Come richiedere un'ordinanza per modifiche temporanee del transito o della sosta

Formati
DOC
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Descrizione

Per esigenze personali dovute a traslochi, installazione ponteggi, lavori edili con piattaforme aeree e simili, organizzazione eventi e manifestazioni, che comportino l’occupazione della sede stradale, del parcheggio pubblico o del marciapiede e quindi la modifica temporanea della circolazione veicolare, pedonale o ciclabile o della sosta, è necessario richiedere al proprio comune un'ordinanza per l'istituzione temporanea di divieti di sosta, divieti di circolazione, sensi unici alternati, restringimenti di carreggiata ecc.

In questa scheda è disponibile il fac simile con cui la persona che ha richiesto una ordinanza per modifica temporanea della circolazione e della sosta, comunica all'amministrazione comunale l'avvenuta installazione del divieto di sosta.

In che cosa consiste l'ordinanza per la modifica temporanea della circolazione o della sosta

L'ordinanza per la modifica della circolazione o della sosta è un atto con validità temporanea, soggetto a pubblicazione all'Albo Pretorio, e reso noto attraverso la collocazione dei segnali previsti dal vigente Codice della Strada. L'ordinanza è emessa, per le strade poste fuori dei centri abitati, dall'ente proprietario della strada, mentre per le strade ricadenti nei centri abitati è sempre emessa dal Comune.

Come si richiede

Per ottenere l'ordinanza occorre compilare e presentare all'Ufficio Mobilità e Traffico del Comune l'apposito

La domanda va presenta in bollo (per gli enti pubblici, le O.N.L.U.S. e in tutti quei casi esenti da imposta di bollo citare gli estremi di legge e l'articolo che dispone l'esenzione) e con firma in originale, almeno 15 giorni prima della data di inizio del provvedimento.

La marca da bollo non è dovuta se il provvedimento dipende direttamente da altra domanda in bollo già presentata (ad esempio per occupazione del suolo pubblico, manifestazione sportiva, ecc..).

L'ordinanza per la modifica temporanea della circolazione o della sosta può essere prorogata presentando sempre allo stesso ufficio del comune l'apposito modello di richiesta. La richiesta deve pervenire almeno 10 giorni prima della scadenza dell'ordinanza.

Da chi può essere richiesta

L'ordinanza può essere richiesta dal committente i lavori o dal legale rappresentante o titolare della ditta esecutrice i lavori, dal responsabile della manifestazione o competizione sportiva, dal titolare dell'autorizzazione alla occupazione del suolo pubblico.

Termini per il rilascio

Il rilascio dell'ordinanza avviene entro 15 giorni dalla richiesta. L'interessato dovrà presentarsi per il ritiro presso l'ufficio traffico del comune almeno 48 ore prima dell'inizio del provedimento. Naturalmente le richieste di ordinanze saranno attentamente valutate dagli uffici preposti in considerazione di altri provvedimenti o richieste analoghe al fine di evitare che le une non vadano ad interferire con le altre o siano in contrasto tra di loro.

Le segnaletica da collocare

Chiunque istituisce una modifica temporanea della circolazione o della sosta deve collocare tutta la segnaletica stradale prevista dal vigente Codice della Strada e mantenerla in perfetta efficienza sia di giorno che di notte (segnali di pericolo, di deviazione temporanei, di divieto di sosta o di transito, ecc.).

Dell'avvenuta installazione della segnaletica di divieto di sosta, almeno 48 ore prima dell'inizio di validità del provvedimento, dovrà esserne data comunicazione al Comune utilizzando il fac simile disponibile in questa scheda.

Tags:  ristrutturare casa

Documenti correlati
 
Utilità