Modello editabile richiesta accredito rimborsi fiscali

Descrizione

Il modello può essere utilizzato dalle persone fisiche e dai soggetti diverse dalle persone fisiche che intendono ottenere l’accredito in conto corrente bancario o postale dei rimborsi fiscali e non solo (Fonte: agenziaentrate.gov.it).

Grazie alla compilazione e trasmissione del modello richiesta accredito rimborsi fiscali si accorciano i tempi del rimborso e le somme arrivano sul conto del beneficiario in maniera più celere e sicura, oltre che senza alcun aggravio economico. Da premettere che i crediti maturati nei confronti del fisco per imposte versate e non dovute o per imposte versate in eccesso, possono essere chieste a rimborso tramite la compilazione e l'inoltro di questo semplice modulo rimborso Agenzia Entrate.

L'Agenzia, come si vede in calce, ha predisposto due distinti modelli, l'uno riservato alle persone fisiche e l'altro a persone giuridiche (società, associazioni, ecc.). I due modelli sono praticamente identici e si distinguono unicamente per il tipo di informazioni relative al contribuente. L'indicazione dei recapiti (posta elettronica, telefono cellulare) è facoltativa, tutta inserendoli si avrà la possibilità di ricevere ricevere dall’Agenzia delle Entrate, gratuitamente, informazioni e aggiornamenti su scadenze, novità, adempimenti e servizi offerti.

Per il resto in entrambe le versioni del modello editabile richiesta accredito rimborsi fiscali vanno indicati i dati relativi a un conto corrente intestato o cointestato al beneficiario del rimborso. In tal senso è fondamentale inserire in maniera corretta l'Iban, composto da 27 caratteri, identificativo del conto corrente. Il codice IBAN può essere richiesto alla propria banca o desunto dall’estratto conto che periodicamente le banche inviano ai propri clienti. Per i versamenti internazionali, oltre all’Iban occorre riportare anche il codice Bic o Swift.

Una volta compilato, il modello richiesta accredito rimborsi fiscali può essere presentato direttamente presso un qualsiasi ufficio territoriale dell’Agenzia (https://www1.agenziaentrate.gov.it/indirizzi/agenzia/uffici_locali/), allegando la copia di un valido documento d’identità ed esibendo lo stesso documento in originale. Qualora il contribuente fosse impossibilitato a recarsi presso gli uffici dell'Agenzia, ad esempio per questioni di salute o per lontananza, potrebbe delegare un terzo a presentare il modello richiesta accredito rimborsi fiscali in sua vece. In questo caso deve compilare la specifica sezione del modello riservata alla "delega" e produrre una copia del suo documento di riconoscimento. Il delegato, a sua volta, deve presentarsi allo sportello con un suo documento di identità.

Chi non vuole utilizzare questa modalità per la comunicazione del proprio Iban, può accedere alla propria area autenticata sul sito www.agenziaentrate.gov.it, riservata agli utenti abilitati ai servizi telematici Fisconline o Entratel.

E' importante sottolineare che questi sono gli unici due canali ammessi per comunicare l'Iban, per cui è inutile ricorrere all'invio di email o servirsi della posta tradizionale. L'Agenzia delle Entrate ricorda anche che, per evitare fenomeni di phishing, non invierà mail o messaggi cui sono allegati file da compilare e trasmettere, né software e applicazioni da scaricare su computer o dispositivi mobili.

Nel caso si chieda l’annullamento della richiesta di accreditamento, i dati relativi al conto corrente possono essere omessi. I dati delle coordinate bancarie o postali già comunicati possono essere in qualsiasi momento modificati o cancellati.

Tags:  fisco

Formati
PDF   persone fisiche
PDF   soggetti diversi dalle persone fisiche
Documenti correlati
 
Social
 
 
 
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Utilità