Dichiarazione sostitutiva di certificazione del carico familiare

Formati
DOC
PDF
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Descrizione

Con il modulo di autocertificazione familiari a carico un soggetto, ai sensi dell’art. 46 del DPR 445/2000 e consapevole delle sanzioni penali previste dall’art. 76 dello stesso DPR per il rilascio di false dichiarazioni, attesta di avere a proprio carico uno o più soggetti facenti parte del medesimo nucleo familiare. La dichiarazione sostitutiva di certificazione del carico familiare è disponibile nei formatio DOC e PDF editabile.

Chi può essere considerato a carico

Nel rispetto di precisi limiti possono essere considerati “a carico” il coniuge, i figli così come altri familiari.

CONIUGE

Il coniuge, non legalmente ed effettivamente separato, per essere considerato a carico non deve aver maturato un reddito superiore a 2.850,41 euro annui complessivi. Non è necessario che conviva con il dichiarante e può anche risiedere all'estero. Tale requisito si estende anche a coloro che sono uniti civilmente

FIGLI

Il figlio (naturale, riconosciuto, adottivo o affidato) è considerato a carico a prescindere dall'età, dal fatto che sia o meno ancora studente, che conviva con chi autocertifica il carico familiare o che risieda all’estero.

Se il figlio ha meno di 24 anni è considerato a carico anche se percepisce un reddito fino a 4.000 euro annui al lordo delle deduzioni. Dai 24 anni in su per essere considerato a carico il figlio non deve aver maturato un reddito superiore a 2.840,51 euro annui. 

ALTRI FAMILIARI

Tra gli "altri familiari a carico" rientrano

  • il coniuge legalmente separato;
  • i nipoti;
  • i genitori, anche adottivi;
  • i nonni;
  • i suoceri,
  • i generi e le nuore;
  • i fratelli, le sorelle, i fratellastri e le sorellastre

a condizione che:

  • convivano con chi li dichiara a proprio carico o 
  • ricevere da lui assegni alimentari non derivanti da provvedimenti dell'autorità giudiziaria.

Cosa comporta essere considerato a carico

Nel momento in cui si dichiara che un familiare è a proprio carico, si ha la possibilità non solo di fruire di importanti detrazioni fiscali, ma anche di recuperare – in termini di detrazioni o deduzioni - parte delle spese sostenute per suo conto. Alludiamo alle spese sanitarie, a quelle per l’istruzione, l’attività sportiva, la previdenza, l'abbonamento ai mezzi di trasporto e via discorrendo.

Tags:  stato di famiglia dichiarazione sostitutiva

Foto
Free-Photos su Pixabay
Documenti correlati
 
Social
 
Utilità