Modello autocertificazione per concorso: cos'è e come si compila

Formati     © Moduli.it
DOC
PDF interattivo
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Descrizione

Il documento disponibile in questa scheda contiene l’autocertificazione titoli per concorso, ovvero la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà con cui è possibile accertare che la documentazione attestante i titoli di studio allegati alla domanda di partecipazione al concorso è conforme alla certificazione originale.

Cos'è l'autocertificazione titoli per concorso

Si tratta sostanzialmente di una autocertificazione, resa ai sensi dell’art. 46 D.P.R. 445/00, con cui una persona dichiara di essere in possesso di determinati titoli, oltre quelli necessari per l’ammissione, conseguiti alla data di scadenza del concorso e validi agli effetti della valutazione di merito.

Il partecipante al concorso, in particolare, dichiara attraverso questo modello di essere in possesso di:

  • titoli culturali (diploma scuola secondaria superiore, laurea, diploma Universitario o equivalenti, attestati di lingua straniera legalmente riconosciuti, attestati di informatica legalmente riconosciuti, ecc.);
  • titoli accademici post laurea e di aggiornamento culturale e professionale (dottorato di ricerca, specializzazione, corso di perfezionamento, master, abilitazione professionale di Stato, stage o equivalenti, partecipazione a convegni/corsi di aggiornamento, ecc.);
  • altri titoli diversi da quelli sopra elencati.

Come compilare l'autocertificazione titoli per concorso

Redigere il modulo qui proposto è semplicissimo e c’è una bassissima probabilità di errore.

Si comincia inserendo i propri dati anagrafici:

  • nome e cognome
  • luogo e data di nascita
  • luogo e indirizzo completo di residenza.

A seguire occorre riportare:

  • ogni titolo culturale conseguito, specificando data, istituto e voto;
  • ogni titolo di aggiornamento e qualificazione tecnica, specificando ente organizzatore, titolo e data;
  • ogni altro titolo conseguito e diverso da quelli sopra elencati, specificando denominazione esatta, data e luogo di conseguimento.

Ricordiamo che, trattandosi di una dichiarazione sostitutiva di certificazione, il dichiarante dovrà farsi carico delle responsabilità civili e penali derivanti da false o mendaci dichiarazioni.

I titoli vanno autenticati e allegati?

Generalmente i candidati ai concorsi pubblici hanno l’onere di allegare alla domanda di ammissione i titoli di studio in proprio possesso.

Nel bando del concorso vengono specificate le modalità richieste per l’autentica dei titoli in possesso dei candidati: in alcuni casi è possibile autocertificare i propri titoli di studio (vedi anche l’autocertificazione di laurea o l’autocertificazione titolo di studio generica); in altri casi occorre fornire le copie dei certificati ufficiali e dichiarare che le stesse sono conformi all’originale in proprio possesso.

Per saperne di più sull'argomento, leggi il post dedicato alla copia conforme.

C'è da precisare comunque che l'art. 19 del D.P.R. n. 445 del 2000 consente per i titoli di studio (e non solo) di sostituire l’autentica di copia con la dichiarazione di conformità all'originale. Un fac simile è presente proprio in questa stessa scheda.

Tags:  titolo di studio concorso

Documenti correlati
 
Social
 
Utilità