Archivio foto e immagini: come e dove salvarle

archivio foto, archivio foto online

Hai appena cominciato un corso di fotografia e hai bisogno di spazio per organizzare i tuoi scatti? Vuoi mettere ordine tra le vecchie foto che hai scaricato dalla memoria del cellulare? Desideri riporre in un unico luogo tutte le immagini scattate per lavoro, in famiglia o con gli amici? Qualsiasi necessità tu abbia, sappi che hai trovato la guida che fa per te. Breve, semplice e pratica: nel giro di 5 minuti saprai perfettamente come e dove creare il tuo archivio foto. Non sei un esperto di computer? Non preoccuparti, parleremo la tua lingua e non quella dei programmatori, di modo che tu possa comprendere e scegliere, tra le alternative proposte, qual è la soluzione più adatta per le tue immagini fotografiche e non.

Organizzare archivio foto: come fare

Scattare foto bellissime e di discreta qualità oggi è semplicissimo, grazie agli smartphone e ai tablet con fotocamere ad alta risoluzione. Poi basta una semplice applicazione per aggiungere dei filtri particolari, stickers simpatici o creare deliziosi collage: in men che non si dica avrai dei bellissimi ricordi fotografici da tenere sul telefono o condividere con parenti e amici più cari. Purtroppo, però, la memoria dei nostri dispositivi mobili è limitata, dunque un’eccessiva quantità di foto potrebbe intasarla. A quel punto sei costretto a svuotare, anche se solo parzialmente, la memoria, spostando le foto altrove. La domanda è questa: “Ma altrove, dove?

La risposta più immediata potrebbe essere sul pc, tuttavia anche la rete offre diverse alternative molto interessanti. Ma andiamo con ordine.

Come puoi accertarti che le foto vengano spostate secondo un precisa categorizzazione? Nella maggior parte dei casi puoi indicare tu stesso l’ordine di spostamento delle immagini (a seconda del peso, della cronologia, ecc.), tuttavia ti consigliamo di archiviare una modesta quantità di immagini alla volta, così da ordinarle sul pc seduta stante.

In alternativa potresti scaricare un software archivio foto e video, lasciando che ti assista in questa operazione. Vogliamo suggerirtene alcuni, come ad esempio: Magix Photo Manager Mx. Si tratta di un ottimo programma che ti consente di creare e organizzare un archivio fotografico direttamente sul suo personal computer. Il software è caratterizzato da un’interfaccia estremamente intuitiva, ciò vuol dire che sarà molto semplice da utilizzare, tanto che non occorrono neanche le istruzioni. In pratica puoi importare le foto direttamente dalla fotocamera o dal cellulare, creare delle cartelle di modo da tenerle tutte in ordine, eseguire un editing veloce modificando luminosità, contrasti e colori a tuo piacimento, poi creare delle presentazioni per condividere i tuoi scatti con colleghi, amici e parenti. Il programma è gratuito, tuttavia qualora volessi provare la versione Premium, ti sarebbe concesso utilizzarla gratuitamente per un limitato periodo di tempo, per poi decidere se acquistarla o continuare ad usufruire della versione gratis.

Poi c'è Zoner Foto Studio Free, un vero alleato per tenere in ordine l’archivio fotografico sul pc. È possibile scaricarlo gratuitamente, per iniziare, praticamente in maniera istantanea, ad importare nuove foto archiviandole nelle apposite cartelle. Anche in questo caso ci sono degli strumenti grafici molto semplici da utilizzare, che ti consentono di modificare le foto a tuo piacimento, applicando dei filtri particolari, correggendo l’esposizione della foto, la luminosità, la saturazione e così via. Infine puoi decidere se tenere le foto nell’archivio personale oppure se condividerle in modo facile e veloce con chi vuoi tu.

Archivio di foto online: come e dove realizzarlo

Se sul pc non hai più spazio da dedicare alle foto, puoi semplicemente salvarle in rete, utilizzando uno dei tanti sistemi di cluod che ti permettono di realizzare un archivio di foto online. In questo modo potrai liberare la memoria dell’apparecchio e nel contempo avere la possibilità di recuperare le foto tutte le volte che vorrai, ovunque sarai. Un bel vantaggio rispetto al DVD, all'hard disk esterno o alla classica chiavetta, non tanto perchè questi apparecchi hanno una capacità di memoria comunque limitata, quanto piuttosto perchè sono soggetti a smarrimenti e danneggiamenti. Ecco, in breve, l’elenco di alcuni servizi che potresti utilizzare:

Google Foto Alta Qualità (www.google.com/photos/about) - Da molti è definito come il migliore strumento per conservare foto e immagini online in modo sicuro. Lo spazio ha disposizione, oltre ad essere gratuito, è anche illimitato, tuttavia se carichi foto con dimensioni superiori a 16 Mpixel il sistema provvede automaticamente a riconvertirle; questo significa che l'operazione potrebbe determinare una perdita di qualità delle foto archiviate. Per accedere non occorre altro che un computer o uno smartphone (qualora volessi installare l’app), una connessione adsl, un account Google e naturalmente delle foto. Queste ultime possono essere facilmente caricate sullo spazio a disposizione, e in un momento anche successivo potranno essere catalogate e organizzate a tuo piacimento. Da sottolineare che le foto archiviate sono ricercabili in base ai luoghi e agli oggetti ritratti, senza più bisogno di taggare. Su Google foto è altresì possibile condividere gli album o i singoli scatti con i propri contatti. Per effettuare questa operazione, come tante altre opzioni, è necessario utilizzare la griglia posta al lato sinistro dello schermo, poi seguire le istruzioni del sistema e il gioco è fatto.

Microsoft Onedrive (https://onedrive.live.com) - Questo strumento, che alcuni ricorderanno come Sky Drive, ti permette di archiviare fino a 15 GB di file. I file in questione possono essere di qualsiasi tipo: documenti, testi, immagini, infografiche e foto. In più per queste ultime è possibile utilizzare uno spazio extra di 3 GB. Le foto possono essere catalogate in diversi album, visualizzate come presentazioni e condivise online. Oltre alla versione gratuita, che consente di archiviare solo 5 GB di file, ci sono 3 interessanti proposte a pagamento. Ad esempio è possibile acquistare uno spazio di archiviazione di 50 GB a soli 2 euro al mese oppure scegliere una delle due opzioni Premium, pagando la quota annuale di 69 o 99 euro. Infine, ci sono anche dei piani Business, riservati ai professionisti e alle aziende, che offrono diversi servizi e molto più spazio di archiviazione.

Dropbox (www.dropbox.com) - Questo è un altro strumento, accessibile a tutti, che permette di creare un vero e proprio archivio per foto digitali, documenti, infografiche, tabelle, testi e così via. Il servizio è gratuito, tuttavia dato lo spazio estremamente limitato (2GB) ti invitiamo a considerare anche le opzioni a pagamento. Dropbox offre 2 diverse tipologie di piani: quelli per i privati e quelli per i team, ovvero per i professionisti che lavorano insieme allo stesso progetto, dunque hanno bisogno di condividere diverso materiale. Tra i piani disponibili per i privati troverai 3 opzioni: la Basic, che è gratuita e come abbiamo scritto offre agli utenti 2GB di spazio per l’archiviazione; la Premium, che costa 8,25 euro al mese ma offre 1TB di spazio; la Professional, che costa 16,58 euro al mese ed offre 1TB di spazio più altri servizi estremamente utili per i professionisti.

Flickr (www.flickr.com) - Parlando di cloud non si può non citare Flickr, una piattaforma su cui oggi risultano archiviate ben 13 miliardi di foto. Flickr offre uno spazio da un terabyte, vale a dire 1.048.576 megabyte, sufficiente per archiviare 300 mila foto. Non male vero? La filosofia di Flickr mira a favorire la massima condivisione di foto e video tra i propri iscritti.
Attenzione perchè Flickr ci tiene molto al rispetto delle proprie linee guida: qualora non le rispettassi, il tuo account potrebbe essere a rischio cancellazione, anche senza preavviso. Dunque carica solo i contenuti che hai creato, non caricare contenuti illegali o proibiti, non uilizzare flickr per fare spam o attività commerciali non autorizzate.
Un'ultima cosa: se una tua foto caricata su Fickr è ospitata su un altro sito web, accertati che quest'ultimo abbia previsto un link dalla foto per ricollegarla alla relativa pagina su Flickr. In questo modo, sarà possibile ottenere maggiori informazioni sui contenuti e sul fotografo.

Archivio foto online: come e quando si possono utilizzare le immagini in rete

E se non avessi bisogno di spazio per archiviarle, ma al contrario, dovessi cercare delle foto online da scaricare? Dove potresti trovarle e come potresti richiederne l’utilizzo? Di questo abbiamo scritto nell’articolo “Immagini gratis in rete: ecco come e dove trovarle”. Nella guida ti abbiamo fornito le istruzioni circa il reperimento e l'utilizzo di immagini online, in funzione del tipo di impiego a cui sono destinate. Ti facciamo un esempio: se devi semplicemente scaricare un nuovo sfondo per il desktop del tuo pc, puoi tranquillamente utilizzare le foto di Google Immagini, Pinterest e Sfondissimo; mentre nel caso in cui tu devi utilizzare le immagini a scopo commerciale, il consiglio è quello di cercarle su portali specializzati, avendo cura di rispettare i limiti imposti dalle royalties e dal copyright.

Foto online e diritti d’autore - Devi sapere che esiste una legge che tutela gli autori delle foto dal loro utilizzo indebito. Così le foto coperte da copyright non possono essere utilizzate a scopi commerciali senza lo specifico consenso da parte dell’autore, che di fatto è il detentore dei diritti di proprietà intellettuale e di sfruttamento economico. C’è solo un’eccezione a questa regola generale, che difende chi utilizza immagini coperte da copyright a scopo divulgativo, quindi scientifico, didattico e culturale, oppure per scopi legati alla sicurezza nazionale o a necessità di giustizia. Per saperne di più su questo argomento ti consigliamo di leggere l’articolo “Foto e diritti d'autore: ecco come tutelarti”.

Foto online e soggetti ritratti - È importante non sottovalutare, oltre alle foto, anche le persone ritratte al loro interno. Ad esempio, se hai scattato una bellissima foto in Piazza Maggiore a Bologna ritraendo una coppia che cammina dandosi la mano, entrambi i soggetti dovranno firmare la liberatoria per l’utilizzo delle immagini, altrimenti non potrai utilizzarla per scopi commerciali. Nello specifico, se hai intenzione di utilizzare quello scatto in occasione di un concorso, una mostra, come affiancamento ad un articolo, su una locandina, una brochure, in rete o in televisione è obbligatorio che i soggetti compilino la liberatoria, che dovrà essere firmata in duplice copia, con riferimento al luogo e alla data in cui è stata scattata la fotografia. Qui potrai scaricare gratuitamente il modello di liberatoria che più ti aggrada.

Non occorre sottoporre la liberatoria alle persone ritratte in uno scatto qualora fossero dei personaggi pubblici, nel caso in cui lo scatto debba essere utilizzato per scopi didattici, scientifici, culturali, per necessità di giustizia o di polizia, oppure se la foto viene scattata durante un evento, una celebrazione pubblica, svoltasi in un luogo pubblico. Per saperne di più ti invitiamo a leggere “Liberatoria fotografica: quando e come deve essere compilata”.

Foto online e redazione di siti web - La realizzazione di un sito web può essere classificata come un’attività commerciale, ecco perché bisogna fare particolarmente attenzione all’utilizzo delle immagini. Ti consigliamo di scattare personalmente le foto che andranno ad arricchire il template del tuo sito internet, ma in alternativa potresti acquistarle online oppure ingaggiare un fotografo professionista che si occupi delle immagini. È un piccolo investimento che ti invitiamo a non sottovalutare, soprattutto perché nell’era della comunicazione digitale il sito internet è una vera e propria vetrina personale, nonché un potente strumento di self marketing. Qualora tu non abbia budget a disposizione per acquistare una foto dovresti comunque chiedere l’autorizzazione all’autore prima di scaricarla ed utilizzarla nel tuo sito web. La buona notizia è che su Moduli.it puoi trovare tutta la modulistica utile: questa è la richiesta di autorizzazione utilizzo materiali per realizzazione sito web, mentre questo è il modulo di conessione autorizzazione all'uso di materiale che le parti all'occasione possono utilizzare.

Documenti correlati
Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata