Autocertificazione generica Inps: modello e indicazioni

Formati
PDF
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Descrizione

Modello di autocertificazione da utilizzare nei rapporti con l'Inps (AP16). In particolare si tratta di un modello che va allegato al resto della documentazione, ogni qualvolta si richiedono all'Inps prestazioni e servizi.

Quali informazioni riportare sull'autocertificazione Inps

Il modulo di autocertificazione Inps è predisposto per accogliere diversi dati e informazioni sul dichiarante e sul suo nucleo familiare:

  • stato anagrafico
  • stato civile (celibe/nubile, coniugato, separato, divorziato, ecc.)
  • composizione del nucleo familiare
  • situazione occupazionale e reddituale
  • assolvimento o meno degli obblighi contributivi
  • titolo di studio
  • iscrizione ad ordini e possesso di qualifiche professionali
  • assolvimento o meno degli obblighi militari
  • qualifica di tutore/curatore
  • godimento dei diritti civili e politici
  • ecc. 

Chiaramente la compilazione dei singoli campi varia in funzione del tipo di richiesta che viene presentata all'Inps.

Quando utilizzare l'autocertificazione Inps

Il modello in questione può essere utilizzato in svariate circostanze: ad esempio quando si richiedono gli assegni familiari oppure quando l'invalido civile fa domanda dell'indennità di accompagno.

In questi casi il soggetto che richiede la prestazione è tenuto a fornire, sotto la propria responsabilità, una dichiarazione con cui attesta il possesso dei requisiti necessari.

C'è da dire comunque che gran parte dei moduli di accesso alle singole prestazioni Inps permettono già di autocertificare dati e fatti specifici.

Perché è possibile utilizzare l'autocertificazione Inps

E' possibile perché la legge impone a tutte le amministrazioni pubbliche - e l'Inps è fra queste - e ai servizi pubblici di accettare l'autocertificazione in sostituzione dei tradizionali certificati. La mancata accettazione della presente dichiarazione costituisce violazione dei doveri d'ufficio da parte dell'Inps (art. 74 comma 1 D.P.R. 445/2000).

La dichiarazione può essere redatta in carta semplice, la firma non va autenticata né deve necessariamente avvenire alla presenza dell'impiegato dell'Ente che ha richiesto il certificato. In luogo dell'autenticazione della firma si allega copia fotostatica del documento di identità. Inoltre è esente da imposta di bollo.

Come va presentata

Come detto l'autocertificazione Inps va allegata al resto della documentazione richiesta dall'Inps e trasmessa manualmente all'ufficio territoriale competente, ma più spesso per via telematica attraverso la piattaforma predisposta dall'istituto (in quest'ultimo caso occorre far richiesta del Pin Inps).

Tags:  INPS dichiarazione sostitutiva

Documenti correlati
 
Social
 
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Utilità