 (ammesse al beneficio per il 2020) pubblicato sul sito del CONI (www.coni.it/it/registro-societa-sportive/5-per-mille.html).

Per l’accreditamento delle associazioni sportive dilettantistiche è invece competente il CONI, che ha stipulato un’apposita convenzione con l’Agenzia delle entrate per la gestione della procedura di iscrizione a decorrere dall’anno 2021 (www.coni.it/it/registro-societa-sportive/5-per-mille.html).

Infine per l’accreditamento degli enti della ricerca scientifica è competente il Ministero dell’università e della ricerca, mentre per l’accreditamento degli enti della ricerca sanitaria è competente il Ministero della salute.

Accreditamento 5 per mile: quando presentare l'istanza

L'istanza di accreditamento va presentata dai beneficari entro il 12 Aprile 2021. Oltre questa data è comunque possibile presentare la domanda purché entro il 30 settembre 2021, versando un importo pari a 250 euro, tramite modello F24 ELIDE - codice tributo 8115, anche se i requisiti sostanziali richiesti per l’accesso al beneficio devono essere posseduti alla data del 12 Aprile 2021.

Con il corretto inoltro della domanda, il sistema rilascerà un’attestazione di avvenuta ricezione. Qualora invece alcuni si riscontrassero delle difformità rispetto ai dati forniti, il rappresentante legale sarebbe tenuto a regolarizzare la posizione del proprio ente recandosi in qualsiasi Ufficio dell’Agenzia delle Entrate.

Le correzioni di eventuali errori rilevati nell’elenco pubblicato dall'Agenzia delle Entrate possono essere richieste, non oltre il 30 aprile, dal legale rappresentante del soggetto richiedente, ovvero da un suo incaricato munito di formale delega, alla Direzione regionale dell’Agenzia delle entrate territorialmente competente.

L’elenco aggiornato dei soggetti iscritti, depurato degli errori segnalati, è pubblicato dall’Agenzia delle entrate, entro il 10 maggio.

Rispetto alle somme percepite, quindi, gli enti destinatari saranno poi chiamati ad un rendiconto di tutte le spese sostenute (questo il modello rendiconto 5 per mille).

Tags:  fisco

Documenti correlati
 
Utilità