Sostituzione amministratore di sostegno modello

Formati     © Moduli.it
PDF
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Fac simile con cui è possibile richiedere al Giudice Tutelare la sostituzione dell'amministratore di sostegno nel caso in cui quest’ultimo si dimostri inadeguato, negligente, abusi dei poteri che gli sono stati conferiti, violi le disposizioni di legge e più in generale compia scelte dannose o contrastanti con gli interessi e le esigenze del beneficiario.

In cosa consiste l'amministrazione di sostegno

Ricordiamo innanzitutto che l'amministrazione di sostegno è un istituto al quale possono ricorrere le persone che si trovano nell’incapacità, anche parziale o temporanea, di provvedere ai propri interessi, per effetto di una menomazione fisica o psichica.

Occorre presentare una richiesta amministratore di sostegno al Giudice tutelare competente, il quale dopo aver assunto ogni tipo di informazione, provvede alla nomina con decreto. La scelta può cadere sul coniuge o convivente, su un parente fino al quarto grado, su un affine, ma anche su un estraneo. L'importante è che la persona nominata fornisca le necessarie garanzie riguardo alla cura e agli interessi della persona del beneficiario.

Con il decreto del giudice tutelare, il beneficiario dovrà essere assistito o rappresentato dall’amministratore di sostegno nel compimento degli atti espressamente indicati nel decreto stesso: acquisto di un'auto, sottoscrizione di una polizza assicurativa, vendita di un immobile, predisposizione di un testamento, ecc.

Sostituzione amministratore di sostegno: quando chiederla

Stando a quanto disposto dall'art. 413 del Codice Civile, se dovessero subentrare dei dissidi tra il beneficiario e l'amministratore di sostegno, se quest'ultimo dovesse trasferirsi in una località distante dal luogo di residenza dell'assistito e più in generale se dovessero venir meno taluni presupposti che avevano ispirato quella determinata nomina, le parti interessate possono chiedere la revoca e conseguentemente la sostituzione dell'amministratore di sostegno.

Anche per la sostituzione occorre rivolgere una istanza motivata al giudice tutelare. Quest'ultimo può provvedere anche d'ufficio alla sostituzione dell'amministratore di sostegno quando costui si sia rivelato inidoneo a realizzare la piena tutela del beneficiario.

Chi può chiedere la sostituzione amministratore di sostegno

Nel caso specifico sono legittimati a ricorrere al Giudice Tutelare il coniuge, la persona stabilmente convivente, i parenti entro il quarto grado, gli affini entro il secondo grado, il tutore o curatore, il pubblico ministero, i responsabili dei servizi sanitari e sociali direttamente impegnati nella cura e assistenza della persona.

Tags:  diritti dei minori disabilità

Documenti correlati
 
Social
 
Utilità