Modello rendiconto amministratore di sostegno WORD

- Ultimo aggiornamento: 29/11/2021
Formati
XLS   fac simile (a)
DOC   fac simile (b)
PDF   fac simile (c)
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Modello rendiconto amministratore di sostegno in formato excel, word e pdf che periodicamente l'Ads è tenuto a redigere e presentare in Tribunale. Il fac simile può essere facilmente adattato alle proprie specifiche esigenze.

Chi è e cosa fa l'amministratore di sostegno

L'amministratore di sostegno è quella figura incaricata di tutelare quelle persone che per effetto di una menomazione, sia fisica che psichica, si trovano nell'impossibilità di provvedere, anche in via temporanea, alla gestione dei propri interessi.

Ci riferiamo in particolare ad anziani, disabili fisici o psichici, alcolisti, tossicodipendenti, malati gravi e terminali, persone colpite da ictus, soggetti dediti al gioco d'azzardo e più in generale a tutte quelle persone che non hanno la piena autonomia nella vita quotidiana. Questo il

Il ricorso può essere presentato, con o senza l'assistenza di un legale, dallo stesso beneficiario, così come dal coniuge, dal convivente, dai parenti entro il quarto grado e dagli affini entro il secondo.

Al ricorso deve essere allegato il consenso di tutti i parenti entro il 2° grado, del coniuge e dei parenti entro il 4° grado che abbiano informazioni utili per la procedura. Questo il

L'amministratore di sostegno chiaramente può essere revocato dal Giudice. Ciò potrebbe accadere se i familiari, ad esempio, ravvisassero negativamente talune scelte o comportamenti adottati dall'amministratore di sostegno. Questo il fac simile di

L’amministratore di sostegno non va confuso con il tutore. Infatti mentre il primo assiste, sostiene, coadiuva il beneficiario nelle scelte relative alla gestione dei atti e del patrimonio, il secondo si sostituisce totalmente al beneficiario (minore o interdetto), dunque senza cercare alcuna collaborazione con il beneficiario. Questo il

A cosa serve il modello rendiconto amministratore di sostegno

L'amministratore di sostegno deve redigere entro un anno dalla nomina, e per i successivi anni in cui è incaricato, un apposito rendiconto che attesti le entrate e le uscite che si sono registrate a vario titolo nel periodo, così come le movimentazioni che si sono avute nel patrimonio. La finalità è chiara: consentire al Giudice tutelare di vigilare sull’attività svolta dall’amministratore di sostegno.

Il modello rendiconto amministratore di sostegno deve innanzitutto scattare una fotografia sulla consistenza patrimoniale del beneficiario: saldo del conto corrente e degli eventuali investimenti finanziari (titoli di stato, fondi comuni, buoni fruttiferi postali, azioni, ecc.), beni immobili e terreni e beni mobili (autovetture, moto, barche, ecc.).

Quindi l'amministratore di sostegno è tenuto ad elencare tutte le ENTRATE (stipendio o pensione, indennità di accompagnamento, affitti, lasciti ereditari, interessi su depositi, rimborso da imposte, cedole da investimenti mobiliari, ecc.) e le USCITE (vitto e alloggio, utenze, abbigliamento, rette per RSA, spese mediche, istruzione, imposte e tasse, finanziamenti, affitto/condominio, ecc.) del beneficiario durante il periodo in esame.

Per finire l'Ads deve indicare lo stato del patrimonio alla fine del periodo di riferimento.

La documentazione (fatture, ricevute, scontrini, ecc.) non va allegata al rendiconto, ma conservata a disposizione del Giudice Tutelare sino a 5 anni dalla chiusura dell'Amministrazione di Sostegno.

Taluni Tribunali, tuttavia, richiedono espressamente la presentazioni degli estratti conto bancari, ragion per cui è sempre preferibile effettuare il pagamento delle spese in favore del beneficiario con  strumenti tracciabili (bancomat, bonifici, ecc.). In questo modo sarà più facile creare un collegamento tra la singola voce di spesa e la relativa movimentazione finanziaria.

L'amministratore deve sottoscrivere il rendiconto annuale e gli allegati e depositarli presso l'apposito ufficio del Tribunale, entro il termine di 60 giorni che iniziano a decorrere dalla chiusura del periodo di riferimento (un anno dall'assunzione dell'incarico).

La mancata presentazione del rendiconto comporta la rimozione immediata dell'amministratore di sostegno.

Il Giudice può approvare il rendiconto o può chiedere all'amministratore di sostegno la presentazione di ulteriore documentazione a supporto della rendicontazione fornita.

Tags:  diritti dei minori disabilit√†

Foto
Free-Photos su Pixabay
Documenti correlati
 
Utilità