`

Telepass non funziona in uscita: consigli utili

Se il Telepass non funziona in entrata o in uscita il problema potrebbe essere legato alla batteria del dispositivo, ad un difetto dell'apparecchio o allo stesso impianto del casello autostradale. Ecco alcuni suggerimenti utili per affrontare la situazione senza perdere la pazienza e soprattutto senza arrecare pericoli o danni a sé e agli altri.

Telepass non funziona in entrata

Si arriva davanti alla sbarra ma questa non si alza. Il problema potrebbe essere legato alla batteria del dispositivo Telepass, evidentemente scarica. In proposito ricordiamo che il dispositivo va sostituito di norma ogni 4-5 anni.

Ma come si fa a sapere se la batteria è effettivamente scarica oppure no? Sappiamo che il dispositivo Telepass emette delle segnalazioni acustiche ogni qualvolta con il mezzo si oltrepassa il casello autostradale. Ora se il tono è acuto, vuol dire che il dispositivo è perfettamente funzionante e che il transito è stato completato con successo.

Se invece il tono è si acuto ma le segnalazioni sono tre consecutive, vuol dire che la batteria sta per scaricarsi e che si rende necessaria la sostituzione dell'apparecchio. Ricordiamo che tale operazione è completamente gratuita e può essere effettuata in qualsiasi Punto Blu.

Infine se il tono è grave, vuol dire che c'è stata un'anomalia durante il transito. In questo caso è quanto mai importante verificare l'elenco dei movimenti effettuati nel periodo (nel prosieguo vedremo come).

Fatte queste precisazioni, come comportarsi dunque se la sbarra resta giù in entrata? La reazione istintiva è quella di inserire la retromarcia e passare al portale per il ritiro del tagliando cartaceo. Niente di più sbagliato. Così facendo si rischia non solo di causare incidenti, ma anche di essere sanzionati ai sensi dell'art. 176 del CdS (multe salatissime e decurtazione dei punti dalla patente).

Il consiglio, invece, è quello di premere il pulsante rosso d’emergenza presente sulla colonnina installata sulla sinistra. L'operatore che riceve la chiamata verificherà se il problema è legato ad un guasto localizzato nell’impianto del casello stesso (in questo caso si limiterà ad aprire la sbarra da remoto) oppure al dispositivo Telepass presente sul veicolo. In quest'ultimo caso provvederà ad annotare la targa e a sollevare la sbarra. A questo punto il sistema registrerà il casello di ingresso e, con il passaggio al casello di uscita, provvederà a calcolare l'addebito del percorso autostradale.

Può accadere che dei viaggi non siano stati addebitati dalla società Autostrade, poiché il sistema non è stato in grado di rilevare il casello di ingresso. In questi casi il cliente riceve una lettera contenente alcune informazioni per il calcolo dell'importo relativo al transito da riportare in fattura o detrarre dal credito residuo del Telepass Ricaricabile.

In pratica dalla pagina www.telepass.com/AutostradeETIWeb/viaggi888/GestisciViaggi888Pubblica il cliente è in grado di effettuare il pagamento, senza oneri aggiuntivi, inserendo 

  • il codice del proprio contratto o del proprio Telepass Ricaricabile;
  • il "codice del viaggio", ossia il numero assegnato al transito (reperibile sulla lettera);
  • l'autostrada
  • il casello di entrata.

Telepass non funziona in uscita

Diamo per scontato che se la luce posizionata sul portale è rossa la sbarra chiaramente non si alza.

Quindi una raccomandazione (forse scontata) a tutti coloro che effettuano il passaggio nella corsia contrassegnate con il simbolo "T": moderare la velocità (max 30 km/h) e mantenere una distanza di sicurezza di 4 metri dal veicolo che precede. Altra raccomandazione: il dispositivo Telepass deve essere posizionato in alto al centro del parabrezza. Se il veicolo dispone di un parabrezza schermato, è bene consultare il manuale d’uso dell'auto.

Sulle moto il dispositivo Telepass può essere collocato nel cassetto portaoggetti (se di materiale plastico), sul manubrio (è necessario un apposito supporto reperibile presso i rivenditori autorizzati) o nel borsello con apposita tasca, da ancorare al serbatoio.

Ciò detto come comportarsi se la sbarra del Telepass non si alza al casello di uscita? Le cause chiaramente potrebbero essere le stesse descritte al paragrafo precedente: batteria scarica, apparecchio difettoso o problema tecnico del casello. Anche il rimedio è sostanzialmente lo stesso: premere il pulsante rosso e comunicare all'operatore il casello di ingresso.

Ora se il problema è legato al sistema di rilevamento che non ha riconosciuto il veicolo, come detto sarà l'operatore ad azionare la sbarra e di conseguenza a fare in modo che, attraverso la lettura del numero di targa del veicolo, l'importo relativo al transito sia addebitato direttamente sulla carta o sul conto del cliente.

In questi casi è quanto mai opportuno verificare che l'addebito si riferisca all'effettivo transito effettuato. Questa verifica può essere fatta attraverso la APP, facendo tap sulla voce “Movimenti”, oppure tramite l'Area Riservata del sito aprendo il contratto di riferimento e cliccando sulla voce “Movimenti”. 

Le stesse verifiche andrebbero fatte se si ascoltasse un tono grave durante il transito. In questo caso ci si può rivolgere anche ad un TStore o Punto Blu per verificare il corretto funzionamento del dispositivo. 

Se invece il problema è legato ad un malfunzionamento del Telepass, è necessario effettuare il pagamento presso un Punto Blu, con la richiesta di cancellazione del passaggio in ingresso rilevato.

Per qualunque necessità è possibile contattare il Servizio Clienti Telepass al numero 840 043 043.

Qualora non si riuscisse più a sopportare i disagi legati al malfunzionamento del dispositivo, si potrebbe optare per la disdetta Telepass e tornare al vecchio caro tagliando cartaceo.

Documenti correlati



Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio