Prescrizione spese condominiali: modelli Word, Pdf

Formati     © Moduli.it
DOC   prescrizione spese condominiali (Condomino)
PDF
DOC   prescrizione spese condominiali (Amministratore)
PDF
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Si ha tempo massimo 5 anni per pagare le spese condominiali, a partire dalla data della delibera con cui l'assemblea approva il bilancio consuntivo e il relativo piano di riparto. Il termine di pagamento sale a 10 anni per le spese straordinarie. Superati questi termini i debiti condominiali vanno in prescrizione, il che significa che l’amministratore non potrà più pretendere nulla dal condomino moroso.

Spese condominiali: chi deve pagarle e quando

Quando si parla di spese condominiali ci si intende riferire a quegli oneri accessori che i condomini sono tenuti a pagare per garantire l'ordinaria gestione dei servizi comuni: servizi di pulizia delle parti comuni (androne, vano scale, cortile, ecc.) manutenzione dell'ascensore e della caldaia, fornitura di acqua ed energia elettrica, servizio di portineria, coperture assicurative e via discorrendo. Ma tra le spese condominiali possono rientrare anche quelle relative alla manutenzione straordinaria: il rifacimento di una facciata, la sostituzione di una ringhiera, ecc.

Molte delle spese condominiali sono a carico dell'inquilino, ma ci sono oneri come l'assicurazione o la manutenzione straordinaria, che spettano unicamente al proprietario dell'immobile.

Annualmente l'assemblea dei condomini approva il rendiconto condominiale e il piano di ripartizione delle spese in misura proporzionale al valore della proprietà di ciascuno. Se si tratta di cose destinate a servire i condomini in misura diversa, le spese possono essere ripartite in proporzione dell'uso che ciascuno può farne.

Se il singolo condomino volesse vederci chiaro in merito al sostenimento di talune spese, non dovrebbe far altro che compilare ed inviare all'Amministratore questo

Qualora le sue perplessità venissero confermate da certe risultanze emerse dalla documentazione ricevuta, potrebbe opporsi al pagamento inoltrando all'Amministratore questa 

Se invece non ci sono contestazioni, il condomino è tenuto a corrispondere il conguaglio una volta chiuso l'esercizio condominiale. Così se nel corso dell'anno il condomino ha versato 1.200 euro a titolo di anticipo e risulta, sulla base del rendiconto predisposto dall'amministratore, che le spese a suo carico risultano per l'anno trascorso pari a 1.550, il condomino dovrà corrispondere un conguaglio di 350 euro.

Sui tempi per il pagamento delle spese condominiali la legge non definisce un tempo minimo. Delle disposizioni in merito potrebbero essere contenute nel regolamento condominiale, ma se così non è il condòmino è tenuto a versare la propria quota subito dopo l’approvazione del bilancio.

Se il condominio versa in una condizione economica precaria può chiedere all'amministratore una dilazione o una rateizzazione delle spese condominiali. Dal nostro portale è possibile scaricare questa

Una volta saldato il proprio debito, il condomino può farsi rilasciare dall'amministratore una

Prescrizione spese condominiali: quali termini

Abbiamo detto che per il pagamento delle spese condominiali, la legge non definisce un tempo minimo ma unicamente un tempo massimo (5 anni). Abbiamo detto anche che oltre questo termine i debiti si cancellano per avvenuta prescrizione. Ma cosa si intende esattamente per prescrizione?

La prescrizione è un istituto giuridico in base al quale, decorso un determinato periodo di tempo, un diritto non può più essere esercitato. La prescrizione esiste sia in ambito civile che penale.

A meno che la legge non disponga diversamente, i diritti si estinguono per prescrizione con il decorso di 10 anni. Tuttavia per tutte quelle spese che devono essere sostenute con periodicità annuale o più breve - come nel caso delle spese condominiali - la legge stabilisce un termine più breve: 5 anni (art. 2948, comma 1, n. 4, c.c.). Come detto per le spese condominiali straordinarie la prescrizione è di 10 anni

La prescrizione comincia a decorrere dal giorno in cui il diritto può essere fatto valere. Nel caso specifico delle spese condominiali, il termine di 5 anni decorre dall'approvazione del rendiconto da parte dell'assemblea.

E' importante sottolineare che la prescrizione non opera automaticamente, ma deve essere eccepita dalla parte che vi ha interesse. Da questa scheda è possibile scaricare un modello con cui il condomino può chiedere l’annullamento definitivo del debito accumulato nei confronti del condominio per intervenuta prescrizione debiti condominiali, ai sensi di quanto disposto dagli artt. 2934 e 2948 del Codice Civile.

Non è ammessa la restituzione di ciò che è stato spontaneamente pagato in adempimento di un debito prescritto. È nullo ogni patto teso a modificare la disciplina legale della prescrizione.

Le stesse considerazioni possono essere fatte per la prescrizione canone di locazione.

Prescrizione debiti condominiali: cosa può fare l'amministratore

L'Amministratore di condominio in caso di mancato pagamento delle spese condominiali, può evitare la prescrizione inviando al condomino una lettera di sollecito e costituzione in mora, sulla falsa riga del modello disponibile in questa scheda.

In particolare la comunicazione dell'amministratore ha l'effetto di determinare una interruzione della prescrizione spese condominiali e azzerare il termine di 5 anni. In pratica nell'esatto momento in cui il condomino riceve la raccomandata o la PEC dall'amministratore, il termine di prescrizione si azzera e comincia a decorrere da capo.

Prescrizione oneri condominiali: dalla parte del condòmino

Nel caso in cui il condòmino ricevesse una richiesta di pagamento di spese condominiali relative a diversi anni addietro, potrebbe far valere la prescrizione e di fatto opporsi al versamento. Anche in questo caso è importante che il condòmino invii una comunicazione all'Amministratore di condominio tramite raccomandata a.r. o PEC.

Così se a Marzo 2022 il proprietario avesse sollecitato il pagamento delle spese condominiali relative al rendiconto 2016 approvato dall'assemblea nel Febbraio del 2017, il condòmino moroso potrebbe far valere la prescrizione e rifiutarsi legittimamente di corrispondere quanto richiesto.

Tags:  spese condominiali condominio

Foto
Free-Photos su Pixabay
Documenti correlati
 
Utilità