Bonus Enasarco: guida e modulistica per fare domanda

Formati
PDF   Modello di domanda in caso di decesso per Covid-19
PDF   Dichiarazione sostitutiva di atto notorio
PDF   FAQ
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

In questa scheda forniamo la modulistica e le istruzioni con cui gli agenti di commercio possono richiedere alla Fondazione ENASARCO l'erogazione di un contributo straordinario in conseguenza dell'emergenza Coronavirus. La modulistica è stata predisposta dalla Fondazione.

Bonus agenti di commercio: in cosa consiste

La Fondazione Enasarco ha deciso di concedere un contributo straordinario a tutti quegli agenti di commercio regolarmente iscritti che sono risultati positivi o che, per effetto dell'emergenza sanitaria in atto e della conseguente chiusura di molti esercizi, stanno attraversando un momento di particolare difficoltà economica.;

Il contributo a fondo perduto va da un minimo di 1.000 euro in caso di contagio o forte riduzione del reddito, ad un massimo di 8.000 euro, in caso di decesso. 

I contributi indicati sono cumulabili tra loro, anche se l'importo complessivo non potrà comunque superare gli 8.000 euro. 

Agenti di commercio bonus 600 euro: è cumulabile?

Si, il contributo straordinario concesso dalla Fondazione Enasarco è cumulabile con l’indennità 600 euro Inps prevista dal decreto Cura Italia.

A chi spetta il bonus Enasarco

Possono richiedere il contributo straordinario

  • gli agenti in attività;
  • i pensionati in attività;
  • i familiari dell’iscritto deceduto in conseguenza dell’epidemia Covid-19. 

Chi fa domanda deve avere un reddito 2018, dunque risultante dalla dichiarazione dei redditi 2019, non superiore a 40.000 euro.

Il reddito deve risultare dalla somma degli importi presenti nei seguenti quadri della dichiarazione PF2019

  • RN1, casella 1; 
  • LM, casella LM6; 
  • LM, casella LM34. 

Il requisito reddituale non si applica in caso di decesso dell’agente in attività a causa del virus Covid-19.

Beneficiari bonus Enasarco in caso di decesso

In questo caso i beneficiari sono

  • il coniuge superstite o il convivente more uxorio;
  • in assenza di questi il tutore di figli minori o i figli maggiorenni che risultino totalmente e permanentemente inabili al lavoro nonché i figli maggiorenni che seguono corsi di studi purché a carico dell’agente e convivente al momento del decesso, sino al compimento del 21° anno di età, se frequentano scuole medie superiori o professionali e, nel caso di studi universitari, per tutta la durata minima del corso legale di studi ma non oltre il compimento del 26° anno di età.

Quanto deve essere la riduzione del reddito 

In questo caso il richiedente deve autocertificare di aver subito una contrazione delle provvigioni, nel trimestre di contribuzione antecedente la presentazione della domanda, superiore al 33% rispetto alle provvigioni percepite nello stesso trimestre dell’anno precedente. 

Bonus agenti di commercio: come richiederlo

Ai contributi si accede tramite partecipazione ad un bando che verrà pubblicato con cadenza quadrimestrale. Dal 3 al 30 Aprile è possibile partecipare al primo avviso. Dunque l'erogazione non avviene d'ufficio, ma ogni agente dovrà farne esplicita richiesta partecipando all'avviso in corso. 

La domanda deve essere inviata online, tramite l’area riservata inEnasarco (https://in.enasarco.it).

I familiari conviventi dell’agente di commercio deceduto, invece, possono compilare il modulo presente in questa scheda ed inoltrarlo 

  • tramite PEC all’indirizzo prestazioniassistenziali@pec.enasarco.it;
  • con raccomandata A/R a: Fondazione Enasarco – Servizio Prestazioni – Ufficio prestazioni integrative e Firr – via Antoniotto Usodimare 31, 00154 Roma.

Attenzione: tale modulo non è valido e, dunque, non va utilizzato per tutti gli altri casi.

Quali documenti allegare

In caso di decesso 

In caso di contagio: 

  • Certificato medico attestante il contagio da Covid-19;
  • Modello Unico PF 2019 (o altra documentazione fiscale valida) attestante il reddito 2018 dell’iscritto non superiore a 40.000 euro. 

In caso di forte riduzione del reddito: 

  • Modello Unico PF 2019 (o altra documentazione fiscale valida) attestante il reddito 2018 dell’iscritto non superiore a 40.000 euro; 
  • Dichiarazione sostitutiva di atto notorio attestante una diminuzione delle provvigioni.

Cosa fa la Fondazione Enasarco

Enasarco da parte sua provvederà - sulla base delle domande pervenute - a stilare una graduatoria dei beneficiari secondo una fascia di reddito che va dal più basso al più alto.

Nella definizione della graduatoria la Fondazione attribuirà una priorità ai casi di decesso dell’iscritto, a seguire a quelli di contagio dell’iscritto e per ultimo ai casi di forte riduzione del reddito.

Chi pur avendone i requisiti non otterrà la concessione del contributo per carenza di risorse, potrà concorrere d'ufficio al bando successivo.

Ogni altra informazione utile è reperibile sul sito ufficiale ENASARCO all'indirizzo www.enasarco.it/Guida/erogazioni_straordinarie_2020__covid19.

Tags:  coronavirus prestazioni assistenziali

Foto
Free-Photos su Pixabay
Documenti correlati
 
Social
 
Utilità