Il contratto-tipo per il servizio di banqueting

contratto di banqueting, contratto di catering

Molto spesso i termini "catering" e "banqueting" vengono utilizzati come sinonimi, in realtà ci sono delle differenze seppur sottili. Diciamo che l’attività di catering prevede esclusivamente la somministrazione di alimenti e bevande per mense aziendali, mense scolastiche, compagnie di trasporto, enti pubblici, ecc.

L’attività di banqueting, invece, consiste nel fornire pasti a domicilio per banchetti, matrimoni, fiere, feste private, ecc. includendo però anche la preparazione dei tavoli, dei tovagliati, delle posaterie e delle stoviglie, del servizio al tavolo arrivando perfino a fornire e coordinare la fioristica, la musica, l’intrattenimento, il servizio bar, il servizio fotografico, l’illuminazione, i fuochi artificiali e così via.

Il servizio di banqueting può essere svolto all'interno di un hotel, di un centro congressi o di un’azienda, oppure in sedi individuate di volta in volta per ospitare eventi particolari, quali spiagge, residenze storiche, ville o castelli.

L’attività di banqueting così come quella di catering rientrano nella tipologia della somministrazione al pubblico di alimenti e bevande al domicilio del consumatore. Per esercitarla, dunque, è necessario in primo luogo possedere i requisiti previsti per lo svolgimento di questo tipo di attività. Quindi occorre effettuare una denuncia di inizio attività presso il Comune in cui risiede la persona fisica o ha sede la società.L’attività non può essere esercitata prima che siano decorsi trenta giorni dalla data di dichiarazione. È necessaria anche l’autorizzazione sanitaria rilasciata dall’ASL competente per territorio.

In considerazione della considerevole diffusione di tale servizio, la Camera di commercio di Campobasso ha predisposto un modello di contratto-tipo con clausole trasparenti e di facile comprensione in grado di garantire correttezza e trasparenza delle relazioni commerciali tra operatori e clienti (consumatori).

Documenti correlati



49397 - Nadia
19/05/2017
Buongiorno, vorrei un consiglio su come impostare una lettera di recesso da inviare al ristorante dove tra una settimana avrei dovuto festeggiare il banchetto di nozze. Il proprietario pretende il pagamento anticipato, oltre che per gli invitati effettivi, anche per quelli che non verranno (il doppio praticamente). Da premettere che noi non avevamo ancora confermato i partecipanti al banchetto! Grazie.

Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata