Fac simile lettera dimissioni lavoratrice madre

Formati     © Moduli.it
DOC   fac simile (a)
DOC   fac simile (b)
DOC   fac simile (c)
PDF   Modello richiesta on line convalida dimissioni madri e padri (periodo emergenziale COVID-19)
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

In questa scheda proponiamo alcuni modelli di lettera dimissioni lavoratrice madre. Tutti i fac simile sono disponibili nei formati WORD e PDF.

Dimissioni lavoratrice madre: va concesso il preavviso?

Generalmente quando il lavoratore comunica le proprie dimissioni è tenuto a rispettare un periodo di preavviso (ad es. 30 giorni), ciò al fine di consentire al datore di trovare un sostituto adeguato e di evitare in questo modo interruzioni nell'attività. In mancanza di preavviso il lavoratore è tenuto a corrispondere al proprio datore di lavoro un’indennità economica.

Tuttavia il preavviso non va concesso se:

  • ricorre una giusta causa (mancato pagamento degli stipendi, molestie sessuali, mobbing, modificazioni peggiorative delle mansioni e così via);
  • a chiedere le dimissione è una lavoratrice madre, in attesa o comunque prima che il bambino compia un anno di età.

Convalida dimissioni lavoratrice madre

Le dimissioni volontarie rassegnate nel periodo che va dall’inizio della gravidanza al compimento del terzo anno di vita del bambino, nonché nei primi tre anni di accoglienza del minore adottato o in affidamento, devono essere convalidate dinanzi all'Ispettorato Nazionale del Lavoro presente nelle sedi territoriali.

Ciò al fine di evitare che in casi specifici le dimissioni della donna in gravidanza possano essere imposte dal datore di lavoro. Dunque se la convalida non c'è, le dimissioni non determinano la risoluzione del rapporto di lavoro.

Questo significa che la lavoratrice madre o il lavoratore padre devono prima presentare la lettera di dimissioni al proprio datore di lavoro, successivamente devono richiedere la convalida al Servizio Ispezione del Lavoro allegando la lettera di dimissioni firmata per ricevuta dal datore. 

A questo punto il funzionario dell’Ispettorato del lavoro territorialmente competente convocherà il/la lavoratore/trice per accertarsi che questi non abbia subito pressioni e che abbia richiesto in maniera spontanea le proprie dimissioni. Se non emergeranno situazioni particolari l'ufficio provvederà a rilasciare alle parti interessate il provvedimento di convalida delle dimissioni.

Solo da questo momento il datore potrà comunicare al Centro per l'Impiego la risoluzione del rapporto di lavoro per dimissioni.

A seguito delle misure restrittive varate dal Governo per il contenimento dell'epidemia da COVID-19, è stato reso disponibile il modulo di richiesta “a distanza” del provvedimento di convalida delle dimissioni o risoluzioni consensuali del rapporto di lavoro per le lavoratrici madri e i lavoratori padri di figli fino a tre anni di età (ex art. 55 D.Lgs. 151/2001). Il modello in formato PDF editabile è disponibile in questa scheda.

C'è da precisare che questo modulo è utilizzabile soltanto per la durata del periodo emergenziale, in sostituzione del colloquio diretto della lavoratrice o del lavoratore con il funzionario dell’Ispettorato del lavoro.

Dimissioni lavoratrice madre: Naspi

In caso di dimissioni volontarie presentate dall'inizio del periodo di gravidanza fino al compimento del primo anno di età del bambino, la lavoratrice non solo non è tenuta al preavviso, ma ha anche diritto alle indennità previste per il licenziamento (Naspi). Lo stesso diritto spetta al lavoratore padre che abbia fruito del congedo di paternità in alternativa alla madre.

Foto
Free-Photos su Pixabay
Documenti correlati
 
Utilità