Lettera disdetta contratto collaborazione professionale

Formati     © Moduli.it
DOC
PDF
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Descrizione

Fac simile con cui comunicare alla controparte la propria volontà di porre fine al contratto di collaborazione professionale stipulato qualche tempo addietro. La lettera cessazione rapporto di collaborazione è disponibile nei formati WORD, dunque facilmente adattabile a qualsiasi circostanza, e PDF.

Recesso contratto di collaborazione professionale: quando comunicarlo

Le motivazioni che possono spingere una delle parti a porre fine al rapporto di collaborazione professionale sono tante:

  • il partner è latitante, non si rende disponibile a partecipare alle riunioni e comunque offre uno scarso contributo alle attività;
  • il partner non è più in grado di offrire il proprio supporto (crescita degli impegni professionali, aggravamento delle condizioni di salute, trasferimento della residenza, ecc.);
  • le condizioni di mercato sono mutate a tal punto da far venire meno i presupposti della partnership;
  • il partner dimostra di non avere le abilità e le competenze professionali dichiarate;
  • i risultati economici ottenuti attraverso gli affari posti in atto sono insoddisfacenti;
  • il partner ha divulgato informazioni riservate;
  • il partner ha violato il patto di non concorrenza o comunque ha avuto un comportamento contrario a buona fede e correttezza;
  • ecc.
Rispetto ad un contratto di collaborazione professionale non è detto che si debba necessariamente specificare la motivazione del recesso, essendo in molti casi sufficiente rispettare il termine di preavviso.

Quali elementi del contratto valutare

Chiaramente quando si recede da un contratto di collaborazione occorre valutare con attenzione alcuni aspetti, quali:

  • la previsione o meno di una durata minima del contratto. Non rispettarla potrebbe indurre la controparte a chiedere un risarcimento danni causa recesso anticipato;
  • la presenza di una clausola che prevede un termine di preavviso per la comunicazione di recesso. Tale previsione potrebbe essere giustificata dal fatto di consentire alla controparte di disporre del tempo necessario per trovare, ad esempio, un nuovo partner o per portare a termine gli affari/le trattative in corso. Chiaramente se il recesso viene richiesto per giusta causa (il partner ad esempio ha stipulato un accordo con un'azienda concorrente), non occorre fornire alcun preavviso;
  • il criterio e le modalità di ripartizione dei compensi e degli onorari maturati e/o delle spese sostenute;
  • ecc.

Fac simile lettera cessazione rapporto di collaborazione: come inviarlo

In situazioni di questo tipo è fondamentale far ricorso a strumenti in grado di assicurare la prova dell'invio e della consegna della comunicazione, dunque:

  • raccomandata con avviso di ricevimento;
  • posta elettronica certificata. 

Per quanto riguarda la prima opzione consigliamo l'utilizzo della raccomandata senza busta. Ciò consentirebbe di evitare il rischio che il destinatario possa contestare i contenuto della busta, dichiarando ad esempio che essa conteneva un solo foglio anziché 3, oppure solo fogli bianchi o peggio che la busta era vuota.

A chi decidesse, invece, per la seconda opzione ricordiamo che per considerarsi efficace la comunicazione deve avvenire necessariamente tra due caselle PEC.

Tags:  lavoro

Documenti correlati
 
Social
 
Utilità