Lettera di reclamo per servizi BancoPosta

Formati
PDF
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Descrizione

Lettera di reclamo per contestare un comportamento o un'omissione nella prestazione dei servizi e delle operazioni rientranti nell'ambito delle attività di BancoPosta (Fonte: poste.it). 

Cos'è BancoPosta

Si tratta di un conto corrente di Poste Italiane in grado di soddisfare, attraverso le sue molteplici versioni, qualsiasi esigenza da parte dei consumatori. Oltre ad offrire servizi basilari d'incasso, versamento e pagamento, il conto BancoPosta offre tutta una serie di servizi accessori: dossier titoli, Telepass Family BancoPosta, assegni, internet banking, fidi, bonifici SEPA e Postagiro, ecc.

Questo il modulo richiesta servizi BancoPosta che il cliente può utilizzare ogni qual volta si reca allo sportello.

Reclamo BancoPosta: quando formalizzarlo

Nel caso in cui si dovesse riscontrare un problema rispetto ad uno o più dei servizi sopra elencati (registrazione di un doppio addebito, mancato accredito degli interessi, mancato pagamento di un assegno, malfunzionamento del servizio di home banking, ecc.) è possibile innanzitutto chiamare il numero verde "BancoPosta Risponde" 800.003.322.

Nel caso in cui non si riesca a risolvere la questione è consigliabile effettuare una segnalazione scritta attraverso il modulo reclamo BancoPosta disponibile in questa scheda.

Come si compone il modulo reclamo BancoPosta

Il modulo si compone di 5 sezioni:

  1. anagrafica. Qui vanno riportati nome, cognome, ragione sociale (se trattasi di ditta o società) indirizzo, codice fiscale o partita IVA e i recapiti;
  2. prodotto oggetto del reclamo (conto corrente, postamat, deposito titoli, bonifico domiciliato, bollettino, ecc.);
  3. motivo del reclamo. Qui occorre specificare nei dettagli il disservizio lamentato, inserendo tutti gli elementi che ne consentano l’individuazione come: tipo prodotto/servizio, data operazione, luogo, importo, rapporto di riferimento, ecc.
  4. informazioni per la gestione del reclamo. In pratica qui il cliente deve indicare l'indirizzo presso il quale desidera ricevere la corrispondenza relativa al reclamo e ad eventuali rimborsi ad esso conseguenti. Se disponibile riportare anche la Casella di Posta Elettronica Certificata (PEC).
In seconda pagina, invece, è presente un riquadro dal titolo "Modalità di gestione dell’eventuale rimborso" in cui il cliente deve indicare il numero del conto corrente postale o l'Iban del conto bancario su cui Poste Italiane S.p.A. provvederà a riconoscere il rimborso nel caso in cui il reclamo vada a buon fine.
 
Se il cliente non è titolare di un conto corrente, Poste Italiane provvede all’eventuale rimborso con le seguenti modalità:
  • pagamento in contanti nel caso in cui l'importo non superi i 1.000 € e ci sia un unico intestatario del rapporto. La somma può essere riscossa presso qualsiasi Ufficio Postale subito dopo aver ricevuto una comunicazione da parte di Poste Italiane;
  • pagamento con assegno postale vidimato spedito tramite raccomandata all’indirizzo del titolare del rapporto, qualora l'importo sia superiore a 1.000 € o nei casi di cointestazione del rapporto.

Con quali modalità recapitare la lettera

Alla lettera reclamo BancoPosta va allegato ogni documento utile ad avvalorare la propria posizione nei confronti di Poste Italiane: estratti, ricevute di pagamento, note contabili, denuncie all’autorità giudiziaria, ecc.

Tutta la documentazione può essere:

  • consegnata all’Ufficio Postale;
  • inviata a mezzo fax al n. 06-59580160;
  • spedita per posta ordinaria o, a scelta del cliente, con posta raccomandata con ricevuta di ritorno a Poste Italiane S.p.a. - Patrimonio BancoPosta - Gestione Reclami - Viale Europa, 190 - 00144 Roma;
  • inviata via PEC all’indirizzo reclami.bancoposta@pec.posteitaliane.it.

E' possibile sporgere un reclamo BancoPosta online?

Si è possibile. In particolare per chi preferisce la modalità telematica, è sufficiente digitare questo indirizzo www.poste.it/reclami/index.html#!/ambito, selezionare la voce "Servizi Finanziari BancoPosta" e compilare l'apposito form.

Cosa fare se il problema non si risolve

Se il cliente si ritiene totalmente o parzialmente insoddisfatto dell’esito del reclamo oppure se non riceve alcun riscontro da Poste Italiane nei termini previsti dalla Carta dei Servizi (15 giorni se i reclami riguardano le operazioni di pagamento e 30 giorni per i reclami in materia di servizi bancari e di finanziamento), può rivolgersi:

oppure ricorrere al servizio di conciliazione Poste Italiane.

Nel frattempo se il cliente intendesse interrompere ogni rapporto con Poste, non dovrebbe far altro che compilare questo modulo chiusura conto BancoPosta.

Tags:  poste italiane

Documenti correlati
 
Social
 
Utilità