Disdire canone RAI 2020: requisiti, modulistica e scadenze

Per disdire il canone Rai occorre compilare ed inviare una comunicazione entro il 31 Gennaio 2020. Solo rispettando questa scadenza si può essere certi di essere esonerati per tutto l'anno. Nel prosieguo di questo post ti diremo in quali casi è possibile sottrarsi al pagamento e qual è la corretta procedura da seguire.

Canone Rai: pagamento in bolletta

Come ormai tutti sanno a partire dal 2016 il canone Rai - il cui importo è pari a 90 euro - viene addebitato a rate con la bolletta della luce. Sono complessivamente 10 rate (da Gennaio ad Ottobre), ciascuna di importo pari a 9 euro.

Questo perché il Fisco presume che colui che risulta titolare di un’utenza per la fornitura di energia elettrica nel luogo in cui ha la propria residenza anagrafica, sia anche detentore di un apparecchio televisivo.

Chi ritiene che questa presunzione non opera rispetto alla propria situazione specifica, ha la possibilità di disdire il canone Rai presentando un’apposita dichiarazione sostitutiva canone Rai all’Agenzia delle Entrate.

Come disdire il canone Rai legalmente

Pur in presenza di un regolare contratto di fornitura di energia elettrica puoi disdire il canone Rai legalmente se ti trovi in una di queste situazioni:

NON POSSIEDI ALCUN TELEVISORE

Se non possiedi alcuna TV presso l’abitazione di residenza, perché ad esempio non ne hai mai acquistato uno o perché quello che è stato rottamato non è stato rimpiazzato, puoi chiedere di essere esentato dal pagamento.

Chiaramente non solo tu ma nessun componente della tua famiglia anagrafica deve risultare in possesso di un apparecchio televisivo. Questo significa che il requisito non è soddisfatto se, ad esempio, tua suocera che dimora nella tua stessa casa e risulta dallo stesso stato di famiglia, ha nella propria camera un televisore.

E' bene rimarcare che non si è tenuti al pagamento del canone Rai se si guarda la TV attraverso tablet, pc o smartphone.

IL TITOLARE DELL'ABBONAMENTO E' DECEDUTO

In caso di decesso del titolare dell'abbonamento, quale erede (coniuge, figlio, ecc.) puoi disdire il canone Rai soltanto se:

  • già paghi il canone Rai per la tua abitazione (sei il figlio ad esempio);
  • l'abitazione del de cuius è priva di televisore.

HAI PIU' DI 75 ANNI E UN BASSO REDDITO

Puoi disdire il canone Rai se hai

  • più di 75 anni e
  • possiedi un reddito annuo non superiore a 8.000,00 euro.

Per approfondimenti leggi il post sull'esenzione canone Rai 75 anni.

SEI UN DIPLOMATICO O MILITARE STRANIERO

Più in dettaglio puoi disdire il canone Rai se sei:

  • un agente diplomatico;
  • un funzionario o un impiegato consolare;
  • un funzionario di un'organizzazione internazionale;
  • un militare di cittadinanza non italiana o personale civile non residente in Italia di cittadinanza non italiana appartenente alle forze NATO di stanza in Italia.

HAI PIU' CASE E PIU' UTENZE ELETTRICHE

Nel caso in cui la tua famiglia fosse intestataria di due abbonamenti per il fatto di risultare proprietaria di due distinti immobili e, dunque, di due distinti contratti di fornitura elettrica, avresti tutto il diritto di disdire uno dei due canoni.

Quando non è possibile disdire il canone Rai

Non puoi chiedere di essere esentato dal pagamento se:

  • presso l'immobile che detieni a titolo di locazione o proprietà, è presente un apparecchio atto o adattabile alla ricezione dei programmi televisivi;
  • pur non risultando intestatario di un contratto di fornitura elettrica, sei comunque in possesso di un televisore (utilizzare in questo caso il modello F24 canone Rai);
  • pur avendo la residenza all'estero, detieni un'abitazione in Italia con un televisore;
  • sei in una casa di cura e presso la tua vecchia abitazione comunque è presente un televisore;
  • hai meno di 75 anni o disponi di un reddito superiore a 8.000 euro;
  • pur essendo disoccupato o pur risultando un invalido civile, abiti in una casa in cui è presente una tv.

Come disdire il canone Rai 2020

Per disdire il canone Rai occorre compilare e trasmettere all'Agenzia delle Entrate questo specifico modulo esenzione canone Rai. Queste le possibili opzioni:

  • spedizione tramite raccomandata senza busta all'indirizzo Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1 - S.A.T. Sportello abbonamenti TV Casella Postale 22 - 10121 Torino.
  • invio tramite posta elettronica certificata all'indirizzo cp22.sat@postacertificata.rai.it. Per utilizzare questa modalità devi essere in possesso di una PEC e della firma digitale;
  • trasmissione attraverso apposita applicazione web;
  • ricorso agli intermediari abilitati (Caf, professionisti, ecc.).
Attenzione perché se ricorrono specifiche circostanze occorre utilizzare la seguente modulistica:

Scadenze da ricordare

Se vuoi essere esentato dal pagamento per l'intera annualità, devi disdire il canone Rai entro e non oltre il 31 Gennaio 2020.

Se lasci scadere questa data, hai ancora una opportunità: essere esentato dal pagamento per il secondo semestre (Luglio - Dicembre 2020), ma dovrai disdire il canone Rai entro il 30 Giugno 2020.

Se sei un 75enne con basso reddito puoi non pagare l'intero canone se hai compiuto il 75° anno tra il 1° agosto dell’anno precedente ed entro il 31 Gennaio dell’anno di riferimento (ad esempio il 15 Ottobre 2019 o il 29 Gennaio 2020).

Diversamente se compi 75 anni tra il 1° febbraio e il 31 luglio 2020, hai diritto all’esenzione solo con riferimento al secondo semestre 2020..

Per diplomatici o militari stranieri, infine, non sono previsti termini per la presentazione della domanda di esonero.

Sanzioni in caso di mancato pagamento

In caso di mancato versamento del canone Rai, il Fisco provvederà ad applicare una sanzione che può essere fino a cinque volte l’importo evaso, oltre agli interessi e al pagamento del canone stesso.

Se la sanzione non viene pagata, l’importo viene iscritto a ruolo e la riscossione viene affidata all'Agenzia delle Entrate Riscossione (ex Equitalia). Una cosa è certa: il fonitore di energia, in caso di mancato pagamento del canone, non può in alcun modo sospendere la fornitura della corrente.

Ricordiamo che con riferimento al canone Rai il termine di prescrizione per gli accertamenti da parte dell’Agenzia delle Entrate è di 10 anni.

Documenti correlati


50601 - Redazione
13/10/2017
Antonio, se non ha altre utenze elettriche a lei intestate non deve comunicare nulla all'Agenzia delle Entrate.

50593 - Antonio
13/10/2017
Buongiorno, dal 15 Luglio 2017 ho cambiato residenza e dove abito la proprietaria paga il canone Rai regolarmente. Dove abitavo è subentrato un'altra famiglia che a sua volta fa voltura delle utenze, in questo caso devo dare disdetta del canone non avendo altre utenze a mio nome. Grazie

50589 - Redazione
12/10/2017
Angela, se avete la stessa residenza non dove far altro che compilare ed inviare questo modello di autocertificazione.

50577 - Angela
11/10/2017
Buongiorno, abito in una casa indipendente, Su due piani dove abbiamo due contatori uno intestato a me e uno a mio marito. Mi trovo a pagare il canone Rai in entrambe le bollette, vi chiedo cosa devo fare per sospendere il pagamento grazie

49484 - Redazione
27/05/2017
Dionisia, per evitare più addebiti su più bollette deve presentare questa dichiarazione compilando la sezione B. Nella sezione si deve precisare su quale delle utenze intestate ad un familiare dovrà essere addebitato il canone.

49467 - Dionisia I.
26/05/2017
Buongiorno da settembre mi sono trasferita a Prato con mio marito per lavoro, prima stavo a Napoli. Ora scendiamo solo qualche fine settimana e sto pagando il canone 2 volte. Come fare per non pagarlo a Napoli non ci sono televisori visto che li abbiamo portati via. Grazie

49164 - Eleonora
01/05/2017
Mio marito capo famiglia é intestatario della bolletta di residenza dove per motivi di ristrutturazione non abitiamo e non c'è apparecchio televisivo. Siamo per il momento appoggiati da mia suocera dove quest'anno mi sono ritrovata pagare due abbonamenti. Cosa posso fare per chiudere la abbonamento di mio marito?

49019 - Rosalba A.
11/04/2017
Volevo chiedere come si puo'sospendere il canone Rai in quanto i miei genitori per causa terremoto si sono trasferiti. Preciso che prima la bolletta luce era intestata a mio padre ed ora è intestata a mia madre che ora paga regolarmente il canone in bolletta. Quindi come posso disdire l'abbonamento a nome di mio padre?

48416 - Redazione
15/02/2017
Vito, deve compilare la dichiarazione di esenzione (quadro B), tenendo conto che inviandola entro il 30 giugno 2017, dovrà comunque pagare per un semestre sulla base delle tabelle predisposte dall'Agenzia delle Entrate.

48407 - t. vito
14/02/2017
Buongiorno mio suocero aveva l'abbonamento rai. Adesso da alcuni giorni vive insieme a noi in un altro numero civico e non è piu in possesso del televisore volevo sapere come devo fare per disdire il canone.


Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio