Modulo disdetta contratto di locazione per studenti universitari

Formati     © Moduli.it
DOC
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Fac simile che lo studente-inquilino può utilizzare per recedere anticipatamente dal contratto di locazione in presenza di "gravi motivi", ossia di circostanze oggettive, imprevedibili e sopravvenute nel corso del rapporto.

Contratto di locazione per studenti universitari: durata e recesso 

Perchè si possa parlare di contratto locazione studenti universitari è necessario che

  • lo studente abbia la residenza in un Comune diverso da quello in cui ha sede l'università;
  • l'immobile concesso in affitto si trova nel comune ove ha sede l'università o dove si svolge il corso universitario.

La durata del contratto è stabilita dalla legge e va da un minimo di 6 ad un massimo di 36 mesi. A scadenza il contratto si rinnova automaticamente per la stessa durata, a meno che lo studente non comunichi la propria volontà di recedere. In questo caso, tuttavia, deve concedere al proprietario dell'immobile un preavviso di almeno 3 mesi

Il recesso può essere comunicato anche prima della scadenza contrattuale prevista, ma in questo caso devono sussistere "gravi motivi". Il preavviso è il medesimo.

Quando si può parlare di "gravi motivi"

Si può parlare di gravi motivi quando questi appaiono

  • imprevedibili e indipendenti dalla volontà dello studente;
  • sopravvenuti
  • tali da rendere non possibile o comunque gravosa la prosecuzione del contratto.

Ecco alcuni esempi:

  • il vicino è così rumoroso da rendere particolarmente difficile la concentrazione nello studio;
  • l'umidità delle pareti è tale da compromettere le condizioni di igiene e salubrità dell'appartamento;
  • l'università ha trasferito una propria sede in tutt'altra zona della città, decisione questa che non era minimamente preventivabile al momento della sottoscrizione del contratto;
  • ecc.

La risoluzione anticipata va registrata presso l'Agenzia delle Entrate. Non va pagata alcuna imposta in caso di cedolare secca, mentre è previsto il pagamento di 67 euro in caso di regime Irpef.

Da tener presente che in presenza di cause di forza maggiore e di impossibilità sopravvenuta, l'inquilino può altresì chiedere al proprietario la sospensione pagamento canone locazione.

E se la disdetta viene comunicata da un solo studente?

In una simile ipotesi gli altri studenti, che hanno comunque sottoscritto il contratto di locazione, dovranno farsi carico anche della quota parte di affitto lasciata scoperta dal coinquilino. 

Si potrà sostituire lo studente che ha lasciato l'appartamento con uno nuovo, ma sarà necessario in ogni caso il beneplàcito del proprietario.

Indipendentemente dal fatto che con il recesso del conduttore si verifichi o meno il subentro di un nuovo studente, è importante che il proprietario presenti il modello RLI debitamente compilato all’Agenzia delle Entrate.

Come va trasmessa la lettera disdetta locazione studenti universitari

La lettera va trasmessa con un preavviso di 3 mesi, mediante

  • raccomandata con avviso di ricevimento oppure
  • PEC (Posta Elettronica Certificata).

In quest'ultimo caso è fondamentale che inquilino e proprietario abbiano entrambi una PEC.

I tre mesi di preavviso vanno calcolati dal momento in cui il proprietario riceve la raccomandata o la PEC.

Tags:  locazione affitto

Foto
Free-Photos su Pixabay
Documenti correlati
 
Social
 
Utilità