fedina penale

Autocertificazione casellario giudiziale: modelli DOC, guida all'uso

autocertificazione casellario giudiziale, modulo autocertificazione casellario giudiziale

L'autocertificazione casellario giudiziale, disponibile in questa scheda in 4 distinti fac simile, tutti in formato "DOC", è una dichiarazione con la quale un cittadino attesta di non aver riportato condanne penali e di non avere notizia di iscrizioni nel Casellario Giudiziale di provvedimenti, misure o decisioni che lo riguardano personalmente.

Casellario giudiziale: cos'è

Il casellario giudiziale (o casellario giudiziario) è uno schedario tenuto dalla Procura della Repubblica che raccoglie le condanne e i provvedimenti definitivi riguardanti una determinata persona.  

Rivolgendosi ad un qualsiasi ufficio della Procura, a prescindere dal luogo di nascita o di residenza, la persona inter...

Autocertificazione antimafia 2019: doc, pdf editabile

autocertificazione antimafia fac simile, autocertificazione antimafia

Fac simile autocertificazione antimafia con cui si dichiara che nei propri confronti non sussistono le cause di divieto, di decadenza o di sospensione previste dall’art. 67 del D.Lgs. n. 159/2011.

Il certificato antimafia è una cosa diversa?

Fondamentalmente si. Si tratta di un documento composto da Comunicazione e Informazione Antimafia e che viene rilasciato dalla Prefettura a tutte le imprese che, ad esempio, ne fanno richiesta per:

  • acquisire licenze e autorizzazioni al commercio
  • iscriversi negli albi degli appaltatori
  • ottenere concessioni e abilitazioni per lo svolgimento di attività imprenditoriali
  • partecipare ad appalti di opere e lavori pubblici

In pratica il certificato antimafi...

Modulo richiesta carichi pendenti

modulo richiesta carichi pendenti

Modulo di domanda per il rilascio del certificato dei carichi pendenti. Si tratta di un certificato che consente la conoscenza dei processi penali in corso a carico di un determinato soggetto. Si tratta in buona sostanza di quei procedimenti per i quali la persona ha assunto la qualità di imputato con la chiusura della fase delle indagini preliminari.

Dove presentare il modulo richiesta carichi pendenti

La richiesta può essere presentato presso qualunque Procura della Repubblica, indipendentemente dal luogo di nascita o di residenza dell’interessato. E' bene precisare che nel certificato carichi pendenti risultano tutti i procedimenti penali in corso nei confronti di un soggetto dinanzi a...

Modulo richiesta Casellario Giudiziale

modulo richiesta Casellario Giudiziale, Modulo richiesta certificato penale

Con questo modulo è possibile richiedere all'ufficio del Casellario Giudiziale ubicato presso la Procura della Repubblica del Tribunale il rilascio di un certificato che riporta i provvedimenti di condanna definitivi e di alcuni provvedimenti in materia civile ed amministrativa a carico di una determinata persona.

A cosa serve il modulo richiesta Casellario Giudiziale

In particolare attraverso la presentazione del modulo richiesta Casellario Giudiziale è possibile richiedere alla Procura della Repubblica il rilascio

  • del CERTIFICATO PENALE: contiene le iscrizioni relative a condanne irrevocabili in materia penale. Dunque condanne definitive, oggetto di sentenze passate in giudicato, quind...

Autocertificazione carichi pendenti

autocertificazione carichi pendenti, modello autocertificazione carichi pendenti

L'autocertificazione carichi pendenti è una dichiarazione con cui una persona attesta l’esistenza o meno a proprio carico di procedimenti penali in corso (in primo grado, in appello, oppure in Cassazione). Si differenzia dall'autocertificazione casellario giudiziale per il fatto che con quest'ultimo si attesta l’esistenza o meno di condanne definitive o passate in giudicato.

Quando viene utilizzata l'autocertificazione carichi pendenti

Si è detto che con l'autocertificazione carichi pendenti il soggetto dichiara di non essere imputato in processi penali né di essere stato rinviato a giudizio da parte di un pubblico ministero. Si tratta di fatto di una dichiarazione che viene utilizzata in...

Dichiarazione sostitutiva del certificato antipedofilia

Modello con cui un soggetto dichiara di non aver riportato a suo carico condanne per taluni dei reati di cui agli articoli 600-bis, 600-ter, 600-quater, 600-quinquies e 609-undecies del codice penale, ovvero irrogazione di sanzioni interdittive all'esercizio di attività che comportino contatti diretti e regolari con minori.

Tale autocertificazione consente di stipulare il contratto di lavoro in caso di nuova assunzione, in attesa che si acquisisca il relativo certificato (certificato antipedofilia).Si tratta di un certificato che il datore di lavvoro pubblico o provato deve richiedere nel caso intenda impiegare al lavoro persone che, in ragione delle mansioni attribuite, hanno contatti di...

Richiesta certificato antipedofilia per enti pubblici e gestori pubblici servizi

Modello per la richiesta del certificato del casellario giudiziale, ai sensi dell'art. 25-bis del  D.P.R. 14 novembre 2002 n. 313, da parte delle amministrazioni pubbliche e dei gestori di pubblici servizi.
In particolare il modello va utilizzato nel caso in cui l'ente intenda impiegare al lavoro persone che, in ragione delle mansioni attribuite, hanno contatti diretti e regolari con minori (certificato antipedofilia).

Ciò in quanto il decreto legislativo n. 30 del 2014, che attua una direttiva dell'Unione europea n. 93 del 2011 in materia di lotta contro l'abuso e lo sfruttamento sessuale dei minori e la pornografia minorile, prescrive che in questi casi il datore di lavoro deve richiede...

Richiesta certificato antipedofilia per datore di lavoro privato

Modello per la richiesta del certificato del casellario giudiziale, ai sensi dell'art. 25-bis del  D.P.R. 14 novembre 2002 n. 313, da parte del datore di lavoro privato.
In particolare il modello va utilizzato nel caso in cui l'ente intenda impiegare al lavoro persone che, in ragione delle mansioni attribuite, hanno contatti diretti e regolari con minori (certificato antipedofilia).

Ciò in quanto il decreto legislativo n. 30 del 2014, che attua una direttiva dell'Unione europea n. 93 del 2011 in materia di lotta contro l'abuso e lo sfruttamento sessuale dei minori e la pornografia minorile, prescrive che in questi casi il datore di lavoro deve richiedere, prima di stipulare il contratto di...