Sollecito pagamento spese condominiali avvocato fac simile

Formati     © Moduli.it
DOC   fac simile (a)
DOC   fac simile (b)
PDF interattivo   fac simile (c)
PDF interattivo   fac simile (d)
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Descrizione

Modelli di lettere di sollecito pagamento spese condominiali che l'amministratore può compilare e spedire al condomino moroso.

Lettera sollecito pagamento condominio: cos'è

Si tratta di fac simile da cui l'amministratore di condominio può prendere spunto quando ha l'esigenza di sollecitare per iscritto un inquilino che non ha ancora saldato la rata di spese condominiali di sua spettanza.

Tra le spese condominiali (o oneri accessori) rientrano tutte quelle spese che si devono sostenere non solo per la gestione dei servizi comuni (acqua, energia elettrica, portineria, pulizia, manutenzione degli impianti, giardiniere, ecc.), ma anche per l'esecuzione di interventi urgenti (riparazione di danni sul tetto, rottura dell'ascensore, ecc.).

Quali sono e chi paga le spese condominiali

Si è già detto che tra le spese condominiali rientrano sia quelle relative ai consumi, ai servizi essenziali e alla manutenzione ordinaria che quelle relative alla manutenzione straordinaria.

Ma come vengono ripartire queste spese tra i vari condomini? Salvo diverse disposizioni contenute nel regolamento condominiale, il criterio di ripartizione è contenuto nell'art. 1123 del Codice Civile, il quale al primo comma stabilisce che tali spese "sono sostenute dai condomini in misura proporzionale al valore della proprietà di ciascuno". In buona sostanza la ripartizione avviene sulla base delle tabelle millesimali.

Tuttavia al secondo comma e al terzo comma lo stesso articolo introduce altre due regole di ripartizione delle spese condominiali, derogando in entrambi i casi al principio di proporzionalità.

Si stabilisce, infatti, che se le spese afferiscono a cose destinate a servire i condomini in misura diversa, la ripartizione deve avvenire in proporzione dell'uso che ciascuno può farne.

Inoltre se l'edificio ha più scale, cortili, lastrici solari, opere o impianti destinati a servire solo una parte dell'intero fabbricato, le spese relative alla loro manutenzione sono a carico del gruppo di condomini che ne trae utilità.

Benché questi principi generali siano ben definiti e chiari, nella realtà pratica non è infrequente imbattersi in situazioni che lasciano più di un dubbio in merito alla ripartizione. Non è un caso, infatti, che in tale ambito le dispute tra i condomini sono molteplici.

Il rendiconto delle spese condominiali

Il rendiconto o consuntivo deve essere predisposto e sottoposto all'assemblea dei condomini dall'amministratore al termine del periodo di gestione annuale.

In particolare il rendiconto deve essere presentato non più tardi di 6 mesi dalla chiusura dell'esercizio e deve evidenziare con chiarezza le voci di entrata e di uscita e ogni altro dato inerente la situazione patrimoniale del condominio, oltre che la loro ripartizione tra i condomini.

Sollecito pagamento spese condominiali: quando inviarlo

Diciamo innanzitutto che il singolo condomino prima di effettuare il pagamento delle spese condominiali, ha il diritto di prendere visione dei documenti giustificativi delle spese sostenute e riportate nel rendiconto annuale. A tal fine è sufficiente che inoltri all'amministratore questo modulo richiesta spese condominiali.

Se il condomino non provvede al pagamento, l'amministratore ha l’obbligo di agire nei suoi confronti entro 6 mesi dall’approvazione del bilancio di ripartizione delle spese.

In particolare l'amministratore può limitarsi ad inviargli una lettera di sollecito pagamento quote condominiali, oppure può rivolgersi al Giudice ed ottenere un decreto ingiuntivo.

Ma l'amministratore ha anche il potere di fornire i dati del condomino moroso ai creditori e può perfino escluderlo dalla fruizione dei beni e servizi comuni. 

Il singolo condomino, se versa in precarie condizioni economiche, può chiedere all'amministratore una dilazione o una rateizzazione delle spese condominiali di sua spettanza. A tal fine può far uso di questa lettera richiesta dilazione spese condominiali.

Nel momento in cui il condomino provvede ad adempiere alla propria obbligazione, può farsi rilasciare dall'amministratore una liberatoria spese condominiali, ossia una dichiarazione con cui si attesta che le spese relative ad un determinato appartamento risultano tutte regolarmente pagate.

Tags:  spese condominiali condominio

Documenti correlati
 
Social
 
Utilità