Ricorso decadenza potestà genitoriale modello

Formati     © Moduli.it
DOC   (proposto da un parente)
DOC   (proposto dall'altro genitore)
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Descrizione

In questa scheda rendiamo disponibili per il download 2 modelli, entrambi in formato editabile, con cui è possibile proporre ricorso in Tribunale per ottenere la decadenza della potestà genitoriale (ex artt. 330 e 360 del c.c.).

Decadenza potestà genitoriale: quando fare ricorso

Il figlio è soggetto alla potestà dei genitori sino all'età maggiore o alla emancipazione. La potestà è esercitata di comune accordo da entrambi i genitori e si estende sia ai figli nati in costanza di matrimonio che fuori di esso.

La potestà o responsabilità genitoriale non cessa neppure quando, a seguito di separazione, di scioglimento, di annullamento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio, i figli vengono affidati ad uno di essi.

Tuttavia quando la madre o il padre violano o trascurano i doveri di genitore o abusano dei propri poteri con grave pregiudizio del figlio, il Giudice può pronunziare la sospensione o addirittura la decadenza dalla potestà, ordinando nei casi più gravi l'allontanamento del figlio dalla residenza familiare ovvero l'allontanamento del genitore o del convivente che maltratta o abusa del minore (artt. 330 e 360 del c.c.).

Se la condotta di uno o di entrambi i genitori non è tale da dare luogo alla pronuncia di decadenza dalla potestà, ma appare comunque pregiudizievole al figlio, il giudice può comunque intervenire e, valutate le circostanze, disporre comunque l'allontanamento del ragazzo dalla residenza familiare ovvero l'allontanamento del genitore o convivente.

Fac simile ricorso decadenza potestà genitoriale

I fac simile disponibili in questa scheda sono due visto che il ricorso scritto per far dichiarare la decadenza del genitore dalla potestà può essere proposto non solo dall'altro genitore, ma anche da un parente (nonna, zio...) oltre che dal pubblico ministero.

Il tribunale provvede in camera di consiglio, assunte tutte le informazioni e sentito il pubblico ministero oltre che il genitore. Per tali provvedimenti i genitori e il minore sono assistiti da un legale.

Le persone non legittimate a presentare un ricorso (vicini, insegnanti, ecc.) possono comunque presentarsi alla Polizia giudiziaria della Procura della Repubblica per i minorenni ed esporre le situazioni di possibile pregiudizio di un minore.

Chiaramente se i genitori dimostrano di ravvedersi, il Giudice può reintegrarli nella responsabilità genitoriale.

Tags:  diritti dei minori

Documenti correlati
 
Social
 
Utilità