Multa in un luogo dove non sono mai stato: come proporre ricorso

multa targa clonata, multa in un posto mai stato

Può capitarti di ricevere la notifica di un verbale per una infrazione riferita ad un'auto recante la stessa targa della tua, ma rilevata in una città dove in realtà non sei mai stato. In casi del genere è facile che possa trattarsi di un banale errore di rilevamento o di trascrizione della targa da parte dell'agente preposto oppure di un veicolo con targa clonata. Ma ti sei mai chiesto come ci si deve comportare di fronte ad una multa in un luogo dove non si è mai stati?

Multa in un luogo dove non sono mai stato: ricorso in autotutela

Il consiglio in questi casi è di proporre un immediato ricorso in autotutela al comando che ha elevato la multa, chiedendo l’annullamento dell’atto in quanto ritenuto illegittimo o infondato.

Presentare un ricorso in autotutela significa in pratica rivolgersi allo stesso ufficio che ha elevato il verbale (Comando di Polizia Municipale o dei Carabinieri, Questura ecc.). 

Puoi recarti direttamente allo sportello o (preferibile) produrre un ricorso scritto da recapitare mediante raccomandata con avviso di ricevimento o posta elettronica certificata. L'obiettivo è quello di spingere l'ente accertatore a tornare sui propri passi, a riconsiderare tutte le circostanze del caso e a procedere all'annullamento d'ufficio del verbale notificato.

Ai fini del ricorso occorre produrre delle prove?

Chiaramente dovresti basare il ricorso su elementi di prova certi ed inconfutabili, dimostrando ad esempio che nel momento in cui è stata accertata la violazione

  • la tua auto era in riparazione presso un’officina (puoi allegare una fattura o una nota di entrata e di uscita del mezzo dall’officina); oppure
  • la tua auto era a centinaia di chilometri di distanza dal luogo in cui è stata commessa l’infrazione (puoi allegare ad esempio l’estratto conto Telepass); oppure
  • eri in ufficio come testimoniano il datore e i colleghi di lavoro di lavoro (allega la relativa dichiarazione).

Il modello di ricorso per multa in un posto mai stato

Se non sai come impostare la lettera puoi prendere spunto da questo modello di ricorso per multa in un posto mai stato.

Si tratta di un fac simile in formato editabile in cui andranno indicati:

  • i dati del richiedente
  • gli estremi del verbale di cui viene chiesto l'annullamento
  • i motivi per i quali l'atto viene ritenuto illegittimo o infondato.

Ai fini istruttori allegare:

  • copia del verbale di contestazione notificato
  • copia del documento di riconoscimento
  • qualsiasi documento di prova

Ricorso in autotutela non accolto o senza risposta

Devi sapere che l'ufficio o il comando al quale hai presentato l'istanza di autotutela non fornisce alcuna garanzia sull'accoglimento della stessa.

Inoltre presentando l'istanza di autotutela i termini per la presentazione del ricorso

non si sospendono automaticamente. Stesso discorso vale per i termini di pagamento della multa.

Questo significa che se dopo alcune settimane non ottenessi alcuna risposta dall'ufficio preposto (oppure riscontrassi un mancato accoglimento della tua istanza), dovresti - prima che i termini di cui sopra decorrano - appellarti al Prefetto o all'Autorità Giudiziaria per non rischiare che il ricorso diventi inammissibile.

Documenti correlati



Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio