Disdire prenotazione ristorante: modulo e indicazioni utili

Formati     © Moduli.it
DOC
PDF
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Descrizione

Modello di lettera da utilizzare nel caso in cui, per sopravvenuta impossibilità, si intenda disdire la prenotazione di un ristorante in occasione della celebrazione di un matrimonio. Nel caso specifico la lettera disdetta ristorante matrimonio disponibile in questa scheda, fa riferimento all'emergenza sanitaria Coronavirus, ma è chiaro che il suo contenuto può essere facilmente adattato a qualsiasi altra circostanza eccezionale.

Disdire prenotazione ristorante: cosa comporta

Rispetto a questo tipo di prenotazioni, il ristoratore generalmente richiede il versamento di un anticipo. In questi casi il cliente farebbe bene a precisare sul contratto, che tale anticipo viene corrisposto a titolo di caparra penitenziale. In questo caso, infatti, qualora esercitasse il diritto di recesso, la sua perdita si limiterebbe all'importo della caparra.

Al contrario qualora l'anticipo fosse versato a titolo di caparra confirmatoria, il ristoratore - a fronte di una disdetta del cliente - potrebbe non solo intascare l'anticipo, ma insistere anche per l’adempimento della prestazione e richiedere altresì il risarcimento per l’ulteriore danno subito.

Chiaramente dovrebbe dimostrare, ad esempio, di aver dovuto rinunciare ad un'altra prenotazione oppure di aver già sostenuto le spese per il cibo, gli addobbi, il musicista, ecc.

Il discorso cambia quanto il contratto si estingue non per inadempimento di una delle parti, ma per impossibilità sopravvenuta.

Disdire location matrimoni: quando c'è impossibilità sopravvenuta

L'impossibilità sopravvenuta si verifica in un momento successivo alla sottoscrizione del contratto e sta ad indicare, appunto, l'impossibilità di adempiere un'obbligazione contrattuale a causa di un fatto oggettivo, straordinario ed imprevedibile (art. 1467 Cod. Civ.)

In questi casi - stabilisce l'art. 1256 del Codice Civile - l'obbligazione si estingue per il verificarsi di una causa di forza maggiore non imputabile al debitore.

E' una certamente una causa di forza maggiore quella legata all'emergenza sanitaria da Covid-19. Nella fattispecie l’impossibilità di adempiere le proprie obbligazioni è strettamente correlata alle rigide misure di limitazione alle attività e agli spostamenti individuali imposte dal Governo.

Ma è una causa di forza maggiore anche un sisma, un'alluvione, un'eccezionale avversità atmosferica, un attacco terroristico e così via.

Diritto di recesso contratto ristorante matrimonio

Nel caso dell'epidemia da Coronavirus si può chiaramente parlare di impossibilità totale della prestazione (art. 1463 Cod. Civ.), con la conseguenza che

  • il cliente ha il diritto di recedere dal contratto;
  • il ristorante non può chiedere il pagamento di alcun corrispettivo, tantomeno pretendere l'applicazione di indennizzi o risarcimenti.

Non solo. Qualora avesse ricevuto una somma dal cliente a titolo di caparra, sarebbe tenuto a restituirla.

Lettera disdetta ristorante matrimonio

Il fac simile disponibile in questa scheda è stato appositamente predisposto per disdire la prenotazione di un ristorante effettuata in occasione di un matrimonio, ma è chiaro che il testo può essere facilmente adattato per altri eventi, come comunione, cresima, battesimo, anniversario, festa di laurea, ecc. 

Si consiglia di trasmettere la lettera con modalità che consentano di provare in modo particolare l'avvenuta ricezione, dunque:

  • raccomandata con avviso di ricevimento o
  • PEC (posta elettronica certificata). 

Tags:  coronavirus ristorazione

Foto
Free-Photos su Pixabay
Documenti correlati
 
Social
 
Utilità