Accordo transattivo modello WORD

Formati     © Moduli.it
DOC   fac simile (a)
PDF interattivo   fac simile (b)
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Da questa scheda è possibile scaricare un paio di modelli di accordo transattivo, vale a dire di scritture private di transazione con cui le parti, facendosi reciproche concessioni, pongono fine ad una lite in corso o prevengono una lite che potrà sorgere tra di loro (art. 1965 c.c.). Lo scopo è quello di dirimere una controversia senza che ricorrere al giudice, evitando in questo modo un aggravio di spese e di tempo.

Transazione modello: quando predisporlo

Come detto l'atto di transazione va predisposto quando le parti optano per una soluzione stragiudiziale della controversia, vale a dire per una soluzione che possa, attraverso reciproche rinunce, soddisfare le pretese di entrambi evitando il ricorso al Giudice. Facciamo un paio di esempi.

Mario ritiene di non aver ricevuto un servizio a regola d'arte dal proprio fornitore (Andrea). Per questo motivo chiede di pagare una somma inferiore rispetto a quella pattuita (1.500 anziché 2.500 euro). Mario e Andrea, per evitare di imbarcarsi in una causa dall'esito incerto ma sicuramente costoso, decidono di accordarsi per un corrispettivo di 2.000 euro.

Carlo che ha momentaneamente perso il posto di lavoro si trova indietro con il pagamento del canone di locazione. Il proprietario Antonio invece di dare avvio alla procedura di sfratto, si accorda con il proprio inquilino per un pagamento rateale del debito maturato. In questo modo Antonio riuscirà, seppure nel tempo, ad incassare quanto dovuto e Carlo avrà la possibilità di continuare ad abitare l'immobile.

Oggetto di una proposta di transazione

Come si evince dagli esempi fatti, la transazione può riguardare si le somme da pagare ma anche i termini di pagamento. 

In linea generale con una proposta di transazione si può disciplinare praticamente di tutto, tranne i cd "diritti indisponibili" che vengono disciplinati dalla legge soltanto. I diritti indisponibili diritti soggettivi che non possono essere trasmessi dal titolare ad un altro soggetto: diritto al mantenimento, diritto agli alimenti, diritto alla retribuzione e alle ferie per il lavoratore, diritto all'istruzione, diritto al voto, ecc.

Dunque se la proposta di transazione ha ad oggetto un diritto indisponibile è da considerarsi nulla. Così come è nulla la proposta di transazione relativa ad un contratto illecito.

La transazione è invece annullabile se fatta sulla base di documenti che in seguito sono stati riconosciuti falsi oppure su una lite già decisa con sentenza passata in giudicato, della quale le parti o una di esse non avevano notizia.

Proposta di transazione: quando in forma scritta

L’art. 1967 del Cod. Civile stabilisce che le transazioni possono effettuarsi anche oralmente e che la forma scritta è prevista solo ad probationem. Cosa significa? Che la forma scritta non influisce sulla validità del negozio, ma costituisce l'unico mezzo (insieme al giuramento) per provare l'esistenza di quel contratto.

Tuttavia se la lite ha ad oggetto i diritti di cui all'art. 1350 c.c. è necessaria la forma scritta (ad substantiam): quando ad esempio si trasferisce la proprietà di un bene immobile, quando si modifica o si trasferisce il diritto di usufrutto su un bene immobile, quando si costituisce una società o un'associazione e così via.

Atto di transazione fac simile word

In questa scheda sono disponibili due modelli di transazione, uno dei quali in formato WORD, dunque facilmente adattabile alle specifiche circostanze.

Sempre sul nostro portale è disponibile per il download un 

che ditta costruttrice e acquirente possono utilizzare per dirimere una controversia nata a seguito di talune lamentele manifestate dal cliente che ha riscontrato vizi e difetti di costruzione nell'immobile.

Questa invece un fac simile di 

vale a dire una lettera che consente 

  • al debitore, che palesa delle difficoltà nel rimborso per via di una precaria situazione economica, di chiudere la propria posizione pagando un importo inferiore rispetto a quello dovuto;
  • al creditore di rientrare in possesso di una buona parte delle somme vantate evitando di procedere per le vie legali, cosa che lo esporrebbe ad un aggravio di costi e comunque ad un esito incerto.

Chiaramente le posizioni debitorie possono essere estinte attraverso un atto di rinuncia al credito.

Tags:  moroso transazione insolvenza

Foto
Free-Photos su Pixabay
Documenti correlati
 
Social
 
Utilità