Il certificato di sana e robusta costituzione: tipologie, rilascio, costo, durata e modulistica

certificato di sana e robusta costituzione, certificato di buona salute

Attorno al certificato di sana e robusta costituzione orbitano diverse domande: in quali è casi è obbligatorio per legge? Quante tipologie di certificati ci sono? Chi li rilascia e qual è la loro scadenza? I dubbi a riguardo sono giustificati dalle modifiche alla normativa vigente apportate nel 2014. In questo articolo, oltre ad offrirti il link diretto al fac simile certificato di buona salute, così che tu possa comprendere esattamente il tipo di informazioni in esso contenute, ti illustreremo quali sono le differenze tra il certificato di sana e robusta costituzione per l’attività lavorativa e il certificato di sana e robusta costituzione per attività sportiva non agonistica, ad esempio svolta in palestra o in piscina. Chiariremo anche quali sono gli enti o i soggetti preposti al rilascio dei certificati, per quanto tempo sono validi e cosa si rischia falsificandone uno.

Certificato di sana e robusta costituzione: di cosa si tratta

Il certificato di sana e robusta costituzione è un documento utile per accertare lo stato di buona salute di un soggetto. Cosa significa “essere in buona salute” o “avere una sana e robusta costituzione”? Per dirla con parole semplici possiamo affermare che con questo documento si esclude formalmente che tu soffra di patologie che ti limitino nello svolgimento di certe attività lavorative e sportive.

Questo è il certificato di sana e robusta costituzione fac simile (modello in formato "doc") che puoi scaricare gratuitamente da Moduli.it. Sebbene il certificato di sana e robusta costituzione si adatti a diversi scopi è bene che tu sappia che il suo rilascio avviene sempre a seguito di un’accurata anamnesi da parte di un medico ed eventualmente di esami che escludano la presenza di patologie e impedimenti fisici. Uno degli esami più diffusi è l’elettrocardiogramma, che serve per individuare difetti nel sistema cardiocircolatorio; tuttavia in alcuni casi è richiesta la prova da sforzo che serve per monitorare le reazioni del corpo all’attività fisica.

Le informazioni che un certificato di sana e robusta costituzione deve contenere sono le seguenti:

  • il nome e il cognome del medico di base, dello specialista in medicina dello sport o del pediatra;
  • cosa si intende certificare;
  • i referti che accertano quanto dichiarato nel certificato;
  • il luogo e la data del rilascio;
  • la firma del medico.

Il certificato può riportare una data anteriore a quella della presentazione, ma non può riportare correzioni (a meno che non siano opportunamente sottoscritte dal medico).

Certificato di sana e robusta costituzione psicofisica: tipologie

Il certificato di sana e robusta costituzione, lo abbiamo già accennato, è un documento richiesto sia per sostenere delle attività lavorative sia per fare attività fisica. Nel testo che segue, dunque, approfondiremo queste due tipologie di certificato, approfondendone le modalità di rilascio e di rinnovo.

Il certificato di sana e robusta costituzione per lavoro

Il certificato di sana e robusta costituzione viene richiesto dalle aziende e dalla Pubblica amministrazione per accertare che il lavoratore sia adeguato, dal punto di vista psicofisico, a svolgere un certo tipo di attività. Il rilascio del certificato di sana e robusta costituzione avviene nell’ufficio di medicina legale presso il distretto Asl di competenza, dietro pagamento del ticket sanitario.

Questo documento non va confuso con il certificato di idoneità al lavoro, che in passato serviva semplicemente ad attestare che un determinato soggetto era idoneo allo svolgimento di una certa attività lavorativa. Il certificato di idoneità al lavoro generico è stato abolito dalla legge. Oggi esiste esclusivamente il certificato di idoneità alla mansione, ossia alla particolare attività lavorativa effettivamente svolta dal lavoratore. Tale certificato è rilasciato da un medico competente nominato dal datore di lavoro sulla base della visita di eventuali accertamenti e/o della documentazione medica richiesta e prodotta. Chiaramente si tratta di un certificato obbligatorio solo per quei lavoratori che svolgono attività lavorativa con particolari rischi, come - ad esempio - rumore, radiazioni, videoterminale, movimentazione manuale dei carichi, presenza di agenti cancerogeni, ecc.

Il certificato di sana e robusta costituzione per attività non agonistica

Il certificato di sana e robusta costituzione viene richiesto per svolgere attività sportive a livello agonistico, professionistico e non agonistico. Riguardo all’attività sportiva non agonistica, più diffusa rispetto alle altre, possiamo dirti che la normativa relativa all’obbligatorietà del certificato medico è contenuta nel documento “Linee guida di indirizzo in materia di certificati medici per attività sportiva non agonistica” emanato il 16 giugno 2015 dal Ministero della Salute e attualmente disponibile anche sul sito ufficiale della Federazione Medico Sportiva Italiana www.fmsi.it.

In questa sede, molto semplicemente, vogliamo riassumerti quando il certificato medico di sana e robusta costituzione è obbligatorio per fare attività sportiva non agonistica e quando non lo è:

  • il certificato è obbligatorio
    - per gli alunni che svolgono attività fisico-sportive parascolastiche, organizzate quindi dalle scuole al di fuori dall'orario di lezione;
    - per chi partecipa ai Giochi sportivi studenteschi nelle fasi precedenti a quella nazionale;
    - per chi è tesserato alle Federazioni nazionali sportive iscritte al Coni (Comitato Olimpico Italiano): Federazione Ciclistica Italiana (FCI), Federazione Italiana Canottaggio (FIC), Federazione Italiana Scherma (FIS), Federazione Italiana Vela (FIV), Federazione Italiana Pallacanestro (FIP), Federazione Italiana Tennistavolo (FITET), ecc.;
    - per chi risulta associato ad uno degli enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI: Associazione Italiana Cultura Sport (AICS), Centro Sportivo Educativo Nazionale (CSEN), Centro Sportivo Italiano (CSI), Unione Sportiva ACLI, UISP - Unione Italiana Sport Per tutti, Centro Nazionale Sportivo Libertas, ecc.
  • il certificato non è obbligatorio
    - per chi deve svolgere un’attività ludico-motoria amatoriale;
    - per chi svolge un’attività sportiva non agonistica in una struttura che non fa parte delle Federazioni nazionali sportive o degli enti di promozione sportiva riconosciute dal Coni.

Ora, per farti capire meglio, ti faremo qualche esempio: se pratichi abitualmente ginnastica o nuoto presso un Centro Sportivo iscritto rispettivamente alla Federazione Ginnastica d'Italia (FGI) o alla Federazione Italiana Nuoto (FIN), per cui risulti regolarmente tesserato, sei tenuto a presentare il certificato medico di buona salute per poterti allenare. Lo stesso devi fare se tuo figlio esercita l'attività di pallavolo presso una società sportiva dilettantistica affiliata al Centro Sportivo Italiano. Ma sei obbligato a presentare al personale docente il certificato di buona salute anche se tuo figlio partecipa ad un corso di karate a scuola, in orario pomeridiano. 

Al contrario, se ti alleni sporadicamente in una palestra che non risulta iscritta ad alcuna federazione sportiva, dunque senza possedere alcuna tessera, non hai l’obbligo di fornire alla struttura il certificato di buona salute. Non sono tenuti all'obbligo della certificazione neppure coloro che svolgono attività con ridotto impegno cardiovascolare, come le bocce, golf, biliardo, pesca, caccia sportiva, sport di tiro, ginnastica per anziani, ballo e via discorrendo.

Detto questo ci sono diverse strutture che pur non essendo iscritte alla Federazione Nazionale sportiva di riferimento presso il Coni pretendono che gli utenti iscritti consegnino in segereteria il certificato medico sportivo non agonistico. Vuoi sapere perché accade ciò? Molto probabilmente si tratta di un vincolo assicurativo, che tutela la struttura nel caso in cui si verificassero malori o incidenti. Se la struttura lo richiede, ti consigliamo vivamente di sottoporti ad una visita medica, chiedendo il rilascio del certificato: in primis per te e per la tua sicurezza, poi chiaramente per esentare da qualsiasi responsabilità il centro sportivo che frequenti.

Dunque difficilmente palestre, piscine, scuole calcio e strutture simili accettano una autocertificazione sullo stato della tua salute. Tutt'al più l'autocertificazione ti potrebbe essere richiesta dalla cooperativa turistica che ha organizzato una discesa di rafting o dalla direzione dell'hotel che ha programmato una escursione con le ciaspole. Più in linea generale l'autocertificazione ti può essere richiesta nel momento in cui svolgi un'attività amatoriale occasionale o saltuaria. In questi casi tieniti pronto a produrre questa autocertificazione stato di buona salute

Richiesta certificato di sana e robusta costituzione

Il certificato di sana e robusta costituzione per attività non agonistica può essere rilasciato dal pediatra (per bambini fino a 14 anni) dal medico di famiglia (per i soggetti sopra i 14 anni) o da un medico che lavora presso il centro Medicina dello Sport

Il rilascio del certificato di sana e robusta costituzione chiaramente dipende dai risultati della visita medica a cui devi prestarti evidenziando in modo onesto e responsabile la presenza di patologie e disturbi fisici. In seguito all’anamnesi il medico può prescriverti degli esami per verificare la presenza di eventuali patologie, soprattutto di natura cardiaca e vascolare. Solitamente viene misurata la pressione e prescritto un elettrocardiogramma. I soggetti di età superiore a 60 con patologie che potrebbero intaccare il sistema cardio-circolatorio devono eseguire un elettrocardiogramma basale ogni anno. Se non si evidenziano criticità importanti, il certificato viene rilasciato senza problemi.

Certificato di sana e robusta costituzione: tempi di rinnovo

La validità del certificato di buona salute è limitata nel tempo ed è stabilita dalla legge. Per quanto riguarda il certificato relativo all’attività lavorativa possiamo dirti che la validità dello stesso varia in base alle mansioni effettuate dal dipendente. Il certificato per l’attività sportiva non agonistica, invece, ha una scadenza che dipende dall'età e dalla presenza di certe patologie e fattori di rischio. Così per gli uomini fino a 55 anni e le donne fino ai 65, che non mostrano particolari patologie o fattori di rischio, il certificato - rilasciato da un qualunque medico abilitato alla professione - ha validità biennale. Per gli uomini e le donne che hanno un'età superiore oppure che soffrono di ipertensione arteriosa, sono fumatori, soffrono di diabete, mostrano evidenti segni di obesità e così via, il certificato medico - rilasciato dal medico di medicina generale, dal pediatra di libera scelta o dal medico dello sport - ha validità annuale.

Attenzione, perché non solo il certificato può avere una validità limitata nel tempo, ma la sua presentazione deve altresì avvenire in un arco di tempo relativamente breve rispetto al rilascio. Non c’è una legge che definisce “la data di scadenza” di un certificato medico, tuttavia è consigliabile presentare il certificato al soggetto che lo richiede entro al massimo 3 mesi dalla data di rilascio.

Certificato di sana e robusta costituzione: quanto costa

Il certificato di sana e robusta costituzione ha un costo variabile, che dipende dalla tipologia di certificato e dal medico che la rilascia. Ad esempio, il rilascio del certificato di sana e robusta costituzione per l’attività lavorativa presuppone una visita presso il dipartimento di Medicina Legale e il pagamento del relativo ticket sanitario. Il costo del certificato di buona salute per l’attività non agonistica, invece, oscilla maggiormente. La visita può essere eseguita dal medico di famiglia gratuitamente ma più spesso a pagamento.

Il medico può altresì prescrivere degli esami specifici che determinano una spesa complessiva di importo più alto rispetto ad una semplice visita. Se ti rechi presso la Medicina dello Sport, invece, il costo della visita e degli esami utili all’ottenimento del certificato si attesta intorno ai 40 euro. Qualora non potessi recarti presso lo studio del tuo medico di base, perché magari sei lontano dal luogo in cui risiedi, potresti richiedere una visita direttamente presso il Centro sportivo in cui sei tesserato. Quasi sicuramente la struttura è convenzionata con uno studio medico che esegue il rilascio dei certificati (previa visita completa) direttamente in sede. Questa opzione è molto comoda, tuttavia il costo della visita parte dai 30 euro, ma può raggiungere anche importi più elevati.

Certificato di sana e robusta costituzione falso: quali sono le conseguenze

I medici hanno il dovere di rilasciare il certificato di buona salute, se ne fai richiesta e naturalmente se possiedi i requisiti di base per essere ritenuto un soggetto “in salute”. Obbligare un medico a certificare il falso dietro minacce o ricatti è una pratica perseguibile dalla legge italiana. Anche il medico che rilascia un certificato di buona salute falso, ovvero non corrispondente a realtà, è perseguibile per falso materiale o falso ideologico. Se, invece, il certificato attesta con l’inganno una situazione che determina delle conseguenze o degli oneri per la Pubblica Amministrazione, il medico diventa perseguibile per il reato di truffa.

Documenti correlati



51670 - CALOGERO M.
01/03/2018
Cosa devo fare per scaricare dal sito inps lo stampato per sana e robusta costituzione a uso richiesta prestito quinquennale

45719 - Domenico
19/05/2016
Cosa devo fare per scaricare dal sito inps lo stampato per sana e robusta costituzione a uso richiesta prestito quinquennale per cure odontoiatriche?

45718 - Domenico PENNA
19/05/2016
Modello per certificato di sana e robusta costituzione x prestito Pluriennale Inps

39927 - giuseppina ricciuti
16/06/2015
modello per certificato di sana e robusta costituzione

34894 - Redazione
14/01/2015
Maurizio, in effetti il regolamento per l'erogazione dei prestiti Inpdap, prevede all'art. 6 che alla domanda occorre allegare un certificato medico che attesti la sana costituzione fisica del richiedente ai sensi dell’art. 15 del D.P.R. 895/1950.

34888 - MAURUIZIO LAZZERINI
13/01/2015
Mi trovo in estrema difficoltà perchè devo allegare il certificato di sana e robusta costituzione alla procedura di un prestito inpdap di cui anche il medico di base non ne sa nulla. Siamo alle solite col il problema di una burocrazia assurda.

34684 - Redazione
28/12/2014
Milena, è necessario un certificato (originale) di idoneità fisica allo svolgimento delle mansioni di bagnino di salvataggio rilasciato dal proprio medico di famiglia.

34679 - MILENA
27/12/2014
Chiedo gentilmente per fare il corso di bagnino fra 15 gg devo avere qualche certificato sanitario?

33853 - Redazione
24/11/2014
Enzo, normalmente il certificato di sana e robusta costituzione viene rilasciata dal medico di base dietro il pagamento di un corrispettivo, a meno che il certificato non serva per partecipare ad attività sportive parascolastiche o ai giochi della gioventù, nel qual caso è gratuito. Attenzione però perchè nel caso in cui si pratichi sport a livello amatoriale, dunque in assenza di un aspetto competitivo, o ci si iscriva in palestre non affiliate al Coni, il certificato di sana e robusta costituzione non è più obbligatorio per legge.

33848 - enzo celli
22/11/2014
certificato medico di sana e robusta costituzione fatto da medico curante per volontario di protezione civile deve essere pagato o no?