Richiesta risarcimento danni parabrezza: modelli editabili

Formati     © Moduli.it
DOC   fac simile (a)
PDF
DOC   fac simile (b)
PDF
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

In questa scheda sono disponibili due diversi modelli con cui l'assicurato, in possesso di apposita polizza, può avanzare nei confronti della compagnia una richiesta di risarcimento per rottura cristalli. Entrambi i fac simile sono disponibili anche in formato editabile (WORD).

Quando effettuare una richiesta risarcimento rottura cristalli

Naturalmente per poter avanzare alla propria compagnia assicurativa una simile richiesta di risarcimento è necessario aver sottoscritto una polizza cristalli.

Si tratta di una garanzia accessoria (come l'incendio e furto, gli atti vandalici, la kasko, ecc.) che consente di proteggere vetri, lunotto e parabrezza della propria auto da rotture e scheggiature. Sono esclusi fanali e specchietti retrovisori.

Ma per quali eventi è prevista la copertura? La garanzia copre le rotture accidentali o causate da terzi durante la circolazione. L'importante è che l'assicurato non si sia reso in qualche modo responsabile del sinistro.

Non copre, invece, i danni prodotti da un atto vandalico o da un tentativo di furto. In questi casi, infatti, occorre aver sottoscritto un'apposita copertura assicurativa.

E in caso di grandine? In questi casi occorre fare molta attenzione e verificare se la polizza cristalli prevede espressamente come causa di rottura dei vetri anche l’evento naturale.

Le condizioni variano da compagnia a compagnia, ma in linea generale gli interventi di riparazione e sostituzione sono effettuati in maniera gratuita presso i centri convenzionati con la compagnia. E' prevista, invece, l'applicazione di franchigie e scoperti per chi decide di rivolgersi al proprio carrozziere di fiducia.

Ad ogni modo la garanzia prevede sempre un massimale indicato nella polizza.

Come predisporre una richiesta risarcimento danni parabrezza

Al verificarsi dell'incidente, l'assicurato deve contattare il proprio agente e contestualmente predisporre la richiesta di risarcimento.

Nel modello vanno quantomeno specificati:

  • la targa del veicolo
  • il numero di polizza
  • la data e l'ora dell'evento
  • il luogo in cui è avvenuto il sinistro
  • le modalità con le quali il veicolo è rimasto danneggiato
  • la descrizione dei danni riportati.

E' opportuno allegare alla richiesta delle foto che testimoniano l’entità del danno subito. 

In questi casi la compagnia può decidere se inviare o meno un proprio perito per accertare e valutare le rotture e le scheggiature denunciate.

Tags:  assicurazione auto

Foto
Free-Photos su Pixabay
Documenti correlati
 
Social
 
Utilità