Costa Crociere servizio reclami: i moduli, i recapiti e le indicazioni per tutelare i tuoi diritti

reclami costa crociere, come inviare un reclamo a costa crociere

Per molte persone fare una crociera equivale a regalarsi un sogno, una pausa dalla vita quotidiana per rilassarsi, coccolarsi e vedere posti nuovi. Sebbene i presupposti siano ottimi, ad ogni turista può capitare di subire un piccolo disservizio. No problem, è per aiutarti a fronteggiare le situazioni critiche che scriviamo una guida sui reclami Costa Crociere. Eventuali piccoli disservizi in cabina possono essere risolti con la tempestiva segnalazione, invece se si verificano delle problematiche più serie come il ritardo della nave  o la soppressione di una tappa del viaggio, è possibile chiedere il rimborso o il risarcimento del danno subito una volta tornati a casa. Questo è il modulo reclamo nave che puoi scaricare da questo portale; nei prossimi paragrafi ti spiegheremo e quando utilizzarlo e dove spedirlo.

Reclami Costa Crociere a bordo: come chiedere assistenza

Costa Crociere è un’azienda che propone ai suoi clienti “La felicitಔ: pacchetti vacanze compresi di crociera o volo + crociera e un mix di esperienze indimenticabili, ottimo cibo, servizi di tutti i tipi, intrattenimento di qualità e molto altro ancora. Non c’è posto per l’insoddisfazione a bordo delle navi Costa, ecco perché i passeggeri hanno la facoltà di segnalare ogni minimo problema al Servizio di Assistenza Clienti.

Su ogni imbarcazione troverai l'Hospitality Office/Servizio Clienti: un desk aperto tutti i giorni, 24 ore su 24, utile per ricevere informazioni, prenotare servizi extra, effettuare segnalazioni o presentare reclami Costa Crociere. Questo è il posto ideale per parlare faccia a faccia col personale di bordo di un guasto nella cabina (manca la corrente elettrica, non funziona l’impianto di climatizzazione, la toilette è fuori uso, ecc.) o di un disservizio subito al ristorante, nel centro benessere o in qualsiasi altra zona della nave. Se il guasto non può essere risolto immediatamente e devi subirne il disagio per tutto il soggiorno, sappi che è tuo diritto inoltrare un reclamo a Costa Crociere e chiedere la corresponsione di un rimborso o di un risarcimento.

Come inviare un reclamo a Costa Crociere

Se hai subito un disservizio a bordo della nave o se Costa Crociere per qualche motivo non ha adempiuto completamente e correttamente ai propri impegni, hai il diritto di reclamare, segnalando l’accaduto e chiedendo un rimborso o un risarcimento per il disagio subito. Prima di vedere in quali casi hai diritto alla corresponsione di una somma di denaro a titolo di rimborso o di risarcimento, cerchiamo di capire quando,  come e dove inviare reclami Costa Crociere.

Nel documento CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI PACCHETTO TURISTICO presente sul sito ufficiale www.costacrociere.it, troviamo l’articolo 21 relativo a reclami e denunce, il quale prevede che “il passeggero deve denunciare per iscritto all’Organizzatore eventuali inadempienze nella organizzazione o realizzazione della crociera entro e non oltre 2 mesi dalla data di rientro”.

Mentre le richieste di assistenza possono essere inoltrate sia telefonicamente (al numero 800.902.902 se chiami dall’Italia o +39 0109997988 se chiami dai paesi della Comunità Europea) sia tramite email (info@costa.it), le segnalazioni e le denunce per inadempienza possono essere inoltrate solo per iscritto, tramite posta elettronica. L’indirizzo mail reclami Costa Crociere è il seguente: CustomerService@costa.it.

Naturalmente puoi scrivere di tuo pugno la comunicazione di reclamo, tuttavia se preferisci compilare un form già impostato puoi scaricare il modulo reclamo nave direttamente da questo portale. Affidandoti alla modulistica disponibile su Moduli.it avrai la sicurezza di inviare una lettera di reclamo corretta e completa di ogni informazione utile. Dopo aver redatto e firmato il modulo di reclamo dovrai caricarlo come allegato al messaggio di posta elettronica, insieme ad una copia del documento d’identità in corso di validità, una copia del biglietto e la documentazione utile a provare il tipo di disservizio subito.

Reclami Costa Crociere: i diritti del passeggero

Dopo aver effettuato la prenotazione di una crociera, diventi automaticamente un passeggero e un cliente Costa. Questa posizione comporta degli obblighi, ma anche parecchi diritti. Come difenderli? Il primo passo da fare è conoscerli: solo così al verificarsi di un evento che modifica o limita la fruizione del pacchetto turistico prima o dopo la partenza, saprai come tutelarti. Ecco, dunque, quali sono le condizioni che determinano il diritto alla corresponsione di un rimborso o di un indennizzo.

Modifiche di viaggio prima dell'inizio della fruizione del pacchetto turistico

Secondo l’articolo 40 comma 1 del Codice del Turismo, Costa Crociere può modificare le condizioni del contratto prima dell’inizio della fruizione del pacchetto turistico. Anche se la rettifica delle condizioni è di scarsa importanza, devi essere avvisato tempestivamente circa il tipo di modifica e la variazione del prezzo del pacchetto che ne consegue.

Il comma successivo stabilisce che nel caso in cui si verifichino delle modifiche a una o più caratteristiche principali dei servizi turistici (la destinazione, i mezzi, le categorie di trasporto, le date, gli orari) prima dell’inizio della fruizione del pacchetto turistico, hai la facoltà di accettare la modifica o recedere dal contratto senza pagare le spese di recesso. (Leggi "Cosa fare se le condizioni di viaggio cambiano prima o dopo la partenza"). Nel caso in cui decidessi per il recesso del contratto, Costa potrà offrirti un pacchetto sostitutivo di qualità equivalente o superiore. Se il pacchetto alternativo fosse di qualità inferiore avresti, invece, diritto ad un'adeguata riduzione del prezzo. Qualora rifiutassi la proposta alternativa di Costa Crociere potresti essere rimborsato di tutti i corrispettivi pagati entro 14 giorni dal recesso dal contratto.

Impossibilità in corso di esecuzione del pacchetto

Se, durante l’esecuzione della crociera, Costa fosse impossibilitata (per circostanze sopravvenute non imputabili alla compagnia) ad eseguire una parte sostanziale dei servizi turistici previsti dal contratto, dovrà predisporre delle soluzioni alternative di qualità equivalente o superiore, così da proseguire l’itinerario programmato. Se ciò non fosse possibile la compagnia dovrà garantirti una riduzione del prezzo, in quanto tale condotta può essere considerata un inadempimento di non scarsa importanza (Articolo 42 comma 5 del Codice del Turismo).

Soppressione della partenza e ritardi

Se la partenza subisce dei forti ritardi o addirittura viene annullata per cause imputabili alla compagnia stessa, Costa deve assicurarti la prosecuzione del viaggio su un’altra nave di sua proprietà. Qualora non ci fosse questa possibilità, avresti diritto al rimborso del biglietto e alla corresponsione di un risarcimento per i danni determinati dal ritardo. Nello specifico puoi inviare un reclamo a Costa Crociere entro 2 mesi dalla data in cui hai subito il ritardo o la cancellazione della partenza utilizzando il modulo rimborso ritardo nave. Questo facsimile può essere inviato al Servizio Clienti Costa, seguendo le indicazioni precedentemente descritte.

Risarcimento per incidenti a bordo

Se, durante la tua permanenza a bordo, si verifica un incidente o un sinistro (collisione, incendio, naufragio ...) che causa dei danni alla tua persona o alle cose, potresti chiedere alla compagnia di trasporti il risarcimento dei danni. In questa occasione è possibile utilizzare il modulo risarcimento danni per incidente su nave inoltrandolo a Costa come un qualsiasi altro modulo di reclamo.

Il danno da vacanza rovinata

Se acquisti un pacchetto vacanze “tutto compreso” (es: volo + crociera + escursioni + pacchetto bevande + quote di servizio), ma durante il viaggio ti accorgi di non poter godere appieno dei servizi enunciati al momento della prenotazione, puoi reclamare al Tour Operator per inesatta esecuzione del contratto. Qualora la condizione attuale determinasse un’inadempienza contrattuale non di scarsa rilevanza potresti addirittura chiedere il risarcimento danni da vacanza rovinata entro 10 giorni dalla data del rientro a casa, mediante l’invio di questo modulo.

Servizio soddisfatti o rimborsati

Questa è un’iniziativa di Costa Crociere valida solo fino al 31/12/19 per le tariffe Total Comfort e Deluxe. Di cosa si tratta? Te lo spieghiamo subito: Soddisfatti O Rimborsati ti consente di interrompere subito la crociera, nel caso in cui questa non soddisfi le tue aspettative. Tutto quello che dovrai fare è comunicare al Servizio Clienti di bordo la tua insoddisfazione, chiaramente motivandola, entro 24 ore dalla partenza della nave o almeno 2 ore prima della partenza dallo scalo successivo a quello d’imbarco. Costa si occuperà di riportarti al punto di partenza della vacanza rimborsandoti il 100% di quanto pagato. NB: l’iniziativa non è valida per le crociere su Costa Venezia, per le crociere del Giappone, del Sud America, per le crociere Giri del Mondo e le relative tratte.

Come e quando recedere dal Contratto Costa Crociere

Hai la facoltà di recedere dal contratto sottoscritto con Costa Crociere in qualsiasi momento, purché ciò avvenga prima dell’inizio della fruizione del pacchetto. Chiaramente dovrai rimborsare alla compagnia le spese standard necessarie per il recesso che variano in base alla crociera, al periodo e alla tariffa pagata. Per consultarle basta visionare le Condizioni Contrattuali.

Recesso in caso di avvenimenti straordinari

Se si verificano degli avvenimenti straordinari o in presenza di circostanze di forza maggiore (previsione di una tempesta, manifestazioni e disordini presso il luogo di destinazione, ecc.) che incidono pesantemente sull’esecuzione del pacchetto turistico o sul trasporto verso la destinazione finale del viaggio, hai il diritto di recedere dal contratto prima dell’inizio della fruizione del pacchetto turistico. Se rinuncerai al viaggio non dovrai pagare le spese di recesso e ti verranno rimborsate tutte le spese sostenute fino a quel momento. Non potrai ricevere, però, alcun indennizzo supplementare.

Recesso in caso di prenotazioni on line o telefoniche

Se hai effettuato la prenotazione della crociera tramite il sito www.costa.it o telefonicamente, contattando il numero 800.902.902 potrai recedere entro 5 giorni dalla data di conclusione del contratto o dalla data in cui ricevi le condizioni contrattuali per iscritto. Il recesso non comporta l’addebito di alcuna penale, in più non sei obbligato a fornire motivazioni. Nel caso in cui il pacchetto subisca una diminuzione di prezzo, però, non sarà possibile esercitare il diritto di recesso.

Costa Crociere: servizio reclami per danneggiamento bagaglio

Qualora subissi la perdita o il danneggiamento del bagaglio nel porto o a bordo delle navi Costa Crociere, avresti diritto al risarcimento. L’unica condizione per ottenere un indennizzo è non essere responsabile del danno. Se lo smarrimento o il danneggiamento del bagaglio fosse imputabile al personale Costa Crociere, potresti denunciare immediatamente l’accaduto al Sevizio Clienti presente a bordo della nave o nel porto.

Dopo la segnalazione dovrai contattare l’assicurazione che hai stipulato sul viaggio o sul bagaglio oppure rivolgerti all’agenzia di viaggi tramite la quale hai prenotato. Per ulteriori informazioni a riguardo ti consigliamo di leggere la guida “Bagaglio danneggiato durante un viaggio in nave? Ecco cosa fare”.

E se, invece, smarrissi un oggetto a bordo, ad esempio una macchina fotografica, uno smartphone o un paio di occhiali? Costa Crociere dichiara che tutti gli oggetti rinvenuti a bordo delle navi vengono inviati nel deposito oggetti smarriti di Costa Crociere. Quello che puoi fare è chiamare il Contact Center ed effettuare una denuncia di smarrimento. Se l’oggetto viene rinvenuto nel deposito, Costa Crociere te lo spedirà direttamente a casa.

Reclami Costa Crociere respinti: come tutelarsi

Costa Crociere respinge il reclamo o la richiesta di risarcimento che hai inviato. Che fare? Puoi rassegnarti o fare ricorso al Solvit, un servizio predisposto dalla Commissione europea per la risoluzione delle controversie in merito all’erronea applicazione delle norme europee. In alternativa potresti contattare l'Autorità di Regolazione dei Trasporti (ART) attraverso il sistema online (SiTe) disponibile all'indirizzo http://www.autorita-trasporti.it/site/.

Preferisci effettuare una procedura più tradizionale? Nessun problema: questo è il facsimile di ricorso Authority per disservizi su nave da inoltrare seguendo le disposizioni contenute nella scheda modulo. Entrambe le procedure vanno intraprese dopo 60 giorni dalla presentazione del reclamo a Costa Crociere.

L’ultima ipotesi è certamente la più spiacevole: se il danno dubito a bordo della nave o in relazione al pacchetto vacanze viene quantificato come superiore ai 5.000 euro puoi rivolgerti Giudice di Pace o al Tribunale ordinario.

Costa Crociere e le Quote di Servizio

Il personale di Costa Crociere presente a bordo della nave non è tenuto a ricevere la mancia per i servizi prestati, poiché ad ogni passeggero presente a bordo vengono addebitate le cosiddette “Quote di Servizio”. Le Quote di Servizio sono delle tasse che tutti i passeggeri devono pagare (sono esclusi solo i bambini con età inferiore a 4 anni) per tutti i servizi alberghieri goduti di bordo. Nella quota sono comprese, infatti, le mance per i camerieri, per il personale di cabina, per il trasporto dei bagagli e così via. L’addebito delle quote è giornaliero, quindi viene corrisposto al termine della crociera a seconda dei giorni di servizio effettivamente goduti.

Solitamente alle Quote di Servizio vengono sommate anche le spese extra effettuate a bordo, le escursioni e i servizi non inclusi nel prezzo del soggiorno. L’importo delle Quote di Servizio varia in base alla compagnia, alla data di svolgimento della crociera e alla destinazione del pacchetto turistico. Quelle di Costa Crociere vanno da 10 a 15 euro per gli adulti, mentre i bambini da 4 a 14 anni pagano la metà. Per conoscere nel dettaglio a quanto ammonta la mancia giornaliera puoi consultare la pagina “Informazioni Utili” presente sul sito ufficiale di Costa Crociere.

Documenti correlati



51927 - Maria
12/04/2018
Ho acquistato integratori per cane online e mi sono arrivate buste con diverse letture di scadenza, riportano la dicitura, scadute il... a partite dal 2015 cioè scadute da oramai 3anni, sfuse anzichè nella propria scatola di governo, alcune buste si presentano gonfie di aria quindi presumo siano avariate. Cosa fare in questo caso?

51138 - Elena Z.
15/12/2017
Ho comprato una confezione di pagnotta a fette della ORVA ma una volta aperta le fette di pane puzzavano di alcool/ solvente. Ho mandato una mail alla ditta produttrice ma la confezione la devo portare da qualche parte a far analizzare? Grazie

50681 - Redazione
23/10/2017
Paola, se ritiene che rivolgersi al commerciante sarebbe inutile, non le resta che segnalare l'accaduto ai Carabieri che dispongono di un Nucleo Antisofisticazioni e Sanità.

50658 - Paola
20/10/2017
Ieri 19 ottobre ho acquistato una confezione di pizze al taglio confezionate dal super pan di sanluri. La confezione riportava data di confezionamento 19 ottobre 2017. Le apro e vedo la muffa. Come segnalo?

50170 - Redazione
04/09/2017
Daniele, faccia un esposto ai N.A.S., Nuclei Antisofisticazioni e Sanità dell'Arma dei Carabinieri.

50152 - Daniela P.
02/09/2017
Io ed altre persone troviamo sempre la pasta Divella piena di vermi... possibile che nessuno controlla l'azienda che la produce??

49318 - flora
12/05/2017
Ho comprato il latte plasmon per neonati ed era scatuto il 31...3...2017...le bambine lo hanno bevuto mal di pancia come devo comportarmi con chi me lo ha venduto

48434 - Simone
18/02/2017
Ho acquistato una confezione di uova 'fresche', ad un supermercato di una famosa catena. Le uova non hanno il timbro, anzi si nota che è stato cancellato, poiché c'è una strisciolina verde. Inoltre quando ne ho rotte due i tuorli nel cadere nel piatto si sono rotte. Cosa posso fare?

48338 - Redazione
08/02/2017
Dina, come prima cosa deve rivolgersi al suo medico curante. Ciò fatto deve segnalare la scoperta al negoziante o direttore del supermercato affinchè adotti gli opportuni controlli e conseguenti provvedimenti.

48330 - B. Dina
07/02/2017
Ho aperto oggi 7 febbraio 2017 prosciutto cotto Citterio scadente 24.02.2017 pieno di muffa, me ne sono accorta dopo che l'avevamo mangiato in parte! Compreso mio nipote di nove anni che se n'è accorto! Che fare?

Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio