Modulo per bloccare bancomat smarrito Unicredit

Formati     © Moduli.it
DOC
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Descrizione

Il presente modulo va compilato, subito dopo aver provveduto al blocco bancomat Unicredit, per comunicare all'istituto il furto o lo smarrimento della carta di debito. In particolare questo fac simile serve per comunicare alla banca di aver provveduto al blocco della carta attraverso i numeri telefonici messi a disposizione e conseguentemente alla denuncia presso le autorità competenti. L'obiettivo è cautelarsi contro eventuali addebiti non autorizzati ed ottenere il rilascio di una nuova carta bancomat.

Smarrimento bancomat Unicredit: cosa fare

Sul sito ufficiale della banca si legge che in caso di furto o smarrimento le carte emesse da Unicredit possono essere bloccate telefonicamente. Basta chiamare uno dei seguenti numeri verde: 800.82.20.56 o 800.078.777. Se al momento del furto o smarrimento ci si trova all'estero allora il numero dal chiamare è il +39.045.80.64.686. Per le carte di debito "MyPay" e "Always" sono disponibili due ulteriori numeri: numero verde 800.57.57.57 e dall'estero +39 02.33.40.89.73.

E non è tutto perché per 24 paesi esteri, dalla Francia all'Australia, dal Brasile alla Finlandia, sono attivi e funzionanti 24 ore su 24 ulteriori numeri verdi: l'elenco completo è disponibile sul sito ufficiale www.unicredit.it.

Se è stato sottoscritto un contratto di Banca Multicanale si potrà bloccare bancomat Unicredit online, ossia tramite il sito internet o l’APP, accedendo alla sezione Mobile Banking > Carte > Blocco Carta.

Occorre procedere al blocco bancomat Unicredit nel più breve tempo possibile, così da disattivare la carta prima che vengano effettuati dei prelievi da malintenzionati. 

Dopo aver avvisato telefonicamente la banca dell’avvenuto furto o smarrimento della carta è necessario recarsi presso il comando più vicino e sporgere denuncia. A questo punto con una copia della denuncia rilasciata dalla Questura o dal Comando dei Carabinieri e il fac simile presente in questa scheda debitamente compilato, ci si può recare allo sportello della banca che ha rilasciato il bancomat. Se questo è fuori mano si può spedire il tutto tramite posta raccomandata con avviso di ricevimento.

Blocco bancomat Unicredit clonato

Il blocco bancomat Unicredit va effettuato anche nel caso in cui la carta non venisse smarrita o rubata, ma clonata. In questo caso è chiaro che il blocco potrebbe essere richiesto solo nel momento in cui il titolare si accorgesse dell'utilizzo fraudolento della propria carta.

In presenza di una clonazione della carta bancomat è possibile contestare gli addebiti riscontrati, ma occorre agire entro 60 giorni dalla data di ricevimento dell'estratto conto. Questo il fac simile da utilizzare.

Come compilare il modulo per il blocco carta bancomat Unicredit

Compilare il modulo è semplice. Si parte dai recapiti: vanno inseriti i propri in alto a sinistra, quelli relativi alla società che ha emesso la carta e quelli della banca Unicredit, avendo cura di indicare la filiale presso la quale è intrattenuto il conto. L’oggetto della comunicazione può essere “Comunicazione furto/smarrimento carta bancomat numero ....”.

Successivamente vanno inseriti i dati personali, indicando nome e cognome, indirizzo di residenza, recapiti, numero della carta oggetto di smarrimento o furto e la data di scadenza della stessa. In più occorre indicare la data, l’ora e il numero di telefono utilizzato per richiedere il blocco bancomat Unicredit. L'indicazione della data di blocco risulta particolarmente utile in quanto da quel momento scatta la protezione contro eventuali utilizzi fraudolenti della carta. Ci spieghiamo meglio: eventuali prelievi o pagamenti effettuati prima del blocco sono di norma a carico del titolare del bancomat (a meno che non sia prevista una copertura assicurativa); dopo il blocco, invece, ne risponde la banca pur lasciando a carico del cliente una franchigia di 150 euro. Questo significa che se viene effettuato un prelievo di 500 euro subito dopo il blocco, la banca restituirà al titolare della carta l'importo di 350 euro.

Il titolare della carta potrebbe vedersi negato il rimborso solo se la banca riscontrasse in certi suoi comportamenti dolo o colpa grave: conservava il PIN insieme alla carta, aveva comunicato il PIN a terze persone, non aveva prontamente proceduto al bocco della carta e così via.

Dopo aver riportato sul modulo di denuncia tutti i riferimenti relativi al blocco bancomat Unicredit, occorre specificare il giorno e il Comando di Polizia/Carabinieri presso il quale è stata sporta denuncia.

Si termina la redazione del modulo indicando data e firma. Ricordiamo che in allegato alla comunicazione è necessario allegare:

  • una copia di un documento d’identità in corso di validità;
  • (eventualmente) una copia della lista movimenti, magari tratta dall'home banking, cosa che potrebbe risultare particolarmente utile nel caso in cui si verificassero degli addebiti fraudolenti;
  • una copia della denuncia effettuata presso le autorità competenti.

Tags:  truffe bancomat banche

Documenti correlati
 
Social
 
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Utilità