Nota di iscrizione a ruolo: modelli editabili

Formati
DOC   Cause ordinarie
DOC   Affari civili non contenziosi da trattarsi in Camera di Consiglio
DOC   Affari civili non contenziosi da trattarsi in Camera di Consiglio (Fallimento e procedure concorsuali)
DOC   Lavoro - previdenza - assistenza obbligatorie
DOC   Controversie agrarie
DOC   Esecuzioni civili - espropriazioni immobiliari
DOC   Procedimenti speciali sommari
PDF   Nota di iscrizione a ruolo (separazione consensuale)
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Premesso che i tribunali pubblicano sui propri siti modelli per le note d'iscrizione a ruolo, in questa scheda rendiamo disponibili per il download, in formato WORD e PDF, alcuni modelli di nota iscrizione a ruolo.

Cos'è la nota di iscrizione a ruolo

Quando una persona vuole citare in giudizio un'altra è tenuta a depositare in Cancelleria, insieme al proprio fascicolo, la nota di iscrizione a ruolo, vale a dire una istanza per mezzo della quale il cancelliere iscrive la causa nel ruolo generale (art. 168 cpc). Il ruolo generale è il registro nel quale risultano iscritti tutti i processi pendenti davanti ad un determinato giudice.

Contemporaneamente il cancelliere forma il cosiddetto fascicolo d'ufficio, nel quale inserisce la nota di iscrizione a ruolo, copia dell'atto di citazione, delle comparse e delle memorie in carta non bollata, e successivamente, i processi verbali di udienza, i provvedimenti del giudice, gli atti d'istruzione e la copia del dispositivo delle sentenze.

Quali informazioni contiene la nota iscrizione a ruolo

La nota di iscrizione a ruolo deve riportare tutti i dati relativi alla lite e cioè:

  • generalità e codice fiscale delle parti in causa;
  • generalità e codice fiscale del legale;
  • l’oggetto del contendere;
  • la data di notificazione della citazione alla controparte;
  • la data fissata per la prima udienza di comparizione delle parti

Sulla nota di iscrizione a ruolo le parti devono apporre la ricevuta di versamento del contributo unificato.

Ricordiamo che il contributo unificato non è altro che un tributo a carico di coloro che decidono di far ricorso alla giustizia o meglio di intraprendere una causa civile, amministrativa o di lavoro.

Un tributo che ha sostituito le imposte di bollo, la tassa di iscrizione a ruolo, i diritti di cancelleria, nonché i diritti di chiamata in causa dell’ufficiale giudiziario e dal cui pagamento sono esentati unicamente coloro che beneficiano del gratuito patrocinio

Il pagamento del contributo unificato può essere effettuato:

Tags:  cause giudiziarie

Foto
Free-Photos su Pixabay
Documenti correlati
 
Social
 
Utilità